Martinez, il Milan è l’occasione per un nuovo rilancio

27
1455
CAMPO, 13.8.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 3.0 turno di Coppa Italia, TORINO-PRO VERCELLI, nella foto: Josef Martinez

L’attaccante venezuelano è apparso in forma e, dopo la buona prestazione in Coppa, complice l’infortunio di Iago Falque, contro i rossoneri ha un’altra chance di confermarsi agli occhi di Mihajlovic

Sta per iniziare il campionato e il Toro è chiamato a misurarsi con il Milan dell’ex Mihajlovic, un avversario tutt’altro che agevole. Il tecnico serbo ha ancora molti dubbi da sciogliere, dalla porta al centrocampo, ma sul fronte attacco sembra avere le idee chiarissime e, al fianco di Ljajic e Belotti, a completare il tridente verrà schierato con ogni probabilità Martinez, chiamato a sostituire l’infortunato Iago Falque.

L’attaccante granata ha già dato prova di essere in un buon periodo di forma e, nel match di Coppa Italia contro la Pro Vercelli, ha disputato una buona gara, mettendo in mostra tutte le sue doti migliori, velocità e aggressività su tutti. Inoltre, con la realizzazione di un gol, ha dimostrato a Mihajlovic che, all’occorrenza, può essere un’alternativa affidabile agli attaccanti titolari, soprattutto se schierato nel ruolo di esterno, ruolo in cui, per caratteristiche può dare il meglio. La fase realizzativa è stata finora il vero limite di questo giocatore, sicuramente condizionato dal suo scarso rendimento sotto porta,  e qualora dovesse riuscire a migliorare quest’aspetto, potrebbe dimostrare il suo potenziale in un campionato difficile come la Serie A.

Per Martinez l’occasione è ghiotta, soprattutto in una partita importante come quella di San Siro contro il Milan, e il fatto che Mihajlovic sembri propenso a puntare su di lui, sta a significare che lo reputa all’altezza del delicato compito e lo considera un’altra arma da poter sfruttare nei momenti di difficoltà.

Condividi

27 Commenti

  1. È da Toro… difficile non percepirlo. È più uomo lui di tutti i simil sopravvalutati Maksi. Ha tutti ciò che Miha chiede ai suoi giocatori .. e se inizia a centrare la porta … ne vedremo delle belle. Credo molto nel ragazzo.

  2. pare che boye di colpo sia diventato attaccante da 20 gol…quando in carriera ne ha fatti pochissimi quasi zero… Martínez da esterno è forte, avrà modo di dimostrarlo dato che falque è un pacco e lo si è preso per fare un favore alla Roma ma non verrà riscattato(scatterebbe un aumento di ingaggio che urby non pagherebbe mai nella vita)

  3. È sempre stato pericoloso cmq, è una scheggia impazzita là davanti, come dice lui con Ventura arrivava alla conclusione il più delle volte dopo lunghe sgroppate, giacava punta centrale ma giocava lontano dalla porta, per assurdo gioca più vicino alla porta da attaccante esterno co Mihajlovic che centrale con Ventura, potrebbe essere soluzione giusta per lui…vedremk

  4. Malgrado il sempre autorevole parere dell’amico @Fautoro, io reputo Martinez scarso. Lo è sempre stato, e sarebbe stata buona cosa liberare il posto. Domani spero con tutto il cuore che si accomodi in panchina.

  5. Il problema di Joseph da quando è al Toro (oltre ai difetti di cui parlava Fautoro) era il modo in cui veniva impiegato, spesso spalle alla porta, a volte addirittura a fare da boa (grazie all’esplosività che lo rende forte in elevazione). Palla al piede è imprendibile per quanto è veloce e scattante, lo si può solo abbattere (e infatti accade puntualmente). Sa calciare con entrambi i piedi con profitto, è acrobatico e coraggioso e per nulla male tecnicamente. Può essere l’anno della consacrazione, ha tutto per far bene e diventare un attaccante validissimo.

  6. Nel sondaggio dei 3 a centrocampo Acquah e’ sempre presente. Nessuna speranza di non vederlo in campo? Forte veloce e volenteroso ma con i piedi quadrati. Garantisce copertura ma sbaglia troppo spesso i passaggi.

  7. Può, deve e diventerà un ottimo attaccante. Manca in coordinazione nel momento topico per un attaccante. Troppo veloce con le gambe e con la testa. Colpisce sempre una frazione prima di quel che sarebbe necessario. Son fiducioso perché è più facile eliminare questo problema che quello opposto. In Sudamerica è certamente più apprezzato e più cercato. Il Gremio, tanto per dire, ci provò a Gennaio e anche durante la coppa America, giocata bene, a prenderlo.

  8. Ha una bella chance. Lui non è un centravanti puro, quindi, non si può pretendere che abbia il senso del gol di un centravanti puro. Fino allo scorso campionato secondo me è stato utilizzato male, anche se un grande calciatore dove lo metti dovrebbe far bene. St’anno lo vedo un po’ più convinto e arrabbiato. Vedremo.