Padelli, la coppa lo rilancia: una buona vetrina per il mercato

35
1350
CAMPO, 29.11.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 4.o turno di TIM Cup, TORINO-PISA, nella foto: Daniele Padelli

Prestazione ottima di Padelli contro il Pisa: il portiere granata si è preso la sua rivincita e ora attende il mercato di gennaio

Relegato a secondo portiere dopo l’arrivo di Hart, anche per Daniele Padelli la partita di Coppa Italia contro il Pisa doveva essere l’occasione per mettersi in mostra e tornare a proteggere la porta granata dopo l’allontanamento dalla titolarità in campionato. E così è stato. Per l’estremo difensore granata non è di certo stata una partita eccessivamente complicata: per più di un’ora si ritrova a ricoprire il ruolo di spettatore non pagante, con un Pisa mai in grado di arrivare ad impensierire la retroguardia granata né tanto meno di chiamarlo in causa direttamente. Fino al 37′ del secondo tempo, quando un ispirato Lisuzzo riesce a sfondare il muro difensivo della formazione di Mihajlovic e creare la prima vera azione pericolosa della squadra di Gattuso: solo l’intervento miracoloso di Padelli salva il Toro da un possibile svantaggio. 

La partita di Coppa doveva essere una vetrina, l’occasione per farsi trovare di nuovo pronto, e Padelli la chance l’ha sfruttata al meglio. Una prestazione che permette al portiere granata di togliersi qualche sassolino dalla scarpa, rispondendo sul campo alle tante critiche ricevute nell’ultima stagione ma, soprattutto, una partita che gli permette di mettersi in mostra anche in chiave mercato.

CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: Daniele Padelli deluso dopo gol 1-1
CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: Daniele Padelli deluso dopo gol 1-1

Già, perché proprio Padelli, è diventato nelle ultime settimane l’oggetto dei desiderata di diverse squadre. Non è più una novità, ormai, che il Crotone abbia sondato il terreno in maniera concreta con la società granata che, vista la scadenza del contratto di Padelli a giugno, vorrebbe monetizzare dalla cessione del portiere. Ferma restando la necessità di trovare innanzitutto il suo giusto sostituto. Nel frattempo, viste le poche sicurezze offerte dal portiere rosanero Posavec, anche il Palermo sembra piuttosto interessato all’estremo difensore granata. La squadra siciliana è in piena crisi e un portiere più solido, in grado di dare maggior certezza sarebbe di certo di grande aiuto. Ancora una volta però a complicare i già precari equilibri dei rosanero ci pensa l’ennesimo esonero dell’era Zamparini. La sconfitta in Coppa Italia contro lo Spezia è stata fatale per De Zerbi e l’incertezza, che ormai regna sovrana a Palermo, complica inevitabilmente anche i discorsi di mercato.

Resta il fatto che l’ottima prestazione di Padelli non può che confermare le aspettative di chi su di lui ha messo gli occhi: il Toro attende, Crotone e Palermo restano alla finestra in attesa di poter sferrare il colpo a gennaio.

Condividi

35 Commenti

  1. Maraton ti rispondo ora,di persona no,ma da due persone un padre e figlio che se le son sentite dire in faccia.erano sbigottiti e schifati.tra l’altro due tifosissimi,e non di quelli esaltati.gente che conosco da i più di vent’anni

  2. Padelli col PISA ha fatto forse una delle più belle parate da quando è con NOI!

    Poi ha salvato una seconda volta il risultato sul folle retro passaggio di Afryie..
    Ma è stato chiamato in causa solo le 2 volte…

    Sui grandi numeri ..si vede il rendimento…

    Tuttavia, Padelli me lo tengo, anche perchè il TITOLARE è un vasetto di Yogurt a scadenza certa..

    A meno che il buon CAIRO, non compri tutta la confezione…

    Ma sarebbe per CAIRO un allungamento dell’arto che manco fosse uno dei Fantastici 4 ci credo..

  3. devo scrivere a scatti,cazzo.Silvano Martina sta cercando in tutti i modi pox,di farlo rinnovare,come dodicesimo,in cambio di serio aiuto in una eventuale trattativa importante.il palermo ha un tenue interessamento,in realta’ non ha richieste.il crotone ha solo chiesto informazioni,nulla piu’

  4. su padelli io e bischero la pensiamo totalmente nella stessa maniera,si posson cambiar le virgole,ma il succo è quello.le frasi del citofono,”cazzo volete,tre anni fa eravate in b”e “che c..volete da me che rappresento il toro in nazionale”va tenute presenti

  5. Se Padelli vuol rimanere con noi…fino al termine della stagione come secondo x me va benissimo… (a proposito. ..complimenti x la paratona di martedì)…se volesse andar via…richiamiamo Gomis. ..poi a giugno si tireranno le somme.
    F.V.C.G.

  6. concordo con bischero. è vero anche Hart talvolta commette errori, ma ha una straordinaria capacità di “passarci sopra” e a volte è pure capace di porvi rimedio nella stessa azione, come è successo in un frangente a crotone. E’ un freddo che però al tempo stesso infonde entusiasmo e serenità alla difesa e ai tifosi. Inoltre, passando al personale, proprio lui, con il carrierone che alle spalle, si è calato con umiltà e determinazione nella parte qui al Toro, apprezzando pubblicamente più di una volta l’ambiente granata e dimostrando di essere contento di essere qui. Padelli, con la…”carrierina” che ha alle spalle, ci ha detto “ma che volete voi, 2 anni fa giocavate a cittadella”, sempre con quell’aria scazzata da genio (presunto) incompreso…è solo un miracolato dalle conoscenze, (e non mi riferisco solo a ventura).

  7. Come sostengo da anni(cioè dalla vicenda gillet)padelli Tecnicamente non è malvagio….è ordinario.il suo problema(fondamentale per un portiere)è la totale mancanza di freddezza personalitá e capacitá di reggere alle pressioni che il ruolo in primis impone.lui è un 12 e la sua cariera lo dimostra.nessun fastidio e preoccupazione…qualche apparizione all anno e poi si ritorna col culo in panchina.hart è di un altro pianeta…sopratutto mentalmente.basta vederlo come reagisce alle cappelle che fa…in un occasione ma non ricordo quale addirittura lo inquadrarono che sorrideva dopo un errore.la testa per un portiere è molto…forse quasi tutto.

  8. vabbè osservatore però mettere sullo stesso livello HART e padelli può stare solo nella mente di un consumatore di LSD. ho riconosciuto che martedì padelli ha fatto un’ottima parata, (peraltro seguita da una mezza cappella dopo qualche minuto), ma mettere sullo stesso piano il titolare della nazionale inglese, ex titolare nel manchester city, con un carisma da vendere, una sicurezza in sè stesso che dà sicurezza a tutta la difesa, con padelli, che alle spalle ha una lunga carriera da panchinaro tra A e B, tranne una velocissima (chissà perchè?) comparsata col liverpool, può farlo solo un parente, un amico o un procuratore di padelli. Il quale, aldilà del discorso tecnico, con me ha chiuso da quando ci ha sfanculati pubblicamente al termine di una partita indegnamente persa l’anno scorso (mi pare toro udinese in casa a dicembre).

    • Caro Kurtz, io proprio non capisco. Io non li ho affatto messi sullo stesso piano. La televisione (pure bella grande) c’è l’ho anch’io per vedere le differenze e quando vedo le cappelle di Hart vedo che spesso, dopo averle fatte, riesce pure a porvi rimedio, senza parlare poi dell’abissale differenza dei 2 sotto il profilo commerciale. Ciò premesso, ho detto semplicemente che, nonostante il blasone pure Hart fa le cazzate e su questo non credo di poter essere smentito. Tale affermazione è più che altro propedeutica per la conclusione del mio pensiero dove sostengo convintamente che, al netto delle sue colpe (e ne ha), su queste colonne si sono imputati a Padelli anche molti gol dove non c’entrava nulla.

  9. Secondo me deve rimanere, almeno fino a fine stagione. In giro non c’è molto meglio alla nostra portata economica e con una eventuale dipartita di Hart a Giugno potremmo anche essere senza entrambi i portieri. Per quanto riguarda le cazzate mi par che anche Hart non se le faccia mancare, fanno parte del calcio. Fra l’altro alcuni degli errori che gli vengono imputati non sono nemmeno tali. Esistono solo nella mente di chi lo odia e vede cappelle anche quando non ci sono.

  10. come secondo per me potrebbe anche restare. bisogna vedere però 1. se ha mercato minimamente vataggioso per cairo; 2. la famigerata “volontà del giocatore”. ottima parata martedì, diciamo che insieme a gustavson è stato l’unico “panchinaro” ad essersi guadagnato “la pagnotta”.

  11. Il fatto che sia oggetto dei “desiderata” del Crotone non credo che lo scalfirà più di tanto, chiunque preferirebbe giustamente andare in scadenza ottenendo così un ingaggio molto più cospicuo. Rimarrà sicuro a meno che l’eventuale corteggiatore non sia il Crotone o paesi limitrofi.

  12. Le occasioni le ha avute e non le ha sfruttate a dovere. Bravo l’altra sera a rimanere concentrato nell’unica occasione vera (e decisiva), ma tante incertezze e poche parate decisive, al netto della prima stagione dove era cresciuto tanto.
    A Gennaio parte anche solo per questioni di bilancio e di scadenza contrattuale. Buona vita a lui!!

  13. Dite quello che volete, ma Padelli è un buon portiere da serie A. Basta guardarsi intorno (tanto per dire, se avete visto il Cagliari a Torino, o il Palermo). Poi si pone il problema del livello a cui volgiamo ambire, e se la qualità media aumenta, è lecito chiedere (ed attualmente abbiamo) di più. Ad esempio: un Gazzi che andava benissimo, innalzando il livello medio, si è ritrovato rincalzo. Ma non perché sia peggiorato lui, semplicemente il tasso tecnico (mi sembra evidente) si è elevato. Il mio unico dubbio è se accetta volentieri o meno di fare il secondo. Se non crea problemi, per me può anche restare. E poi c’è l’aspetto economico. Se rischiamo di perderlo a parametro zero, meglio forse racimolare qualcosa. Lo dico da persona che non lo ha mai amato o apprezzato, e so che abbiamo anhe perso punti importanti. Offenderlo mi sembra idiota.

  14. Siete abbastanza ridicoli con questi articoli. Con le sfumature, di questi articoli, intendo. Padelli è meglio che rimanga al suo posto, sulla nostra panchina, a mio parere. Perché la stagione è lunga e non si sa mai. L’esultanza dell’altra sera mi sembra quella di chi vorrebbe sollevare un trofeo in maglia granata, a fine stagione. Non quella di chi vorrebbe andarsene il prima possibile. Fra l’altro, un paio di giorni fa, su Padelli ho letto un messaggio dai toni “mafiosi”, fra i commenti. Pazzesco che in casa Toro esistano cose simili. Tuttavia esistono e bisogna prenderne atto.

    • Non voglio difendere padelli ma i fatti , e non parlo della partita di coppa italia, dimostrano che in Italia tutti questi grandi portieri non ci sono. Dietro a Buffon (che cmq ha la sua età) , Handanovic (che rimane uno dei migliori in italia) , Donnarumma che sta emergendo alla grande , portieri affidabili molto piu di Padelli non se ne vedono nella realtà…. se la vogliamo dire tutta pure Hart spesso e volentieri ha la saponetta tra le mani eppure tutto gli è concesso (e sia chiaro a me piace cmq)…. quindi prima dell’arrivo di Hart tutti chiedevano la cessione di Padelli ma per prendere chi? ma gli altri portieri medi italiani li avete visti? non fanno meno “padellate” di Padelli.