Raccattapalle “lenti”: Roma, è capitato anche a te!

21
2939
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Luciano Spalletti

Nel post gara Spalletti ha lamentato la lentezza dei raccattapalle nel fornire il pallone: per il Toro ammenda da 5 mila euro, ma è successo anche alla Roma

Nel comunicato del Giudice sportivo che si riferisce alle gare dell’ultima giornata spicca l’ammenda da 5 mila euro inflitta al Toro: la società è stata multata per “avere i propri raccattapalle sistematicamente rallentato, dalla fine del primo tempo fino al termine della gara, la regolare ripresa del giuoco nonostante i plurimi richiami del Direttore di gara”. Non è la prima volta che un provvedimento del genere viene adottato.

Ripercorrendo a ritroso i precedenti di questa curiosa motivazione, ci si imbatte in Udinese-Empoli dello scorso campionato, in cui i friulani vennero multati per il medesimo comportamento. In quel caso con una ammenda da euro 3 mila. Un anno prima, nel 2015, è stata proprio la Roma a subire lo stesso trattamento: in occasione di Roma-Napoli, la società capitolina è stata multata di 12 mila euro, anche per aver “omesso di intervenire, nonostante i reiterati solleciti arbitrali, affinché i raccattapalle sistematicamente ed intenzionalmente non ritardassero la ripresa del giuoco”. Sulla panchina giallorossa, all’epoca, sedeva Rudi Garcia, predecessore di Spalletti. Considerate le parole dell’attuale tecnico della Roma, che nel post gara di Torino-Roma ha sottolineato la lentezza dei raccattapalle del Toro nel fornire tempestivamente il pallone “Sparivano, Toro con mentalità vecchia”, emerge la netta incongruenza con Garcia. Curioso anche questo.

Il tourbillon di ammende emesse dal Giudice Sportivo Tosel, con medesima motivazione, non finisce qui: nel 2008 in Catania-Roma (ancora i capitolini presenti sul luogo del misfatto), alla squadra etnea venne inflitta una multa da 3 mila euro, in quanto i ragazzi addetti al recupero del pallone “hanno volutamente ritardato la sollecita ripresa del gioco”. E, ironia del destino, a subire i ritardi dei raccattapalle c’era proprio Luciano Spalletti. Insomma, l’ammenda rifilata al Toro non rappresenta un unicum nel panorama calcistico italiano, ma la bizzarria e l’estrosità delle motivazioni, permane.

Condividi

21 Commenti

  1. Credo che il buon cairetto spenderebbe volentieri altri 5.000 euro a partita per ingrigliare una serie ininterrotta di risultati come quello di domenica 😉

    Spalletti,
    pensa a risolvere i problemi della tua squadra piuttosto che attaccarti alle sciocchezze sui raccattapalle.
    Illuminanti i commenti dei tifosi romanisti su vari siti: florenzi e peres non sono terzini, peres a sx è un’eresia, de rossi è bollito, la società è ostaggio di capitan totti e signora, pallotta non capisce una emerita cippa e sta a detroit, sabatini ha fatto l’ennesima campagna acquisti a muzzo di cane, come si fa a cedere jago falque e tenere iturbe, juan jesus è una chiavica, fazio (autore dell’autogol del 3-1) è la riserva della chiavica, spalletti parla di blasone ma mette in campo la squadra senza criterio, ecc.
    L’aria attorno alla roma si fa sempre più pesante…

  2. bellissimo il commento di max63 … ma l’UNICA soluzione sta nel tempo effettivo , che non si capisce perché non sia mai stato adottato (nel basket c’è praticamente da sempre , come nell’hockey e in molti altri sport) , anche per evitare recuperi farlocchi , che oltretutto gli arbitri decidono spesso alla cazzo !

    • Forse perché per raggiungere 90 minuti effettivi si impiegherebbero quattro ore e mezza. Le modifiche nei regolamenti si applicano per rendere gli sport più televisivi, piuttosto che regolari. Nel frattempo, accontentiamoci dell’introduzione della spy-cam technology e speriamo che si possa fare qualcosa sui fuorigioco, che, tecnologicamente parlando, sono facilmente giudicabili 🙂

      • Se calcoli la durata media del tempo effettivo per le partite è intorno ai 60 minuti, quindi passando al tempo effettivo basta fare due tempi di 30 minuti, senza nessun recupero, ma con cronometro ben visibile e che si blocca a ogni interruzione. Dopo un po’ le partite diventerebbero molto più veloci e, soprattutto durerebbero tutte lo stesso tempo effettivo… Adesso ci sono differenze che vanno dai 5 ai 10 minuti…

  3. Tutte cagate. Il vero comportamento antisportivo quello più viscido e schifoso di tutti è quello che fanno quasi tutti i giocatori: stare a terra fingendosi morti per costringere l’avversario a buttar fuori palla, bloccando così spesso azioni che potrebbero essere pericolose e cmq dando la possibilità alla propria squadra di risistemarsi in campo. Li servirebbero tanti gialli per simulazione. ma agli arbitri italiani mancano palle e cervello.
    Una volta ti insegnavano a rialzarti subito che se l’arbitro non interrompeva l’azione era cavoli amari, adesso ti insegnano il contrario per questo finto fairplay (una sorta di politicamente corretto).

  4. Tutto questo e molto altro (sceneggiate dei morti resuscitati, passeggiate avanti e indietro dei portieri prima di rimettere in gioco, ecc.) sarebbe facilmente evitato con il tempo effettivo, preservando tra l’altro l’equità sportiva. Non vedo perché ora alcune partite debbano durate 65 minuti e altre 55, tanto per fare un esempio. Ma si sa, il calcio piace proprio perché lo si può manipolare a piacere…

  5. Dispiace essere multati per un comportamento così vile e antisportivo. Secondo me è una vergogna che ci sia qualcuno che spiega a dei ragazzini quanto rapidamente devono restituire il pallone.
    E poco importa se “lo fanno tutti”. Noi non siamo tutti. Profondo dispiacere

  6. ” E vi odio voi romani,io vi odio tutti quanti,brutta banda di ruffiani e di intriganti,distruttori di finanze e nati stanchi,siete un peso alla nazione,siete proprio brutta gente,io ti odio grande Roma decadente…” Alberto Fortis più di 30 anni fà aveva già capito tutto,oggi mi sento Alberto Fortis..

  7. Attaccarsi hai ritardi dei racattapalle e da squadretta! Una squadra importante capisce di aver perso meritatamente, accetta e non si perde in queste cretinate, cosa abbiamo perso 30 secondi?? Ma per favore, la Roma mi sta simpatica,forse perché mi sta sul cazzo la Lazio! Dai siete la grande Roma e noi tifosi del Toro ne siamo consapevoli, accettate questo verdetto del campo e cercate di rimediare, comunque vi auguro di arrivare davanti alla Juve! Amen