Top & Flop di Torino-Trapani: cosa è andato e cosa no al “Grande Torino”

2
2692
Top & Flop

Esordio col botto per i granata, ma restano alcune pecche difensive da rivedere. Ecco i Top & Flop di Torino-Trapani: i promossi e i bocciati della partita

È andata bene, come prevedibile. Anzi, meglio di quel che ci si poteva attendere. Finisce con un roboante 7-1 Torino-Trapani di Coppa Italia, nel giorno dell’esordio in competizione ufficiale per il nuovo Toro di Sinisa Mihajlovic. Il tecnico ha deciso di schierare tutti e tre i volti nuovi della sessione di calciomercato, mentre il resto del gruppo, già consolidato, è tornato a calcare il terreno del “Grande Torino” che già conosceva da un anno. Ecco i Top & Flop della partita.

TOP

UN ATTACCO ATOMICO: non c’è che dire. Il Torino ricomincia da dove aveva terminato, da un reparto offensivo, cioè, di altissimo livello. Sono rimasti tutti i migliori, e il nuovo modulo sembra valorizzare oltremodo il talento cristallino di Ljajic, devastante quando è in vena. Certo, gli avversari non erano irresistibili, ma vincere 7-1 non può che far ben sperare in vista dei primi impegni ufficiali. Il Toro, il suo attacco per lo meno, c’è. Ed è un bel vedere.

L’ESORDIO DI N’KOULOU: anche in questo caso, vanno tenute le debite proporzioni dal momento che il Trapani non era avversario ostico. Ciononostante, con una sola settimana di lavoro alle spalle, il camerunese ha fatto capire di avere già quella sagacia tattica che potrà permettere un facile inserimento all’interno del gruppo di Mihajlovic. Non per niente, è stato provato titolare tutta la settimana e, soprattutto, venerdì scorso. Non per niente, anzi, con il Bologna spera di poter essere confermato, per iniziare subito con il piede giusto.

LA SECONDA GIOVINEZZA DI MORETTI: non c’è nulla da fare. Si conferma ancora una volta tra i migliori. Le Primavere passano, certo, ma lui sembra ancora un ragazzino, per dedizione, voglia di applicarsi e determinazione. Non solo, capitana tutta la retroguardia con la fermezza di un leader. È un valore aggiunto, dentro e fuori dal campo. Chi trova un Moretti, trova un tesoro.

FLOP

L’ERRORE SU CALCIO PIAZZATO: è l’unica nota stonata di una gara altrimenti perfetta. Il Torino, che pure in allenamento ci ha lavorato davvero tanto, ha ancora una volta subito gol da situazione di calcio piazzato. Un vecchio errore che la squadra fatica a scrollarsi di dosso. Fortunatamente, di fronte c’era il Trapani, le cui maglie difensive troppo larghe non hanno impedito a Belotti e compagni di fare sfaceli lì davanti. Ma alla prima occasione utile, i siciliani hanno bucato la porta di Sirigu. Ci sarà ancora molto su cui lavorare.

Condividi

2 Commenti