Mihajlovic: “Cambio di modulo? Se ne esiste uno senza attaccanti…”

125
5819
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Sinisa Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic presenta il match che domani, alle 15, vedrà il Toro scendere in campo contro l’Atalanta

Sta per cominciare la consueta conferenza prepartita di Sinisa Mihajlovic: il tecnico serbo presenterà la gara con l’Atalanta e farà il punto sulla situazione – specialmente dal punto di vista degli infortuni – in casa granata.

Subito Mihajlovic analizza il momento del Toro: “Ringrazio la società per il lavoro fatto. Sono partiti pezzi importanti ma sono anche arrivati giocatori di esperienza, qualità, oltre ai giovani promettenti. La società ha fatto di tutto per accontentarmi anche se non siamo riusciti a fare tutto. In qualche ruolo abbiamo poche alternative ma la rosa è buona: con il lavoro possiamo sopperire a queste mancanze. Io faccio l’esempio con la mano: se è aperta sono tutti separati, se è chiusa è un pugno. Noi dobbiamo essere un pugno chiuso. L’obiettivo è quello di lottare con le squadre che stanno cercando di andare in Europa. Dipende da noi e dagli altri, anche dal fattore fortuna: non vuol dire chiedere aiuto a pali e traverse, ma intendo non avere tanti infortunati, tutti insieme. Soprattutto vicino alle partite alla nostra portata: quando siamo al completo e affrontiamo squadre alla portata possiamo vincere. Non cercheremo mai alibi, piuttosto lavoreremo sodo per cercare di tirare fuori il massimo da ognuno di loro”. 

Sugli infortuni: Ljajic e Belotti non ci saranno, vediamo se Maxi Lopez e Martinez ce la faranno, tra oggi e domani. Il problema è quando mancano anche le alternative: perché posso iniziare con Falque, Aramu e Boyé, ma poi durante la partita mi mancherebbero le alternative. Non voglio rischiare né Martinez nè Maxi, valuteremo bene. Chi giocherà dal primo minuto darà il massimo, potremo avere qualche problema dopo, nel corso della partita”. 

“Un cambio di modulo? Se c’è un modulo senza attaccanti magari sì”.

Sull’impatto di Joe Hart: “Grande opportunità presa al volo. Lui è un giocatore che sa guidare la difesa, ha personalità, carattere, ed è qui con la giusta voglia. Lo volevo carico e ho visto che è così, si impegna molto e comunica con i compagni quello che c’è da comunicare, sono contento di lui. Il suo arrivo qui non mi ha sorpreso, no: era importante la testa con cui sarebbe arrivato qui e mi ha dato da subito le sensazioni giuste. Se gioca? Beh, se non gli succede niente stanotte, allora andrà in porta. Si sta allenando bene: non c’è un atteggiamento sbagliato, è la mentalità inglese ed è completamente differente da quella italiana”.
Hart era considerato da Guardiola non abile con i piedi: “Se Guardiola vuole un Guardiola in porta avrà problemi a trovarli. Se ci sono altri giocatori del City che non gli piacciono noi li prendiamo volentieri“. 

“La mia squadra si dovrà prendere sempre qualche rischio per vincere, giocheremo per vincere e non per non perdere. Le mie squadre giocano così”.

“I rischi? Conosco bene Gasperini, quando le sie squadre girano mettono in difficoltà chiunque, dobbiamo chiuderci bene e colpire quando ci sarà la possibilità. Serve cinismo, serve qualità. Abbiamo avuto meno tempo per preparare la partita per via dei nazionali assenti, ma vedendo come la squadra si è allenata sono fiducioso”.

“Con Gasperini derby? Ho buoni rapporti con tutti gli allenatori, lo stimo, è un bravissimo allenatore, non c’è aria di derby”. 

Sui difensori centrali, dopo l’alternanza tra la prima e la seconda partita: “Credo che domani giocherà Castan, ma ho anche Moretti in quel ruolo che mi dà garanzie”. 

“Ho una natura un po’ da zingaro: mi trovo bene da tutte le parti. Qui mi sono sentito subito a casa, come avvenuto a Milano, a Catania, a Firenze, lo stesso da giocatore”.

“Barreca se continua a crescere così potrà diventare il miglior terzino in Italia. Non so quando ma può riuscirci”.

Su Lukic e Gustafson:“Gustafson ha la febbre, Lukic ci sarà. Avremo tempo per vederli dimostrare il loro valore”. 

Condividi

125 Commenti

  1. Dispiace per Longo, però ci può stare una sconfitta cosi pesante, ho visto il Cittadella giocare tutte tre le partite, a Bari ha dato spettacolo, giocano veramente bene..la Pro, ha l obiettivo di salvarsi, e credo che Moreno, nonostante una squadra molto giovane e non di primissima qualità, possa farcela, poi sappiamo che il salto dai ragazzini alla B è importante…

  2. Non si va in un ristorante buono se si hanno in tasca 5 euro. Come si fa a criticare Longo senza aver capito che ha una squadra giovane, modesta ed inesperta. Del resto c’è chi ha il coraggio anche di criticare Ventura.

  3. Certo che essere contenti delle prestazioni della pro e di conseguenza longo e’ da veri tifosi del toro,ricordo che a vercelli giocano alcuni ns giocatori e quindi converebbe a tt che le cose andassero bene..poi longo ha solo 40 anni e alla sua eta’ il mago di genova allenava gli allievi x poi iniziare una carriera nei professionisti piena di esoneri fino all arrivo a venezia a quasi 50 anni con risultati buoni.Longo sara’ pronto tra qualche anno xche ha la stoffa del leader..

  4. @gigi: Hia perfettamente ragione e hai fatto bene a ricordare la sconfitta della Pro Vercelli in casa cole cittadella per 5-1. Perchè questo forum era strapieno di gente che ormai da inizio campionato scroso scassava gli zebedei su Ventura che doveva essere cacciato per far posto a Longo. Alcuni espertoni addriittura a cmapionato in corso. Longo non ha colpe per la sconfitta pesante ma il salto nel professionismo è un salto molto molto lungo. E dalla primavera alla A diretta quasi tutti si bruciano con rare eccezioni. Io sono contento che si sia preso Sinisa e non Moreno per questo motivo . Moreno si rifarà a Vercelli in B avrà piu tempo e meno pressioni che a Torino in A . E chissà che a fine ciclo Sinisa, fra 4-5 anni , non ci sia possibilità per Moreno sulla panca granata. Ogni cosa a suo tempo

  5. Il mercato è stato fatto in sinergia, come è giusto che sia. Il mister da indicazioni sul modulo che vuole adottare, sui giocatori che vorrebbe, il ds prova ad accontentarlo col budget messo a disposizione dal pres. Miha ha inciso molto, come si evince quando loda la società per il fatto di non aver avuto timore a cambiare molto la squadra alla luce del nuovo mister e del nuovo modulo. Ed è giustissimo che abbia inciso molto. Perché la faccia ce la mette lui, le scelte in campo sono le sue e se i risultati saranno deludenti pagherà lui.

  6. Mi sembra lampante che il mercato sia stato fatto da Mihajlovic, ha mandato via quasi tutta l’ossatura precedente cioè i migliori che avevamo ed ha preso i giocatori che voleva lui come del resto è giusto che l’allenatore decida. Abbiamo una buona rosa quello che non mi piace è Mihajlovic perché le sue squadre non giocano bene. Abbiamo preso giocatori che non ci faranno guadagnare plusvalenze e ciò significa che se non andiamo in Europa abbiamo speso solo dei soldi per niente.

  7. Mi accorgo sempre di più che esistono delle persone che hanno un valore morale pari al guano di un uccello in preda a sindrome diarroica. Io so che vergognarsi per alcuni dia impossibile, ma che schifo che pena provo per questi omuncoli. A buon intenditor….

  8. Siamo al delirio.
    C’è chi per parare il culo alla società sostiene che Mijha abbia fatto lui la campagna acquisti per il solo fatto di aver detto “La società ha fatto di tutto per accontentarmi anche se non siamo riusciti a fare tutto”. Non vi siete chiesti come mai GPV non abbia contestato l’operato di Cairo che lo ha abbandonato nel bel mezzo dell’EL con 3 centrocampisti 3 ad es. ma ora vi aspettate reclami dopo 3 mesi????
    Ci sono poi quelli che vogliono “criterio”, equilibrio e raziocinio da una squadra messa insieme da meno di 1 mese con modulo e mister nuovo, ma a GPV cosa avreste dovuto chiedere?
    Quella di @Gigi, mi spiace amico mio ma te lo devo dire, che si vendica su Longo per quello che si sarebbe detto su GPV è la summa dell’essere vedovo di Ventura per incensare le scelte della società, una paraculata, permettimi, scriteriata.
    Io rimango dell’idea che si è scommesso troppo su prestiti secchi da rigenerare in ruoli chiave (MAKSI) e manca una mezzala.
    Il tutto al netto del fatto che i soldini entrati sono quelli di Glik e quelli di Maksi e Peres arriveranno l’anno prossimo, non proprio il massimo come strategia sportiva, semmai fiscale, ma qua si gioca a pallone mica siamo una holding….
    Ciò premesso quando il Toro vincerà, e lo farà, godrò e non andrò a cercare rivincite personali basandomi sui miei giudizi personali.

  9. “mentalità inglese”….. Bravo Miha! Ha ragionissima. È proprio una delle cose che vorrei vedere nel Toro anche perché è una caratteristica che storicamente ci appartiene e forse il ruolo di portiere è il più adatto per incuterla. Anche per questo Hart è stato un grande colpo. La battuta sul City poi…. 😂😂😂

  10. Mihajlovic contento della campagna acquisti?

    Vedremo quando inizierà a prendersela con i giocatori dopo una brutta prestazione o una sconfitta.
    Questo lo differenzia da Ventura.

    Ventura davanti le telecamere difendeva sempre la squadra, nellobspogliatoio e in allenamento no.
    Differenza sostanziale tra i 2. Ad ognuno le proprie preferenze.

    • Insomma…
      Ricordo accuse dirette a Padelli in almeno due occasioni.
      Cose del tipo “senza quell’errore non avremmo mai perso”
      Poi le facce disgustate durante le partite, le frasi tipo “questo non è il mio Toro” e “questa non è la mia squadra” dette a favore di telecamere perché fossero ben riprese…
      L’unica cosa certa è che penso abbia detto “ho sbagliato io” una due volte in 5 anni…
      Le colpe per lui erano sempre degli altri, squadra compresa.

      • A parte che la faccia schifata in certe occasioni l’avevo anche io e credo migliaia di tifosi, ma cosa significa?
        Allora mi parli di antipatia a pelle non per cognizione di causa.
        Ogni allenatore reagisce a modo suo, c’è chi sbatte i pugni chi si stende a terra (vedi spalletti) e chi fa le facce schifato.
        Ma che vuol dire ???
        Per padelli se fa errori evidenti non può non ammetterlo, purtroppo il portiere non ha attenuanti ed è sotto l’occhio di tutti.
        Ma per piacere se odiati Ventura per le ‘facce’ siamo davvero alla frutta del tifo.

  11. In Premier accadono cose stranissime, pensate….al suo esordio dopo 12 minuti Zaza rifila una gomitata al suo avversario e l’arbitro lo ammonisce seduta stante. Cose che noi umani in Italia (quando vestiva la maglia delle merde) non abbiamo mai visto. Non lo avevano avvertito che l’immunità per lui è scaduta?

    • effettivamente …….forse la nuova proprietà non sapeva di avere a che fare con un caso umano che poteva giocare solo grazie all’immunità pagata dalla precedente proprietà merdaiola. e poi parliamo ancora di “presunta sudditanza”, “imparzialità” delle ex-giacchette (bianco) nere

  12. Non credo a @Gigi faccia piacere che Longo perda. Semplicemente intendeva dire che per lui era necessaria un’esperienza nel professionismo. Qui in troppi lo vedevano come il salvatore della patria. Si farà e spero ritorni un giorno a guidare il Toro.

    • Scusa, ma il commento lo hai letto? È di uno felice che un ragazzo cresciuto al Filadelfia, che ha passato la vita finora ad insegnare cos’è il granatismo, perde perché così si può prendere la rivincita nei confronti di altri utenti del forum… Un commento di quelli che dici tu si può accettare ed è del tipo ‘mi spiace molto per Moreno, penso debba fare ancora gavetta per allenare tra i pro’, non ‘il povero Longo ha preso quattro pere! 🙂 ‘ Poi, se vogliamo arrampicarci sugli specchi…

      • In ogni caso ho omesso: “forse voleva dire”. Ma il senso era quello. Reputo che a nessun granata sul forum faccia piacere un insuccesso di Moreno, proprio per quanto ci ha dato in termini di granatismo e di risultati. Mia opinione eh

  13. La sensazione è che non sia così scontento del mercato come in molti han voluto far credere. Sul modulo, è lui l’allenatore e ci dobbiamo fidare. Personalmente mancando gli attaccanti titolari, starei un po’ più abbottonato. Vedremo

  14. veramente essere felici perchè longo, grandissimo allenatore che ha riportato lo scudetto primavera a torino e che ha davvero il granata a cuore perda è davvero triste.
    Con una squadra con zaccagno, morra, ebagua che il Toro l’hanno vissuto.

      • Comunque perdonami, ma non mi pare di averti mai letto così risentito per uno qualsiasi dei milioni di insulti a ventura, di sicuro meno cuore granata di longo, di sicuro meno paraculo, di sicuro ottimo tesserato granata, di sicuro meritevole di rispetto.

        • Permetti,ma c’è differenza. Longo è un ragazzo del Fila,cresciuto nel Fila e che ha passato la vita finora ad insegnare il granatismo ai ragazzi. Mi puoi dire che non ti piace come allena. Ok, ci può stare. Ventura,come Miha, è un professionista del calcio che a Torino ha fatto dei buoni risultati. Mi fa piacere se avrà altri successi in futuro,soprattutto in nazionale, ma è uno di passaggio. Mi sembra naturale che uno si incazzi di più se offendono suo fratello che un ex vicino di casa. È comunque è fantastica la tattica di rigirare la frittata come se io avessi offeso Moreno o lo stesso Ventura…

  15. 😂😂😂😂😂
    Schmeichel ironico su Bravo: “Chissà che cosa sta pensando Hart…”
    10.09.2016 16.42
    L’ex portiere del Manchester United Peter Schmeichel nel corso della partita tra i Red Devils e il Manchester City non ha risparmiato critiche a Claudio Bravo, decisivo in negativo in occasione della rete segnata da Ibrahimovic che ha riaperto la gara: “Benvenuto in Premier League”, ha tweettato subito dopo l’errore. poi ha aggiunto: “Sicuramente direi ai miei calciatori di bombardare la porta di Bravo, è ok con i piedi ma sembra molto incerto tra i pali”, ha scritto. E in conclusione: “Mi chiedo cosa stia pensando Joe Hart…”

  16. Appena ascoltata sul sito ufficiale. Emerge ancora più netta la soddisfazione per il mercato e per la rosa a disposizione. Felice che sia cosiddetto, felice che la società lo abbia assecondato e che lui sia soddisfatto. Era la cosa che più mi premeva perché ritengo che stia alla base di tutto. Che se ognuno rema per conto suo non si va lontano. Bravi tutti.

  17. Bravo preferito ad Hart? Beh se Guardiola ha visto giusto Hart è peggio di Padelli😂 Il fatto è che pure lui ha le sue manie. Oggi il portiere del City ha fatto di tutto per far pareggiare lo United. Bello vedere Pogba arrancare fuori dalla bambagia del contesto italico. Ibra uno dei veri pochi fuoriclasse. Miha….conferenza stampa nella norma, con le solite risposte di circostanza condita da qualche buona battuta che denota buonumore, il problema sarà quando risponderà malamente alla giornalista di turno specialmente quando i risultati saranno negativi, atteggiamento tipico del suo carattere pure quando era sul rettangolo di gioco da protagonista.

    • Gigi capisco la tua reazione perché qui dentro c’è sicuramente gente che ha in testa un monopensiero e niente più. Ciò detto dalle tue parole sembra quasi che tu ti compiaccia della batosta subita dalla Pro.
      Sono sicuro che non è così. Anche perché come granata non avremmo niente da guadagnare da un flop di Moreno… Certo oggi si è capito l’impatto con il calcio professionistico….

  18. Gli allenatori dicono tutti più o meno le stesse cose. “Giocheremo per vincere… (perché, Gpv giocava per perdere?), non cerchiamo scuse – però certo che sono senza attaccanti…” e così via… Alla fine, come sempre, la differenza la fanno i risultati

  19. Per quanto riguarda le parole su mercato e società abbastanza ovvie, nessun dipendente avrebbe rilasciato interviste diverse. Mi piace molto la gestione dei capitani e delle presenze dei giocatori in conferenza stampa. È un giusto riconoscimento all’anzianità di servizio. Se ha deciso Miha, complimenti a lui, altrimenti complimenti a chi ha deciso

  20. Io non trovo molte differenze fra le interviste a ventura e queste a miha…la differenza è che ventura con il tempo ha capito le paturnie della piazza.miha ancora no e lo capirá a fine stagione.mi ricordo ancora alla prima di ventura quando un giornalista gli chiese cosa si sentiva di dire ai tifosi.il ventura disse:di abbonarsi perchè saremmo andati in serie a…..par

  21. di la buone parole anche su Lukic e Gustafson “Sono in crescita, stanno lavorando. Sono due giocatori bravi, di grande prospettiva. Sono due giocatori che tra un po’ di tempo vedremo in campo, devono aver fede ed aspettare il loro turno.” …vedremo

  22. Mi piace parlare prima e poi eventualmente rallegrarmi di essermi sbagliato. A me non interessa un allenatore che gioca sempre per vincere. Perché a Milano si è fatto esonerare per mancanza di voglia di dare spettacolo e quindi qualcosa non mi torna. Io voglio un allenatore che vinca. Con impeto, ma anche con cervello. Non come a Milano (almeno un punto buttato, ma forse tre). Indi, se sta bene, spero in Zappacosta titolare. poi nel secondo tempo, se servirà, dentro uno degli attaccanti tenuto inizialmente in panca. Credo che anche Sinisa la pensi così. Me lo auguro. le lezioni vanno imparate.

    • Ciao gianluca. A Milano abbiamo giocato senza criterio, vero, tutti all’attacco, prendendoci rischi assurdi. E abbiamo pagato dazio contro una squadra incasinata. Ma le attenuanti erano molte, soprattutto dietro. Meglio contro il Bologna. E domani spero in un ulteriore miglioramento generale nonostante le assenze. Zappa esterno offensivo, secondo me, può essere una soluzione a gara in corso più che dall’inizio. Proprio perché comunque la mentalità è offensiva. E allora dubito che il mister si castri in partenza rinunciando al pur acerbo Aramu o a un Martinez anche se non al top ma chesta comunque attraversando un momento di grazia.

    • Mah…. Secondo me a Milano pensavano davvero di riuscire a vincerla
      Forse ha confidato troppo nei mezzi della squadra nonostante fossimo ancora agli inizi. Per quanto riguarda Zappacosta credo che lo stia pensando anche lui di schierarlo esterno alto. Guarda caso l’altro giorno lo ha fatto allenare sulle conclusioni con gli altri attaccanti…

  23. Sinisa schietto e diretto,a costo di risultare burbero ma finalmente non sentiamo smielate e asticelle che si alzano e si abbassano,questo si mette in gioco e rischia di suo,quando andrá male si prenderà,penso,le sue colpe,non scaricherà sulla squadra errori e mancanze,come faceva il maestro di prosa lampadato…

    • Quando la squadra sbagliera’ eccome se gli dara’ le colpe, si e’ visto quando allenava Milan e Samp. Inoltre e’ parecchio indicativo il fatto che si considere uno zingaro e che si trovi bene ovunque…..fin quando e’ stipendiato e siede sulla panchina. Diciamo che non ha grossi problemi ha cambiarla

  24. Ci risiamo, abbiamo di nuovo un allenatore che conosce uno schema solo. Ma è così difficile fare un 4-4-2 se ti mancano degli attaccanti? Va bene che domani siamo a Bergamo, ma quando giochiamo contro squadre più forti, sarebbe così difficile giocare con un centrocampista o un difensore in più, invece che aramu o martinez?

  25. E mi sembra chiaro che la campagna acquisti si è svolta con sintonia tra società e allenatore. Non avevo dubbi ma sentirlo dire a chiare lettere mi tranquillizza. I tempi del Cairo che faceva e disfava le squadre a suo piacimento sono morti e sepolti.

  26. Sereno, soddisfatto del mercato e dell’operato della societa’. Pronto a giocarsela per l’Europa. Tutto direi normale. Se non che per 3 mesi ci hanno fracassato i coglioni descrivendo tutto il contrario.
    Come sempre il tempo giudica.

  27. Attendevo con curiosità questa conferenza stampa per capire cosa ne pensa del mercato il mister. Mi pare sia soddisfatto dell’impegno della società e giudichi buona la rosa, anche se è evidente che il mancato arrivo di un centrale dx all’altezza di Maksi pesi e gli consegni una squadra incompiuta ma che ritiene comunque valida per tentare di inserirsi nella lotta per l’Europa. Di la scrivono che esonera la società da colpe. È importante, perché certifica l’unità di intenti e che è stato fatto di tutto per accontentarlo. Promuove gli arrivi, quelli giovani, quelli esperti e quelli che hanno portato qualità alla rosa. D’accordo quando dice che non siamo pronti per raggiungere EL senza che tutto giri alla perfezione a noi e qualcosa vada storto ad altri. Apprezzo il fatto che non si sia lasciato andare a facili populismi su Gasperini, confermandosi sincero e diretto quando parla. Applausi per le parole di sprone su Barreca. Sappia coglierne il significato il ragazzo, non si adagi ma raddoppi gli sforzi. Chiuso il mercato, parola al campo. Daje mister, daje

  28. Il momento più bello è stato quando ha parlato di Barreca, un giornalista ha detto “brutte notizie per Molinaro quindi?” E lui ha risposto “no ma Molinaro ha già smesso…ancora non glielo hanno detto”.
    Quando è sereno è molto più simpatico: quando sentiva la tensione per il mercato erano pesci in faccia a tutti

    • @trapano – in effetti questo cambio di mentalità mi piace molto. come apprezzavo il gioco “cerebrale” di ventura, mi piace vedere una squadra che a milano, anche se con un milan leggermente “dimesso” attacchi fino al 95°, oppure non si accontenti dopo il 3 a 1 contro il bologna, ma continui a spingere. se poi oltre a piacermi, questa mentalità porterà anche punti pesanti ben venga!

  29. Bovo capitano e Molinaro vice. Secondo me fa pretattica e giocherà con
    Hart De Silvestri Bovo Castan Molinaro Benassi Valdifiori Baselli Martinez Boyè Falque. In alternativa Acquah al posto di Martinez ma Baselli dietro alle punte.