Mihajlovic: “L’obiettivo è l’Europa. Tifosi, siete fondamentali”

91
1694
toro
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: Sinisa Mihajlovic

L’allenatore granata alla festa dei tifosi per la presentazione del Toro: “Dovete essere sangue nelle nostre vene”. Mihajlovic scalda i presenti

Alla festa dei tifosi del Cap 10100, Sinisa Mihajlovic ha preso la parola per salutare il suo nuovo pubblico. A cui va subito una dedica speciale: “Siete voi la parte fondamentale, dovrete essere il sangue nelle nostre vene e l’energia nei nostri muscoli, quando verranno meno“.

Sarete il nostro uomo in più, chiunque dovrà faticare per batterci! Assicuro che tutti daranno tutto, il massimo. Non possiamo eguagliare di certo i risultati del Grande Torino, o di quello dello scudetto del ’76, ma ci proveremo. Il tifosi del Toro può accettare la sconfitta, ma solo se si è dato tutto“, continua l’allenatore.

Anche perdere per 100 anni di seguito è possibile, ma il tifoso del Toro resterà sempre quello. Il derby? Partita come le altre, vale tre punti: non posso promettere di vincerlo, ma che daremo tutto sì“.

Sicuramente questa è una squadra che può fare bene, ci serve qualche rinforzo ma la società sta lavorando per questo: l’obiettivo è andare in Europa, e se saremo uniti potremo farcela. Chi giocherà contro di noi dovrà essere consapevole che giocherà non solo contro i dme o di loro, ma anche contro tutti voi allo stadio. Noi daremo tutto“.

 

Condividi

91 Commenti

  1. Mihajlovic non va bene per il Toro! E’ un mese che è ufficialmente il nostro mister e non ha ancora neppure accennato a dove ravamo (Cittadella, Gubbio e Castellamare di Stabia!), ma solo al Grande Torino e alla squadra del 1976…. Vergogna! E poi, gli allenamenti a porte aperte e i cori “chi non salta gobbodimerda è…”. Ma scherziamo??? Grazie già da ora Miha, vada come vada, io ti ringrazio comunque!

  2. Scusa Sinisa ma la parte fondamentale per l europa sono i giocatori tecicamente più forti di quelli che abbiamo e ce ne servono almeno tre . Quindi per essere realisti avresti dovuto dire che per come siamo messi adesso possiamo lottare per salvarci se poi dovessere arrivare dei giocatori del calibro di Sirigu Soriano e Gabbiadini allora potremmo puntare più in alto !

  3. dai miha, siamo seri, vorrebbe dire comprare dieci giocatori del livello di ljjaic che prendono più di un milione e mezzo a stagione di media per sostituire quelli già partiti e tutta la batteria gazzi vives padelli bovo molinaro, oltre ai mediocri come zappa e baselli… guarda che qui non c’è il berlusca degli anni 90… abbiamo solo il berluschino del 2016, ocio ai proclami.

  4. Le parole, soprattutto nel mondo del calcio, se le porta via il vento, frasi fatte reiterate negli anni. Mi sono riletto le dichiarazioni di Miha fatte dopo l’arrivo al Milan, stesse identiche parole, stessi concetti solamente adattati al contesto ed alla situazione diversa. Aria fritta di un mondo finto ed irreale, aspettiamo la realtà dei fatti, nel calcio, come nella vita solo quelle contano.

  5. Nel frattempo approfitto del mio tempo libero per salutare Bruno Peres. In bocca al lupo. In Inghilterra con le.praterie che avrai di fronte potrai gioire e far gioire. Grazie di tutto e non dimenticare che qui sei diventato calciatore vero.

  6. Finalmente chiarezza fin dall’inizio: Europa!
    Non si e parlato di processi di crescita e di obbiettivi astratti che andavano dal 6° posto al 10°, si è parlato di doveri dei giocatori; correre, sudare e sputare sangue, il nostro è solo fare una trasfusione a questi giocatori di sangue granata!
    Sarà anche un paraculo, ma in passato perche’ costava tanto farci qualche carezza?
    Un solo appunto: ma il nostro sangue è compatibile con quello di Ljajic.

  7. A parole e visite ai luoghi Simbolo è partito bene. Uno scivolone il derby ma forse non è uno che riesce ad imparare tutto a memoria. Fa bene a dire che punteremo all’Europa perché sa che gli verrà affidato un organico di valore che il Toro non abeva dagli anni 90. Turti calciatori scelti e/o approvati da lui e che lui stesso ha modificato in corsa. Cosa po’ desiderare di più un Mister? ????

  8. Presumo che Miha non sia uno stupido. Se parla di Europa con la stessa rosa dell’ultima partita ma senza Glik ed Immobile (e qualche giovane in più) credo che abbia avuto rassicurazioni e sappia cose che noi non sappiamo. Quest’anno avremo comunque Maksi e Avelar che lo scorso anno praticamente non ci sono stati e una crescita verosimile di alcuni giovani: Silva, Zappacosta, Benassi, Baselli, Belotti e Martinez. Sono ottimista.

  9. @Mimmo75 10 luglio 2016 at 21:27
    “Comunque di la riportano Miha che dice che il ritorno in Europa è l’obiettivo del biennio.”
    Da qua hanno cambiato il titolo perché nel testo non c’era nel biennio.
    http://toro.it/video/mihajlovic-due-anni-voglio-leuropa/12711/#comments

  10. Adesso non stiamo a sottilizzare: l’obiettivo è l’Europa, ma non dipende solo da noi: se le 6/7 big non sbagliano annata, la coppa non ci riguarda. Ma se qualcuno toppa la stagione, noi dobbiamo essere lì, pronti ad approfittarne. A partire da quest’anno!

  11. Sì, sì… tutto ok… va bene Sinisa, bene essere chiari subito senza giri di parole, benissimo l’Europa, perfetto avere fiducia nei giovani ma pretendere giocatori maggiormente qualitativi… ma oggi più che mai i migliori siamo stati noi tifosi del Toro… l’ennesima conferma! Che sia di buon auspicio per la stagione che va a cominciare… FVCG!!!

  12. Ottimo a parole: l’obiettivo è andare in Europa:
    PERO’
    ci serve qualche rinforzo,
    INOLTRE
    se saremo uniti,
    QUINDI
    potremo farcela.
    Fiducia, ottimista, felici e sereni per Urby&Siny! OLÉ Urby, Forza Siny!!!

  13. Non mi esalto per le sue parole: dice quello che deve e che l’uditorio vuole ascoltare. Mai vista una presentazione, nella vita in generale e non solo nel calcio, in cui non ci fosse una previsione più che ottimistica. Molte volte purtroppo ho visto gli eventi non andare come preventivato od essere addirittura fallimentari. Oggi lo concedo, ma da domani lavoro e poi fatti. Sui quali giudicheremo

  14. Comunque di la riportano Miha che dice che il ritorno in Europa è l’obiettivo del biennio. E son d’accordo. Perché nel primo anno non si potranno pretendere i risultati. Almeno io non lo farò. Voglio solo vedere un progetto nascere e crescere bene. L’anno prossimo pretendero’ l’Europa.

    • Ha detto entrambi le cose..ma l’Europa la dobbiamo raggiungere quest’anno..non servono progettazioni delle palle e parole strampalate..niente crescita e progetto..ho mangiato merda per cinque anni..adesso voglio i risultati e voglio tornare a vincere..

      • Vita, credo che tutti vogliamo vittorie e soddisfazioni, non è questo il punto. Un nuovo ciclo difficilmente porta risultati immediati, è fisiologico. Vero che partiamo da una base buona, ma è altrettanto vero che cambieremo modulo, metodo di allenamento, mister e diversi uomini. Ripeto, voglio innanzitutto vedere idee chiare e unità d’intenti. Se ci saranno, i risultati verran da se.

        • Il Milan lo scorso anno parti con Miha cazzuto e voglioso, una campagna acquisti molto onerosa, annunci roboanti, buoni propositi e poi… un accozzaglia di gente confusa in campo con Miha che cambiava modulo, provando e riprovando, ogni due partite per poi “rifugiarsi” in un comodo ma modesto 442 per limitare i danni. Questo è quel che nonvoglio vedere.

          • Vita, servono i soldi, i giocatori, ma anche un progetto e la pazienza di svilupparlo. Il primo Cairo metteva soldi e comprava giocatori di nome e costosi. Ma non aveva un progetto, cambiava mister di continuo, cambiava ds, accumulava perdite e il Toro galleggiava, anonimo, in B. Oggi tocca a Cairo accontentare Miha, dalla prima di campionato toccherà a Miha mettere a frutto quanto chiesto e ottenuto. Soldi e progetto. Se manca una delle due componenti sei zoppo e arranchi.

  15. Beh direi parole completamente diverse da Ventura, avevo bisogno di qualcuno che riportasse un po’ di cuore toro….ora sotto coi fatti, voglio vedere sempre il max impegno, io sono carichissimo….carichiamo a testa bassaaaaaaaaa

  16. Strano, nessun percorso cinquantennale di crescita….. addirittura fissa un obiettivo!!!! Ultimamente gli obiettivi si scoprivano alla fine della 38esima giornata e, casualmente, erano sempre centrati con soddisfazione quasi plebiscitaria

  17. Ma per mettere un’immagine devo anche indicare il mio codice genetico? Ma cos’è ‘sto gravatar? Ma lo sapete, voi del sito, che navigo a malapena su internet e quando trovo qualcosa di interessante me lo annoto in matita sull’agenda? Vi sembro tecnologico? Ma mi avete guardato bene?
    ps. evviva Bielsa e la sua filosofia.

  18. Finalmente un altro allenatore che sa motivare e caricare i giocatori come facevano Giagnoni, Radice e pochi altri. Speriamo che anche tatticamente sia all’altezza della situazione. Sicuramente può lavorare su di un gruppo già affiatato e con una identità di gioco; gruppo che con i giusti innesti di qualità 3/4 può darci delle soddisfazioni inimmaginabili solo 4 0 5 anni fa. FVCG.

  19. Così, ad occhio, per quello che ho visto in campo oggi e sentito, non mi pare che Sinisa sia demotivato e prossimo alle dimissioni, come qualcuno aveva ipotizzato. Anche tutto il pessimismo che leggo in questo ed altri articoli di questo sito mi pare eccessivo. Sembra che l’obiettivo di molti qui sia quello di essere sempre contro, a prescindere…. FVCG.

  20. Invece di fantomatiche crescite oggi abbiamo finalmente un obiettivo dichiarato ed concretamente valutabile a fine stagione… Avanti così e caccia il grano Cairo che adesso si devono vedere i fatti!!!!

  21. salve. qualcuno mi spiega gentilmente cosa sarebbe la clausola rescissoria con cui stiamo, si dice, prendendo ljajic? è una cosa tipo: fisso a 13, se arriva una società e porta 13, è venduto. è una cosa così?

      • ti ringrazio, @iltorosempreecomunque. allora non lo voglio proprio, e la cos è grave. significa che, se farà bene andrà via, se farà schifo rimane. questo non è più calcio. questo è peggio di un prestito. è l’idea che fa schifo. se è così spero che rimanga in panca per tutta la stagione. ma non è solo questo. se lo prendono con una clauosola rescissoria che sia meno di 16/17, allora è proprio grave il principio. cosa devo fare? sperare che giochi male? che se gioca bene mi faccio del male da solo? che senso ha? no.

    • Certamente, solo il calciatore può rifiutare mentre il club proprietario non può far altro che incassare. Spesso la inserisce la società di appartenenza (il calciatore la deve accettare e sottoscrivere) e quando la inserisce lo fa mettendo cifre molto alte Higuain style oppure può succedere di fare come la Roma che l’ha messa troppo bassa per Pianic (errore non rinegoziarla l’anno prima) forse non credendo in pieno nel giocatore. Quando la pretende il calciatore e la esige particolarmente bassa significa palesemente che “spera” di mettersi in risalto ed essere acquistato da un altro club di suo maggior gradimento. Ecco perché l’iniziale richiesta del procuratoe, che io non accetterei mai, è “solamente” di 13ml.

      • grazie @thethiman. a mente calda posso solo pensare due cose: non lo voglio, la prima. la seconda: è molto grave se facciamo arrivare un giocatore con quella clausola. e roba da morte del calcio. un prestito almeno sai che dura un anno, sia che giochi bene, sia che giochi male. così è una cosa assurda. io voglio tifare per il giocatore e se tifo per il giocatore sono autolesionista. è la morte del calcio.