Toro, non solo difesa: Kucka è il pallino e domenica sarà avversario

106
5908

Impegnato a sbrogliare la matassa difensiva, il Torino continua a lavorare per migliorare il centrocampo: prosegue il pressing sullo slovacco

Se le ultime ore di calciomercato hanno impegnato la società a ridisegnare il quartetto difensivo, l’obiettivo di iniettare qualità a centrocampo, continua ad essere primario nei programmi del Toro. Il sorteggio del calendario della Serie A, ha messo subito di fronte ai granata il Milan, squadra che annovera tra le proprie fila uno dei target principali per rinforzare la mediana di Mihajlovic, Juraj Kucka. Per il tecnico granata è la prima scelta, ed in queste settimane ha reiterato i propri attestati di stima per il centrocampista, sia ai propri dirigenti, sia al diretto interessato. Con il risultato di avere ottenuto il gradimento del giocatore, pronto a trasferirsi in maglia granata, in caso di accordo tra le società.

Resta dunque da trovare un punto di incontro con il Milan, che dopo mesi di black out sul mercato dovuti all’avvicendamento proprietario, sta finalmente muovendo i primi passi per rinforzare la rosa di Montella. E’ notizia delle ultime ore, il passaggio dell’argentino José Sosa in maglia rossonera, giocatore che potrebbe rosicchiare spazio vitale proprio a Kucka, favorendone l’uscita dall’immaginario tecnico preparato in queste settimane dall’allenatore milanista.

Con il denaro fresco ottenuto dalle recenti cessioni, e da quelle che sembrano ormai vicine al concretizzarsi, il Toro ha finalmente le carte in regola per sferrare un deciso assalto al pallino di Mihajlovic, con ragionevoli speranze di portare il colpo a segno. E di fornire al tecnico, quel centrocampista di qualità, tanto invocato.

Condividi

106 Commenti

  1. I ciclisti sono una squadra di merda e hanno un presidente che è un pagliaccio quindi non fanno fede nel giudicare castan ! Se e’ guarito ci sorprenderà ! Dopo tutto maksimovich l anno scorso non ha lasciato traccia e glik ha fatto schifo ! Peres e’ un grande giocatore ma anche molto discontinuo, nel nostro gioco serviva a poco ! Io mi fido di Sinisa !

  2. Per la cronaca:

    Ormai la trattativa per il trasferimento di Bruno Peres dal Torino alla Roma sembra essere in via di chiusura, ma i granata non si sono certo fatti trovare impreparati.

    Infatti il club di Mihajlovic avrebbe trovato il sostituto di Peres in Timothy Castagne, giovane terzino, classe 1995, del Genk.
    Secondo il portale belga Voetbalnieuws.be il giocatore sarebbe già in viaggio verso l’Italia per le visite e la firma sul contratto quadriennale che lo legherà ai granata, mentre al Genk andranno circa 3-4 milioni per il terzino.

    Per approfondire http://www.calcioweb.eu/2016/08/calciomercato-torino-castagne-successore-bruno-peres/10020537/#54Oo1ztVPFpZMhUg.99

  3. io mi iberno fino al 31 agosto, troppo troppo incazzato e gira che ti rigira le cose sono sempre le stesse, mercato in ritardo, zero investimenti malgrado la cessione dei big, svendita di Bruno Peres.
    Speriamo che da qui alla fine del mercato qualcosa migliori, di sicuro peggio di così è difficile, che non ne siano consapevoli mi pare impossibile.

  4. Kucka non verra’ mai al Toro per il suo ingaggio , lo ricordo per chi non lo sapesse ! Su Castan dico che ha problemi con la vista : ecco il semplice motivo per il quale il viperetta non protesta e lo lascia andare via ,scaricandocelo !

  5. Osservatore..aver venduto Glik Maksimovic e Peres (tralasciando Immobile) per rimpiazzarli con un trentunenne sconosciuto e uno che non gioca da due anni..essere arrivati ad una settimana dall’inizio del campionato per stravolgere una squadra ed aver comprato due scommesse e un rincoglionito che l’anno scorso si è fatto un autogol contro di noi..saro’ anche io che non capisco un cazzo di calcio..tutto è possibile..

    • No, sinceramente mi infastidisce parecchio il nostro modus operandi, ma tant’è, non mi agito perchè non ci possiamo fare niente. Come detto già in un’altra occasione, se fosse possible, anche a me piacerebbe che il mercato fosse più corto.

        • Volevo solo ridimensionare la visione pessimistica di @GionTonygranata. Non è che eravamo il Real Madrid ed abbiamo venduto tutti eravamo quelli che sappiamo e al limite saremo in condizioni simili. In ogni caso con la scusa del nuovo allenatore, del nuovo modo di giocare, dell’attacco dignitoso che dovremmo avere non so cosa aspettarmi.

  6. Se castan era tutto sto fenomeno credo che alla samp forse una piccola opposizione l avrebbero fatta….?? e alla fine dopo mesi di speranze,fiumi di parole,milioni di post,litigate senza fine siamo qui a sperare in padelli molinaro moretti vives e mozzarella baselli.questa si chiama programmazione….noi…quelli che avevamo l allenatore che lanciava i giovani….

  7. Per fare un po’ di chiarezza sulla grana Maksimovic sarebbe utile andare a rileggere l’intervista del mister domenica sulla gazzetta. Di sicuro Cairo aveva promesso al serbo che sarebbe stato venduto e molto probabilmente lo avrebbe fatto. Poi con l’avvento del nuovo mister le cose sono cambiate . Miha stesso dice che si sono parlati ” DA SERBO A SERBO ” e credo che questo equivalga ad una specie di patto di sangue, convincendolo a restare, nonostante la promessa fatta. Maksimovic ha ricevuto proposte allettanti e quindi è ritornato alla carica per la cessione. Cairo potrà avere tutte le colpe che volete ma in questo caso la società si è trovata spiazzata di fronte ad un precedente impegno preso tra il mister ed il giocatore.
    Da qui si spiega l’enorme incazzatura del mister che si è sentito tradito di fronte ad una precedente promessa.

  8. Mai come oggi mi girano. Per come Cairo sta svuotando la nostra squadra. Con un barbatrucco ci sta togliendo il futuro. E per come Miha ha gestito fin qui le cose. Non si distrugge una squadra a una settimana dal debutto. Ad oggi la vedo male. E questa gestione assurda dei giocatori produrrà effetti devastanti a lungo termine. Oggi va via la difesa titolare in un amen. Pero ci teniamo gli scarti e i brocchi. Il prossimo anno succederà lo stesso con l’attacco. La vicenda rcs è la fine di questo Toro. Ora anche io dico Cairo vattene.

  9. salute a tutti . vorrei solo ricordare che il tanto vituperato Rossettini e’ uno da 200 partite in serie A ( anche se non ha giocato nel Real Madrid ) ha comunque sempre ottenuto votazioni superiori al 6 / &,5 . un tipino moretti insomma . e cosi credo che con pure Castan . superarci in difesa sara ben piu difficile dello scorso anno . se l’attacco migliora ……………..azzi degli altri

    • Veramente per Rossettini la media voto della gazzetta della scorsa stagione é 5.9, un po’ lontano dal 6.5 in ogni partita. Un onesto predatore da squadra di bassa classifica (l’anno scorso il Bologna si è salvato perché c’erano tre squadre inguardabili). Moretti ha giocato nella fiorentina e 5 anni nel Valencia….altra cosa

  10. comunque cerchiamo di non esagerare con la negativita’ perche’ se entri nei forum delle altre, a parte il venaria, inter, roma e fiore, non e’ che siano messi poi tanto meglio di noi. Ci basterebbe poco x essere a ruota dei sopracitati.

  11. Non agitatevi per i pagamenti dilazionati. Quelli sono un problema solo per chi non ha i soldi, per chi ce li ha spalmare un incasso in 2 anni non è assolutamente un problema. Non siamo nel commercio tra privati dove dilazionare significa spesso perdere tutto perchè nel frattempo il debitore fallisce.

  12. Ripeto che Castan prima dell’operazione era uno dei centrali piu forti nel panorama calcistico mondiale e nazionale Brasiliano. E’ guarito da molti mesi ed è tornato a giocare. Ha giocato 6 partite la scorsa stagione non so se intere o parziali ma fisicamente è guarito dall’operazione alla testa . Un operazione pesante e importante a livello salute, ma senza impatto a livello calcistico se non a livello preparazione fisica. Non ha avuto operazioni ai legamenti insomma. Se lo avremo in prestito con diritto di riscatto e quindi in caso di buona annata potremo riscattarlo a cifre spero prefissate , avremo fatto un affare. Come del resto avevamo fatto con Moretti e Bovo. Altrimenti sarà destinato a fare panchina , ma io credo che ci sorprenderà…

  13. Le modalità e i tempi della cessione di Peres mi hanno lasciato di merda e fatto incazzare parecchio, forse come la cessione di Cerci . Se non altro non è stata fatt1 il 31 Agosto. Quello che davvero non capisco è la trattativa economica. Lo abbiamo svenduto. 15 milioni bonus compresi ma di cui 14 li vedremo tra 1 anno. L’unica nota positiva è il 20% che la Roma dovrà sborsare al Toro per la eventuale cessione a una terza società, credo il 20% del ricavato. Cio significherebbe che in caso di cessione che so al Barcellona per 20 milioni la Roma dovrebbe dare al Toro altri 4 . Ma è tutto da vedere. Sta di fatto che abbiamo perso un altro pezzo da 90 che ricordo Cairo aveva detto che avrebbe ceduto solo per 20 milioni cash. Poi la gestione di Maksimovic è un altra cosa che mi fa incazzare. E’ il giocatore è vero ma non si doveva arrivare a questo punto.
    Al momento quindi Cairo ha ancora un po di milioncini in tasca da investire . Alemeno 9 milioni e cui aggiungiamo Maksimovic a 25 e siamo a 34 milioni. Con 34 milioni ti compri TUTTI i giocatori a cui siamo interessati : Kucka oppure Henriksen, Poli o Obiang o Valdifiori oppure Henrique , De Silvestri, Calabria, Gabriel o Sepe. Tutto questo in meno di 2 settimane ????? Vedremo. Per quanto riguarda Rossettini è un buon acquisto di esperienza mentre Castan arrviasse e dimostrasse di essere totalmente ristabilito ( Ha giocato 6 partite lo scroso anno) sarebbe un bel colpo. Ma che non arrivi in prestito secco senza diritti altrimenti è un altro favore alla Roma. Al limite in prestito con diritto di riscatto senza contro riscatto. Solo cosi eviteremmo di fare il gioco della Roma, dopo aver concesso Peres a prezzi da saldo e dilazioni comode….

    • il 20% sulla vendita é tutto da vedere, nel comunicato della roma non se ne fa menzione cosi come Castan ritengo verrá in prestito secco (giá “pagato” tra l’altro con il regalo di Bruno) o al max on controriscatto a favore della roma…per cui…

  14. obiang sarebbe un salto di qualita’. Kucka a mio avviso non serve. Mezz’ala sinistra titolare deve essere baselli. Quest’anno deve dare continuita’ e dimostrare le sue qualita’. Come riserva c’e’ Obi e soprattutto Aramu.

  15. @Magomerlino1 hai ragione, le squadre sono dei tifosi, ma paradossalmente sono proprio i tifosi a non contare nulla, nonostante senza i tifosi il calcio non esisterebbe e chi comanda non potrebbe arricchirsi… purtroppo è la triste realtà.

  16. Castan se torna forte ci saluta, se continua ad avere problemi ci toglie un posto in squadra… in ogni caso ci guadagna solo Cairo che incassa senza mai cacciare un euro. Questa è la programmazione della nostra dirigenza…

  17. Provo a dire ciò che penso usando pensieri in libertà e domande senza risposta. Qualcuno disse: ne vendo uno all’anno. E poi invece…. Un altro ha detto: andremo in Europa in due anni. Presumo che sarà allora per il prossimo anno e non certo per questo. Dopo i primi acquisti era stato detto che servivano un buon mediano roccioso, un buon regista in mezzo, due terzini di fascia che sappiano difendere. Forse anche un portiere ma pareva che Gomis avesse qualche possibilità (che forse poi si è giocato). Ecco, queste richieste sono state esaudite dai nomi che stiamo leggendo in questi giorni sui giornali ? ne verranno altri ? il nostro target di giocatore è uno che sta negli anni 20o uno che sta negli anni 30 ? Fin dai tempi di Ventura si diceva che sarebbe stato opportuno, viste le caratteristiche precipue di Peres (chi non le ha viste o è orbo o è in malafede), che dà il meglio di sé in attacco piuttosto che non in difesa (e Sabatini e Spalletti le hanno viste benissimo tant’è che se lo sono preso subito) almeno provare a farlo giocare come ala destra per 5 o 6 partite di seguito e dall’inizio in questo ruolo. Cosa mai fatta ma che vedremo presto purtroppo con la maglia della Roma addosso. Pazienza, non si può sempre avere tutto dalla vita. Ma si può avere però il giusto corrispettivo di quanto vale il giocatore invece di darlo via per due fette di pane che aspettano il salame però per l’anno prossimo. Maksimovic voleva, doveva e poteva già andarsene l’anno scorso. E’ rimasto su una promessa che quest’anno si è cercato di non mantenere. Ha ragione lui e Cairo speriamo impari a non promettere nulla prima del tempo. Il Toro è suo finanziariamente e legalmente. Ma è dei tifosi e della città emotivamente e affettivamente. Sarà meglio tenerne conto. Aspettiamo quindi di vedere e sapere se ci saranno nuovi arrivi e di che caratura o se quelli già arrivati o i nomi fatti sono quelli definitivi e poi ….chi ha cartucce da sparare le spari pure…..