Maxi Lopez scalda i motori: tocca a lui guidare l’attacco a Bergamo

19
2689
Maxi Lopez
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: Maxi Lopez

Con l’assenza di Belotti, il testimone di centravanti passa a Maxi Lopez: nonostante un recente affaticamento, è pronto alla sfida con l’Atalanta

Dopo l’esito degli esami medici nella giornata di ieri, che hanno evidenziato un’importante elongazione alla coscia destra di Belotti, Maxi Lopez è pronto a raccogliere l’eredità di centravanti nel cuore del trio d’attacco escogitato da Mihajlovic. Il recente affaticamento al ginocchio, che ha costretto l’argentino ad allenarsi con maggiore cautela negli ultimi giorni, non impedirà all’attaccante di scendere in campo contro l’Atalanta, con il dovere di non far rimpiangere troppo il Gallo, autentico trascinatore dei granata in questo primo assaggio stagionale.

Il poter contare su una alternativa del valore di Maxi Lopez, è un lusso riservato a una cerchia ristretta di squadre nell’attuale Serie A, e la decisione di non depotenziare il reparto offensivo in sede di mercato, nonostante l’abbondanza, comincia a dare i propri frutti. L’assenza di Belotti non si limiterà alla sola partita di Bergamo, ma anche nella più ottimistica delle previsioni, si protrarrà alla sfida con l’Empoli del 18 settembre, e alla seguente trasferta infrasettimanale di Pescara, del 21 settembre. Il tutto in concomitanza con l’ulteriore assenza di Ljajic, anche questa in procinto di prolungarsi per settimane.

Nulla di drammatico, le dinamiche del calcio e gli impegni sempre più frequenti portano spesso le squadre a dover fare i conti con periodi di emergenza, e sta proprio nel calcolare e nell’attutire queste eventualità, la capacità di una società di programmare con la dovuta previdenza tutte le situazioni. La batteria di attaccanti a disposizione di Mihajlovic, infatti, risponde a queste esigenze: per Maxi Lopez è la ghiotta opportunità di ritagliarsi uno spazio importante. All’ombra di un Belotti come non mai in rampa di lancio, una stagione da protagonisti passa anche attraverso queste opportunità.

 

Condividi

19 Commenti

  1. Contro il Benfica avevo visto un bel Maxi Lopez. Può dare tanto in avanti col suo gioco, con la capacità di far salire la squadra e favorire anche le incursioni degli esterni o di un interno di centrocampo. Partiamo con Iago-Maxi-Martinez. Boyè è il suo cambio naturale in questo caso, Aramu può essere il pendolo tattico tra fascia e trequarti.

  2. Probabilmente Maxi Lopez tiene giusti 70 minuti, da un po’ di tempo, per cui potrebbe fare spazio a Boyè o ad altri dal 20° del secondo tempo, a seconda di come si mette la partita a Bergamo. L’Atalanta non è da sottovalutare, anche se cedendo Cigarini si è indebolita. Si potrebbe anche giocare nell’ultima mezz’ora con un 4-4-2, sostituendo uno stanco Maxi con un centrocampista di contenimento a disposizione.

    Non vedo per ora grossi problemi a Bergamo.

    FVCG

  3. Torino, per la difesa obiettivo Matej Mitrovic: costa 2,5 milioni
    06.09.2016 09.38
    Il Torino pensa già al mercato di gennaio. Secondo quanto riportato da Tuttosport dopo i mancati arrivi di Vida e Simunovic, i granata continuano a monitorare il mercato dei difensori croati. Per il prossimo inverno spunta il nome di Matej Mitrovic centrale del Rijeka. Il contratto del 22enne scadrà nel 2019 e il prezzo del suo cartellino si aggira intorno a 2,5 milioni di euro. Gran fisico e buoni piedi: gioca sia sul centrosinistra che sul centrodestra e in estate è stato molto vicino al Granada.

    INSOMMA….SE NON SONO ***********VIC NON LI CONSIDERIAMO NEPPURE.
    Maxi anche nelle amichevoli l’ho visto poco motivato, mi sembra poco partecipe…..ma almeno 60 minuti a tutta lu deve fare!

  4. Gli infortuni fanno girare le palle ma purtroppo fanno parte del gioco. Mi auguro in maniera positiva che servano a comprendere meglio la duttilità di chi sostituirà il Gallo ed Adem. Dai asfaltiamo quel gobbaccio di mare di Gasperini. FORZA TORO

  5. Non esageriamo. Non abbiamo impegni oltre al campionato. E il modulo, per esigenze, si puo’ anche modificare in due punte piu’ il trequartista( iago o lo stesso aramu piuttosto che Baselli). Maxi dimostri di essere ancora un giocatore forte. Ha la sua grande occasione.

  6. Abbondanza nel reparto offensivo mi sembra un eufemismo. Già prima degli infortuni. Ok che si gioca con una sola punta centrale, ma in quel ruolo servirebbero almeno tre alternative e io ne conto due (Belotti e Maxi) più forse Boyé. Martinez faticherebbe molto, ma soprattutto Martinez e Boyè sguarnirebbero un altro reparto. Manca un attaccante centrale, insomma. E c’era Iemmello comodo comodo (si fa per dire) sul mercato.