Toro, la maledizione di settembre in Nazionale colpisce anche Belotti

39
3991
CAMPO, 28.8.16, stadio Olimpico Grande Torino, 2.a giornata di Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Andrea Belotti

Un anno fu Maksimovic, ora la Nazionale restituisce un Belotti infortunato: gli accertamenti chiariranno se sarà disponibile già domenica

Nazionale e Toro a settembre vanno poco d’accordo: situazione diversa, infortunio diverso, anche perché un anno fa quello che capitò a Nikola Maksimovic fu decisamente più grave. Invece per Andrea Belotti, rientrato ieri a Torino, la speranza è che lo stop duri appena qualche giorno: gli esami ai quali l’attaccante verrà sottoposto dallo staff medico granata potranno dire di più, dopo la notizia dell’abbandono del ritiro della nazionale italiana, ieri. Un problema muscolare le cui conseguenze non sono ancora note: tutto accaduto in un periodo certamente felice per l’ex Palermo, visto l’esordio in Nazionale e la testa della classifica dei cannonieri della A che vede Belotti a quota quattro reti in due partite.

Il punto fermo, Belotti, di un tridente sulla carta esplosivo (quello formato anche da Ljajic e Falque) ma che il destino fatica a rendere realtà. Prima lo stop dello spagnolo, poi il rientro del”ex Roma nella sfortunata serata del serbo (contro il Bologna la prima apparizione ufficiale dei tre giocatori contemporaneamente): Belotti, amichevoli a parte, ha giocato solo 26′ con i due nuovi compagni e considerate le condizioni di Ljajic – fra una decina di giorni i nuovi esami per stabilire l’entità dell’infortunio – per vedere il trio tanto atteso di pazienza se ne dovrà avere molta.

Ore decisive per conoscere le sorti dell’attaccante che aveva coronato  il sogno azzurro pochi giorni fa e che l’Italia calcistica invidia al Toro: Belotti punta già l’Atalanta in attesa che anche gli esami possano dire lo stesso

Condividi

39 Commenti

  1. Al netto del fatto che come al solito se la sfiga è cieca con noi ci vede benissimo prima Liajc ora Belotti, ci tengo a sottolineare che essendo per cultura e formazione un fervente nazionalista io tifaVo Italia prima figuriamoci oggi che ci gioca qualche granata. A me ventura come modo di giocare non piaceva ma non mi ha fregato la fidanzata come pare a molti qui, quindi Forza Italia, Forza Ventura e per favore stasera piallare st’israeliani.

  2. Io non sono preoccupato.l infortunio non è grave e abbiamo maxilopez.riguardo agli infortuni non voglio dire una minchiata ma il terreno della sisport è stato rifatto 3 anni fa proprio perchè era un campo di patate.i giocatori si infortunano.sopratutto quando sono sollecitati con impegni ravvicinati.molti dei nostri infortunati fra l altro sono storici…cioè spesso hanno problemi fisici.baselli benassi bovo obi avelar.speriamo che recuperi bene per non ricadere.riguardo a ventura mi sembra che sia piu in bocca ai suoi detrattori di chi come me lo ammirava come allenatore.forse manca piu a loro che non a me ed a altri

  3. Ventura ha accettato un lavoro che nessuno voleva. Si sono rivolti a lui per disperazione. Per la prima volta l’Italia rischia di stare fuori dal mondiale perche’ il girone lo vincera’ la Spagna. Nei play off ci andranno squadre anche molto forti. Insomma ci sono molte probabilita’ che il mondiale in Russia ce lo guraderemo da casa. Per questo molti hanno declinato (da Capello in giu’). Ventura ha accettato perche’ non ha nulla da perdere, e’ a fine carriera e non puo’ ambire a piu’ di tanto. Il mio giudizio su di lui e’ il seguente: come tattico decisamente sotto la media. Altrettanto come gestore delle partite in corso. Come scopritore di talenti invece e’ molto bravo. Raramente un giocatore che non passa l’esame Ventura esplode da qualche altra parte. Al contrario quando si invaghisce di un talento, vuol dire che quel giocatore e’ forte.

    • Il discorso è condivisibile, l’epilogo un po’ meno. Cerci ha fatto una brutta fine, Immobile, che è quello messo meglio, è praticamente ritornato in una squadra a pari del Toro. Ogbonna “galleggia” in una squadretta e Darmian è tagliato fuori dal MU.

  4. L’ unica nota positiva di Ventura in nazionale e’ che chiamera’ molti granata , (con plusvalenze moltiplicabili- Cairo si frega gia’ le mani….).
    Non conosco l’Israele come gioca, ma stasera siamo da 50 e 50…..

  5. Una risposta alla stampa da parte di ventura dice tutto: basta accerchiamenti (di già….potrebbe fare il gesto del tagliagole in diretta nazionale). Conte vinceva gli scudetti. Io ho fatto fare le plusvalenze….ma come si fa. Al ridicolo non c’è mai fine

  6. Io non riesco a non pensare al fatto che il terreno della Sisport non c’entri nulla in tutti questi infortuni. Lo scorso anno pensavo si fosse sbagliato qualcosa nella preparazione ma anche oggi, con un nuovo staff, da Ajeti a Ljajic, da Zappa al Gallo fino a Maxi e Castan ci ritroviamo, chi più grave, chi meno, a fare i conti con infortuni muscolari.

    • Mimmo, forse questa è solo la normalità. Non solo noi, ma anche altre squadre elencano un numero elevato di infortunati più o meni gravi. Negli ultimi 2 anni ricordo Milan, Inter ma anche Juve e Roma. Solo che queste ultime 2 squadre hanno rose più valide e se manca uno forte nemmeno te ne accorgi. Forse è l’anno dell’EL che è stato l’eccezione.

    • Pensate troppo? State tutto il giorno a fare supposizioni (lecite) ma senza aver il benchè minimo elemento oggettivo per farle? Alla Sisport ci sarà il terreno con la criptonite? Ai poster (i) l’onere di risolvere il malefico arcano.

  7. Quello che forse non sapeva cos’era il Toro, Miva, ma che di sicuro chi ha spiegato cos’è il calcio (di oggi). E lo dimostrerà anche in Nazionale, se solo avrà un pizzico di buona sorte che non guasta. Poi è chiaro che più le opere d’arte sono sofisticate e più i fruitori del “pane e salame” faticano ad apprezzarle. A me piace anche il calcio “pane e salame” sia chiaro.