Coppa Italia: Parigini non incide, stasera potrebbe toccare a Gomis

8
1126
Parigini
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: Vittorio Parigini

L’attaccante granata in prestito al Chievo è stato schierato titolare, ma non è riuscito a lasciare il segno. Donadoni potrebbe dare spazio a Alfred Gomis

Il match di Coppa Italia tra Chievo Verona e Novara ha visto il ritorno in campo di Vittorio Parigini. Il giovane attaccante, in prestito dal Torino, non è riuscito a incidere nonostante la buona prova della sua squadra. La prestazione è stata tutto sommato sufficiente, ma non è bastata per ricucire il rapporto con il tecnico Maran.

Come ribadito anche recentemente dallo stesso attaccante, il rapporto tra lui e il tecnico del Chievo non è mai decollato: Parigini si è sempre sentito poco considerato da Maran e i minuti in campo sono stati davvero pochi. Motivo per cui, nella prossima finestra di mercato, il Toro cercherà all’attaccante una nuova sistemazione in prestito in Serie A, o in una squadra di vertice in Serie B. I granata hanno bisogno di valorizzare il proprio giocatore e faranno di tutto per trovargli una sistemazione nuovamente stimolante. Il resto sarà compito dello stesso Parigini, che dovrà dimostrare di meritare effettivamente di più di quello che gli ha concesso Maran in questa prima metà di stagione.

Questa sera, nella partita di Coppa Italia tra Bologna e Verona, Donadoni potrebbe schierare tra i pali un altro talento granata in prestito: Alfred Gomis. Il giovane portiere ha vissuto una prima metà di stagione molto sfortunata. Il Bologna lo aveva infatti acquistato, negli ultimi giorni di mercato, per sopperire alla momentanea assenza di Mirante e per contendere il posto da titolare a Da Costa. Un infortunio alla mano nei primi giorni di allenamento con la nuova squadra ha compromesso, però, la sua avventura. Adesso, con il rientro di Mirante, Gomis non avrà più spazio. L’occasione per giocare la sua prima partita con il Bologna potrebbe essere proprio stasera. La prima e, con ogni probabilità, anche l’ultima: il mercato di gennaio lo porterà in un’altra squadra, e non è da escludere un ritorno in granata in caso di partenza di Padelli.

Condividi

8 Commenti

  1. Io fossi in petrachi riporterei a casa sia parigini che gomis a gennaio.sono entrambi talenti veri.con le problematiche e le bizze dei giovani calciatori ma per non giocare in prestito possono non giocare a torino.gomis sostituirebbe padelli allenandosi vicino ad un campione.parigini andrebbe a sostituire martinez che ha fatto il suo tempo.oltretutto a mio avviso ha caratteristiche un po piu utili al tridente del toro.

  2. Si sa benissimo quale è il problema di Parigini. Non certo la mancanza di talento.il punto è che le cose continuano a non cambiare, anzi peggiorano. Mi auguro, per il toro, che un giorno questo ragazzo inizi a raddrizzare la schiena e che riesca poi a pensare con la sua testa e solo la sua, scrollandosi di dosso chi è davvero, calcisticamente parlando, il suo male.

  3. Che il Chievo non lo faccia giocare tanto…ci sta…anche xke’ non è un loro giocatore…che poi non lo faccia giocare x niente. ..beh. ..questa è un’altra storia. Ricordo che l’anno scorso il Cagliari dava Barreca inamovibile…poi…quando a promozione in tasca…Lo hanno messo da parte senza farlo più giocare…sapendo che il giocatore non era loro e magari speravano che il Toro non lo controriscattasse….mentre loro nel frattempo lo riscattavano. Cmq. Il Parigini visto in coppa non mi ha entusiasmato…anzi. ..