Toro-Fiorentina: i viola hanno la difesa meno battuta del campionato

8
602
Nenad Tomovic in action during the Serie A football match between Juventus FC and ACF Fiorentina.

I numeri / La squadra di Sousa subisce pochi gol, ma non ha ancora vinto in trasferta. Il Toro in casa segna a raffica ed è ancora imbattuto

Domenica allo stadio “Grande Torino” si affronteranno Torino e Fiorentina, entrambe appaiate a quota otto punti in classifica. I granata sono imbattuti da tre giornate: pareggio contro Empoli e Pescara, vittoria contro la Roma. I viola sono reduci dalle vittorie contro Chievo e Roma, e dai pareggi contro Udinese e Milan.

Il Toro è ancora imbattuto in casa dove ha raccolto sette punti in tre giornate. Fuori casa, la Fiorentina ha giocato solo due partite e ha raccolto appena un punto contro i friulani, dopo la sconfitta patita alla prima giornata allo Juventus Stadium. La squadra di Sousa è quella che ha subito meno gol in questo avvio di campionato, assieme proprio ai bianconeri: solo quattro in cinque partite (i viola devono recuperare la partita contro il Genoa interrotta per pioggia). A bilanciare questo dato ci sono i gol fatti: appena cinque. Solo Empoli, Palermo e Crotone hanno fatto peggio.

I granata sono a quota undici reti fatte e sette subite, ma in casa il bilancio è ancora più positivo con otto gol fatti e due subiti. Il Torino, dopo Roma, Juventus e Napoli è la squadra ad aver segnato di più tra le mura amiche, e solo Lazio e Bologna hanno subito di meno.
Prevarrà l’ottimo rendimento difensivo della viola, o la carica casalinga dei granata? Questo lo potrà dire solo il campo.

Condividi

8 Commenti

  1. La viola subisce poco,perché comincia pressare gli esterni con gli attaccanti,poi ha signor centrocampo,dove san tutti scalare alto,cosicché la difesa è protetta, perche,come singolo reparto non è che mi sembri eccelsa. Zappo, sto tradendo Frank per i grateful dead,son perdonato?

  2. La viola è una squadra quadrata che bada al sodo: prende pochi gol e non perde (a parte la sconfitta all’esordio con i gobbi). In compenso segna poco e per la nostra difesa ancora incerta è un bene. Visti i nostri squilibri e scarsi tatticismi, penso che dovremo puntarla sul chi segna di più, sperando ancora che li davanti l’ispirazione e la concretezza non manchino. Dietro Hart e Castan crescono di gara in gara, poi speriamo nell’entusiasmo giovanile di Barreca e nella rabbia repressa di Zappa. Quanto a Rossettini speriamo che ci tenga a mantenere il posto da titolare…

  3. Speruma bin!
    Il mio timore è che dopo la grande prova di domenica vi sia un calo di tensione e concentrazione. Una sorta di rilassamento inconscio dovuto allo “sforzo” per la “grande impresa”.
    Naturalmente, mi piacerebbe vedere una continuità soprattutto di prestazione contro le cosiddette grandi, che possa dimostrare che ci siamo liberati di quell’atavica paura che ci attanagliava quando giocavamo con squadre sulla carta più forti.
    Una salto di qualità in termini di mentalità.
    Cuore e coraggio, Toro mio. Siamo con te!!