Toro, Boyè e Martinez subito protagonisti: tante alternative in attacco

60
1977
CAMPO, 13.8.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 3.0 turno di Coppa Italia, TORINO-PRO VERCELLI, nella foto: Lucas Boye esulta dopo il gol 4-1

L’argentino ha realizzato un gol da favola, Martinez si è disimpegnato bene sulla fascia: Mihajlovic può contare sui sudamericani

Tre gol su quattro della partita di ieri sono arrivati dai sudamericani. Bruno Peres, Martinez e Boyè sono stati decisivi nella prima uscita stagionale ufficiale del Toro targato Sinisa Mihajlovic.

Se il brasiliano pare ormai a un passio dall’addio, lo stesso non si può dire per Martinez, che avrà l’occasione di trovare spazio nella nuova posizione di esterno del tridente. Ruolo che occupa anche il nuovo acquisto granata Boyè. Il tecnico serbo punta molto sul lavoro degli esterni d’attacco, anche dal punto di vista atletico, e sarà quindi necessario avere i giusti ricambi durante tutto il corso della stagione.

Martinez non è nuovo ai tifosi granata: velocità e grande esplosività, nonostante la bassa statura. Ieri il gol è arrivato addirittura di testa, su azione di calcio d’angolo. Il venezuelano sembra a proprio agio nel ruolo di esterno, viste le sue caratteristiche fisiche e la sua propensione a rincorrere gli avversari. Per diventare una vera alternativa a Iago Falque (Ljajic appare inamovibile), servirà migliorare sotto l’aspetto della gestione del pallone e della finalizzazione. Limiti che hanno condizionato il suo impatto con la serie A.

Ancora tutto da scoprire, invece, l’argentino Boyè, arrivato a fari spenti in estate dal River Plate. In ritiro è stato subito uno dei più positivi e ha attiratto le attenzione degli addetti ai lavori e di tanti tifosi. L’argentino ha grande voglia di imporsi in serie A con la maglia del Toro, ma soprattutto ha qualità tecniche fuori dal comune. Il gol di ieri ne è stata la dimostrazione: stop spalle alla porta di sinistro, tocco di destro e tiro imparabile sul secondo palo, al volo, di sinistro. Una rete da vedere e rivedere, che solo un giocatore con mezzi tecnici importanti è in grado di realizzare. Nulla ha potuto Zaccagno, ma nulla avrebbe potuto chiunque nella sua posizione.

“El Toro”, così è soprannominato Boyè (e non può che essere di buon auspicio) ha giocato una ventina di minuti, ma è stato capace di mettersi subito in mostra, soprattutto dopo la rete. Corsa, grinta, forza fisica e grande tecnica. Caratteristiche perfette per fare la differenza sulla fascia. Il giocatore è giovane, ha ancora molto da imparare tatticamente, ma sicuramente può crescere e diventare una pedina importante per il Toro.

Condividi

60 Commenti

  1. A me Martinez non è mai piaciuto e di occasioni scusate ne ha avute, mi sembra afranco Ramallo e speri di sbagliarmi. Boyè è il classico argentino che mi fa godere, potente, grintoso e pazzo al punto giusto, se ci mettiamo che ha 20 anni. Personlamente con giocatori esperti come il Maxi, Ljiaic, Yago e il Gallo aggiungerei Boyè e scommetterei su Aramu, Martinez cia

  2. Ci sta in gruppo come questo avere pensieri e opinioni diverse .ma penso che tutti quanti dovremmo avere più rispetto verso gli altri.io per primo e mi scuso con chi ho avuto diverbio in passato.questa passione dovrebbe unirci

  3. Comunque dai per la serie vediamo qualcosa di positivo io uno capace delle gioCate che ha fatto Liajc ieri sera al Toro.erano secoli che non lo vedevo. Anche il gol di Boye fa ben sperare. La cosa triste è che subito dopo pensi: questo andrà via tra un anno o due? Questo è il tasto dolente. Siamo la società dell’attimo fuggente…..

  4. A 15 milioni equivale a svenderlo. E la responsabilità è anche di chi non l’ha coinvolto appieno nel progetto tecnico.
    Molti criticano De Laurentis, ma il Napoli è un esempio da seguire, per come è cresciuto vendendo i migliori, ma trattenendo giocatori corretti come Hamsik davvero legati alla maglia. E così avremmo dovuto fare noi con Peres. Ricordando anche che partecipare alle coppe europee vuole dire maggiori introiti, maggiore visibilità e plusvalenze ancora maggiori.
    Sarà dura da mandare giù questa svendita di bruno peres.

    • Il problema non è comprarli ma convincerlo a restare con gli ingaggi che ci possiamo permettere noi e quelli delle big… Banega è stato preso a zero dall’inter, ma guarda quanto lo pagano… Poi moltiplica per due quello è il costo per la società… 2 mln per bruno, per maksi, per ignobile, glik Ljaic ecc ecc vedi che restano tutti senza problemi con o senza europa

  5. ascoltato ora da sky sport : Peres ceduto alla Roma per il 75% alla cifra di 15 ml.i e gia’ domani potrebbe essere a villa Stuart per le visite mediche !!!! Un altro , il migliore , che se ne va’ : ma chi verra’ ora ?

  6. @Leo, ciao.
    Non ho visto la partita di ieri quindi non posso dir nulla.
    La campagna acquisti sebbene in continuo calando rispetto alle aspettative la ritenevo ancora più che sufficienti.
    Ma adesso con la bomba Maksi comincio a nutrire qualche dubbio.

    Penso che la colpa sia ancora esterna alla società e che alla fine ci sia poco da fare…ma a questo punto sarebbe privo di senso svendere Peres anche per quello che rappresenta.
    Io Maksimovic adesso non lo terrei più e il mercato lo farei solo con lui sfruttando il momento e il gioco di incatri Napoli Chelsea..

    Peres oggi vale poco…sarebbe svenderlo a 15ml quindi se andrà via cambio opinione su tutto!!! De Silvestri ci costerà 6-7ml Tomovic 7-8 e Izzo10ml è un mercato di merda….ma gli ultimi giorni in tanti dovranno sfoltire..
    Ma vendere Peres per uno di questi sarà comunque un macigno su chi ha avvallato,l’operazione e questo mi preoccupa. TU che dici???

    Intanto la Lazio fra una contestazione e l’altra dopo Immobile prende quel Bastos che sembrava un fenomeno 2anni fa e d e’ su Cerci. Se prenderà Cerci per due soldi fa la nostra coppia mr. 35goal..in più ha F.Anderson, Keita e Djorjevic e Lukaku.
    Poi noi siamo qua a menarcela su Cairo e le plusvalenze…

  7. Crippa un altro che comprato e venduto dopo due anni, come Pessotto….E Lentini, Marchegiani……è una vita che funziona così. Forse qualcuno se lo dimentica. La Red Bull ci voleva comprare…..ci avrebbe fatto cambiare i colori sociali, lo stemma e il nome…..Dobbiamo amare la maglia non i nomi altisonanti e mercenari che vorremmo che venissero acquistati. Letto di Balotelli, Cassano, Aquilani…..Edmundo no?

  8. Rotor domandati pero’ perche’ Matteo e’ andato allo United per 20 fischioni e Bruno se e dico se va via va a Roma per 15.
    Forse perche’, come diceva il mister, in fase offensiva e’ da top club, mentre in difesa e’ disastroso. Lasciando stare poi la continuita’ di rendimento…

    • Invece secondo me e’ la dimostrazione che la Roma aveva una prelazione se no non ci avrebbe dato Ljalijc o avrebbe preteso una cifra piu’ elevata per il serbo,comunque e’ in arrivo DeSilvestri gia’ bloccato.

  9. Evidentemente Sabatini e’ un genio del mercato riesce ad avere Peres dal Toro in prestito con obbligo di riscatto per 15 milioni senza bonus,con la sola clausola del 25% al Toro in caso di futura rivendita(GianlucaDiMarzio.com).Ma non era quello per cui Cairo per meno di 25 milioni non faceva vedere manco la foto?E poi magari a 30 anni che percentuale di rivendita ci sara’? Affare incomprensibile se vero,che ne dite amici? Del resto dopo 1 anno alla Roma Sabatini vendette lo sconosciuto Marquinos per 25 milioni,evidentemente con le nuvole di fumo stordisce la controparte durante le trattative..

  10. la storia di Boye mi ha fatto venire in mente Crippa.anche lui arrivato che era sconosciuto si rivelò un grande acquisto anche se in ruoli differenti spero faccia lo stesso Boye .i numeri li ha .speriamo! !!!@@@@

  11. Sono d’accordo con Gianluca e G.T.: Martinez ha poca tecnica: sbaglia stop, non sa dribblare, scarso anche nel tiro e nei passaggi. É solo molto veloce, ma non basta. Poi, se in futuro diventerà forte (ma ne dubito) meglio, ma oggi è così.

  12. A me piace molto martinez, fa spesso grandi giocate e si sacrifica, gli è davvero spesso mancato il gol per poca sicurezza nei propri mezzi.E’ stato fino ad adesso un meggiorini bis.
    Spero che possa venir fuori, le qualità le ha.

    • @GT, Martinez davanti la porta forse ha un blocco psicologico che po porta a sbagliare sempre e forse non sarà mai un attaccante di serie A..
      Tuttavia nei fondamentali. Stop , controllo, dribbling e nel passaggio e palleggio è nettamente superiore a Belotti.

      Io spero che il Gallo si confermi. Ma se devo essere onesto tecnicamente io avrei tenuto Immobile e venduto Martinez…

  13. @at72 hai ragione finche ci sara cairo i fuoriclasse li vediamo un paio d anni pero’ prima mi dovevo vedere i franco ramallo i dorigo i tricarico ma forse vi siete dimenticati quei lunghi tempi.. Se aumenteranno i fuoriclasse potremo avere piu motivi x farli restare.. Guardate pjanic guarda icardi o higuain strapagati e con grandi obbiettivi di squadra.. Eppure scappano anche li come ladri e con tutto il rispetto macksi ha fatto un buon campionato e uno di merda in più ce lo strapagano.. Nn mi sembra paragonabile ai tradimenti di campioni veri che oltretutto dopo essere stati leader di napoli e roma vanno nella rivale più odiata..io ci vedo solo vantaggi per noi.. Vendiamo entrambi e investiamo anche solo 25 milioni per 3 buoni giocatori

      • Il Toro che hai visto tu è lo stesso che ho visto io e tanti altri, solo che tendiamo a ricordarci solo i Pupi, i Sala, gli Zaccarelli e Junior, ma tendiamo a dimenticarci tranquillamente – complice forse quell’alcol che menzioni? – i Beruatto, Sclosa, Lorieri… Con altrettanta disinvoltura ci dimentichiamo i Castellini venduti al Napoli, i Serena puttana l’hai fatto per la grana, i Francini e Corradini anch’essi dati al Napoli per far cassa, Junior che ciocca con l’allenatore e se ne va sbattendo la porta, Pulici fatto fuori da Rossi per prendere quel fuoriclasse di Spadino… Io seguo il Toro da 42 anni, e a parte il medioevo che va dal 1996 al 2005, e poi i primi 5 di Cairo, non mi pare che ci sia molto di nuovo sotto il sole. Sempre piccoli siamo stati, sempre con le toppe al culo e con impellenti necessità di far quadrare i bilanci… Ma si sa, l’età d’oro è sempre quella passata.

  14. non so, sono molto perplesso. Martinez per me è stato il peggiore in campo del Toro (insieme a Belotti). Solo che Belotti qualche margine ce l’ha, mentre Martinez da esterno in un 4-3-3 proprio non lo vedo. Lo cederei domattina, per me già non è un fenomeno, ma in quel ruolo è addirittura controproducente. Lui è uno scattista da utilizzare come punta centrale per dare profondità. per la fascia gli manca dribbling, affondo, tecnica. Iago è due categorie più forte. Boye è meglio. Martinez può fare la punta centrale di riserva, secondo me.

    • Per nulla d’accordo. Martinez non devee giocare spalle alla porta come spesso faceva nel 352. Non è giocatore di sfondamento ne un cecchino d’area. Non è un dribblomane ma ha un’esplosivita fuori dal comune che gli consente comunque di lasciare sul posto l’avversario o di costringerlo al fallo. Seconda punta o esterno poco cambia, secondo me, purché abbia la possibilità di lanciarsi o essere lanciato senza dover prima fermar palla, girarsi e dialogare. Per me nel 433 sta trovando maggior facilità di gioco. E una una bella garra, oltre che buona tecnica. D’accordo che non stiamo parlando di un fenomeno.

    • Martinez è scarso. Ma se poi lo metti punta centrale..lo metti proprio in difficoltà..non ne prenderebbe una! L’unico modo che ha di giocare è attaccare la profondità sul filo del fuorigioco. Ma quante volte lo puoi fare?..da vendere…

  15. Il gol che ha fatto Boyè ieri sera non lo fai se non hai mezzi tecnici importanti. Poi è vero che magari se di fronte ci fosse stata una squadra di serie A non gli avrebbero permesso i due palleggi ed il tiro, ma resta il fatto che l’ha piazzato dove nessun portiere ci sarebbe potuto arrivare. Gran bell’acquisto indubbiamente, nonostante i soliti lo avessero già bollato come brocco prima ancora di vederlo. Su Martinez, mi pare che a giocare sulla fascia si trovi molto meglio che come punta centrale o seconda punta, molti palloni giocati e begli scambi con Peres e con Acquah. Speriamo che sia finalmente il suo anno, senza dimenticare che c’è un altro già bollato come brocco, Iago, come titolare su quella fascia.

  16. Boye’ Gran bel Giocatore…Potente,tecnico, colpi davvero formidabili…20 anni grande attaccante per il presente ed il futuro…ma speriamo che non faccia la fine di tutti gli altri…rischiamo di averlo per 2 anni e poi darlo al miglior offerente……

  17. Ad oggi sicuramente il nostro reparto migliore e più forte è l’attacco. Tante alternative e di qualità. Soprattutto giovani. Bene bene. Boyè mi sta piacevolmente stupendo. Non lo conoscevo e mi par di capire che abbia margini notevoli. Martinez potrebbe e dovrebbe essere la sua annata. #SFT

    • Sei prevenuto? Dybala 3 anni fa cosa era? lo hai mai visto in B? una pena.. con i giovani se hanno i numeri bisogna avere pazienza.. e Martinez ha doti che in squadra ha/aveva solo Peres, Scatto, Velocità, Tecnica, Reattività, Tiro.. ha avuto anche una discreta sfortuna e un mister che non lo ha messo in condizioni ottimali.. (attacco a tre)