Il “Toro” tedesco contro i granata, con l’Europa in testa

6
1319
toro
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: tifosi del Torino

Alle 18:30 il Torino affronta una delle squadre di proprietà della Red Bull, il Leipzig. Neopromossa in Bundesliga, punta in poco tempo a raggiungere l’Europa

Agli ordini di Sinisa Mihajlovic, il Toro prosegue la marcia di avvicinamento verso gli impegni ufficiali: questo pomeriggio, è il turno della compagine tedesca RB Leipzig, squadra della città di Lipsia, situata nella Germania nord-orientale.

La nascita del RB Leipzig risale ad appena 7 anni or sono, quando nel 2009 il colosso Red Bull decise di investire su una squadra di calcio: individuata la Bundesliga come habitat più adatto a tessere la propria tela commerciale, le mire di Dietrich Mateschitz (fondatore della Red Bull), puntarono dritte alla Germania dell’est, meno progredita dal punto di vista calcistico rispetto a quella dell’ovest, dopo gli sconquassamenti dovuti alla caduta del muro.

Un solo ambizioso obiettivo: portare nel giro di pochi anni l’RB Leipzig a competere a livello europeo, e perchè no, a battagliare con il Bayern Monaco per lo scettro nazionale. Investiti circa 100 milioni di euro in questi anni, che hanno consentito alla squadra di scalare la china dei campionati più modesti, fino a raggiungere, lo scorso maggio, la storica promozione in Bundesliga.

Difficile al momento soppesare con precisione la portata tecnica della squadra di Ralph Hasenhuttl, l’ascesa è stata così vertiginosa da rendere complicati paragoni con altre squadre. E’ palese, tuttavia, che la promozione nel massimo campionato tedesco sia indice di rilevante spessore tecnico, aspetto che renderà, per il Toro, l’amichevole di oggi un test capace di fornire attendibili indicazioni sull’attuale stato di forma dei ragazzi di Mihajlovic, dopo le vittoriose uscite contro Benfica ed Ingolstadt.

Condividi

6 Commenti

  1. Poche idee e ben confuse.

    Che cosa c’entra il Toro, squadra storica con un glorioso passato, con una squadretta che viene dal nulla ed è un veicolo pubblicitario della galassia red bull???

    Trovo assolutamente offensivo il titolo di questo articolo. Anzi per dirla alla fantozzi lo trovo “Una cagata pazzesca”!!!