Toro, tegola Obi: per il nigeriano stop di tre settimane

27
1192
obi
CAMPO, 23.10.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 9.a giornata di Serie A, TORINO-LAZIO, nella foto: Joel Obi

Gli esami evidenziano il temuto stiramento, Mihajlovic perde un rincalzo importante; per il resto la seduta si è svolta senza problemi di sorta

La paura che accompagnava l’infortunio di Joel Obi ha trovato il suo fondamento. Il nigeriano si è sottoposto oggi agli esami strumentali dopo lo stop contro il Pisa: la diagnosi è uno stiramento di primo grado dei muscoli adduttori della coscia destra, per una prognosi di tre settimane. Perdita importante per la rosa di Mihajlovic, che spesso si è affidato ad Obi come sicuro rincalzo per il centrocampo.

Il resto della truppa granata si è allenato regolarmente in una seduta tecnico-tattica a cui non hanno preso parte, ovviamente, i lungodegenti Vives e Molinaro.

 

Condividi

27 Commenti

  1. Diciamo che è cambiato MISTER , i preparatori, il modo di giocare…ecc ma i suoi problemi son sempre quelli…
    Mi spiace per il ragazzo, perchè OBI non lesina impegno e grinta e come segnalato da molti di voi, sarebbe il più completo in mediana..
    Tuttavia, già al suo arrivo, non avevo capito bene l’acquisto..Mai trattato prima e caratteristiche molto diverse da Elka.
    Arrivò, in fretta e furia dopo l’affare saltato di Bijarnason.
    E pensare che il vikingo, chiedeva se non ricordo male, 100.000 euro di ingaggio in più rispetto all’accordo verbale fatto in precedenza con Pescara…

    Magari avremmo scoperto che l’islandese avrebbe avuto nostalgia dei vulcani nordici o forse mal gradiva il clima di Torino e magari andava un tantino lungo col Barolo..
    Tuttavia, mi sbilanco nel dire che sicuramente avremmo fatto un affare migliore…

    Se non era un giocatore da Toro quello….
    Ma non si può fare sempre centro…questo è vero, ma quella di Obi fu strana davvero..

  2. Ma che tegola, casomai parliamo di sola che ci ha mollato l’Inter e di dabbenaggine nostra ad averlo acquistato quando tutti sapevano che era rotto,giocatote finito ,mettiamoci una pietra sopra,Piuttosto cerchiamo di non bissare la fregatura Obi acquistando Biabany ,giocatore inutile.

  3. Che sia un buon centrocampista è assodato ma che fisicamente è rotto altrettanto. Non possiamo continuare a pagare un giocatore che non starà mai bene fisicamente anche perché se non avesse mai avuto problemi fisici sarebbe ancora all inter infatti era il più forte primavera che aveva l inter. Bisogna venderlo e puntare su un ns giovane della primavera. Bisogna vendere anche tacsidis che adesso è in prestito al Genoa.

  4. Sicuro fa parte di quelli che hanno terminato i jolly. Già Sinisa ha dichiarato che gli sembrava impossibile che finisse le partite con i crampi. E se non ha i crampi si rompe.
    Non è un’alternativa affidabile a Baselli. Peccato perché non è scarso, ma fossi in lui comincerei a pensare a un altro mestiere.