Nestorovski-Belotti: dalla Macedonia a Palermo, presente contro passato

1
446

Il gigante rosanero non teme i granata e si è detto pronto al duello con il Gallo, dopo la sfida con la Nazionale in Macedonia

Nestorovski sta sicuramente vivendo un momento positivo a livello personale, soprattutto dopo aver realizzato il gol del momentaneo pareggio contro l’Italia. Tuttavia il suo Palermo fatica a fare punti e lunedì avrà di fronte il Toro, reduce dalle due vittorie su Roma e Fiorentina. Il numero 30 rosanero non teme né i granata né la sfida a distanza con Belotti, anche se sarà chiamato a confrontarsi con un giocatore che è stato il miglior marcatore italiano dello scorso campionato e, dopo essersi confermato bomber in questa prima parte di stagione, ha dato prova delle sue doti anche in Nazionale, firmando la rete che ha sbloccato il punteggio iniziale contro la Macedonia.

Nestorovski, però, sembra convinto, e ha ragione, che la gara tra rosanero e granata non possa ridursi a una sfida tra attaccanti. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il “Gigante di periferia”, come lo chiamano sin da giovanissimo, in merito al prossimo turno di campionato ha, infatti, dichiarato: “Sfida a distanza tra me e Belotti? L’importante è che vinca il Palermo. Ci proveremo. Sarà una gara difficile, ma dobbiamo lavorare per tentare di vincere questa partita”. Da queste parole, quindi, si evince la volontà di non rispondere a chi vuole insistere su questo confronto tra lui e il Gallo, ma, al tempo stesso, le sue dichiarazioni possono sottolineare anche il fatto che non teme il duello con l’attaccante azzurro, anche perché, sebbene solo per una sera, Nestorovski si è dimostrato già all’altezza di Belotti, eguagliandolo in quanto a gol e prestazione nello scorso match di qualificazione, nonostante giochi per una selezione, la Macedonia, che per tradizione calcistica e tasso tecnico dei giocatori è nettamente inferiore all’Italia.

Un ragionamento simile, magari, può essere fatto anche per quanto riguarda Palermo-Toro di lunedì, una partita in cui si incontreranno due squadre con obiettivi e organici molto diversi, una situazione in cui forse Nestorovski può dare il meglio di sé. L’attaccante macedone, ormai nuovo idolo dei tifosi palermitani, s’impegnerà al massimo nel tentativo di ripetere quanto fatto con la propria Nazionale, ma avrà di fronte una squadra, il Toro, in cui Belotti ha trovato la sua dimensione ideale e vorrà essere protagonista al Barbera, anche in virtù del suo passato, per confermare, semmai ce ne fosse bisogno, quanto Zamparini abbia sbagliato a cederlo.

Condividi

1 COMMENTO