Zapata, da obiettivo di mercato ad avversario: può esordire proprio contro il Torino

6
752
calciomercato torino Zapata
CAMPO, 23.4.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 35.a giornata di Serie A, INTER-UDINESE, nella foto: Joao Miranda e Duvan Zapata

Da obiettivo del mercato del Toro ad avversario dei granata: contro la formazione di Mihajlovic potrebbe arrivare la prima maglia da titolare per Zapata

Per tutta l’estate Duvan Zapata ha vissuto da separato in casa con il Napoli in attesa di comprendere quale sarebbe stato il suo futuro. Un futuro che, inizialmente, sembrava spingere verso Torino e verso il Toro. Una strada che, fin da subito, si è dimostrata estremamente difficile da percorre soprattutto per il veto imposto dal Napoli. La società di De Laurentiis, infatti, non ha mai avuto intenzione di scendere sotto i 20 milioni richiesti per il giocatore e, dal canto suo, il presidente Cairo ha sempre valutato la richiesta come troppo alta. Poco importava la volontà del giocatore di approdare in granata: Napoli irremovibile e Torino in attesa. Un doppio muro contro muro, quello tra il giocatore e i partenopei e quello tra Napoli e Toro, che ha tenuto banco per tutto il calciomercato. Una situazione di stallo risolta soltanto con ‘intervento della Sampdoria che in extremis riesce a strappare il sì di De Laurentiis e aggiudicarsi, in un doppio colpo di mercato, sia Duvan Zapata che Ivan Strinic. A distanza di poche settimane da quel sì e dal suo approdo alla corte di Giampaolo, adesso, Duvan Zapata potrà anche incontrare il Torino, anche se in uno scenario completamente diverso.

Se inizialmente il suo arrivo avrebbe potuto dare una mano alla formazione di Mihajlovic, domenica prossima l’attaccante doriano si ritroverà a calcare il campo del Grande Torino da avversario. Il rinvio della partita che la Sampdoria avrebbe dovuto disputare contro la Roma ha permesso al colombiano di proseguire nel lavoro e di ambientarsi meglio, di entrare in maggior sintonia con i suoi nuovi compagni e soprattutto con gli schemi di gioco di Giampaolo. Una situazione che potrebbe permettergli di arrivare sotto la Mole con la possibilità di esordire e giocarsi le sue carte dal primo minuto proprio contro il Toro. Ed è lo stesso giocatore che, in un’intervista rilasciata a “ Il Secolo XIX” auspica una maglia da titolare per domenica: “Il mio obiettivo è giocare, sono qui per farlo e dimostrare di valere quella cifra. Spero già col Toro”. Un esordio che non è poi un’opzione così lontana. Giampaolo, nelle settimane di stop forzato dagli impegni ufficiali, ha sicuramente potuto lavorare con e su Zapata e contro il Torino potrebbe essere un test importante non solo per comprendere il reale stato di forma della Sampdoria ma anche del suo nuovo pupillo. Dal Toro al Toro, dunque: Zapata è pronto a giocarsi le sue carte.

Condividi

6 Commenti

    • in generale concordo, ha fatto dei colpi l’ultimo giorni di buon livello eppure se guardo la rosa della samp probabile contro di noi domenica rimango perplesso e ti chiedo….parlando dei titolari
      PORTA : Puggioni, tu lo scambieresti con Sirigu?
      CENTRALI : Regini, Silvestre , li scambuieresti con NKOULO , Moretti, Lyanco?
      TERZINI : strinic , sala li scambieresti con De Silvestri/Ansaldi , Barreca/Molinaro??
      Centrocampisti : torreira, barreto, praet .. qui il modulo è diverso è piu difficile ma diciamo li scambieresti con Rincon Baselli?
      Attacco : trequartista Ramirez , noi abbiamo Adem …..attaccanti : noi abbiamo niang, falque,belotti loro Zapata quagliarella..

      Ora non pensare a giocatori della samp come riserve dei nostri pensa ai titolari chi della samp prenderesti titolare e al posto di quale titoale dei nostri?fai poi lo stesso con la grande atalanta e direi anche con l’attuale fiorentina, ripeto titolari, anche a me piace simeone , ma tu faresti simoene IN , Belotti OUT? spero di aver chiaerito cosa ti sto chiedendo…per esempio io della viola farei Astori IN, Moretti OUT….se guardo l’atalanta l’unico è Caldara IN – Moretti OUT…. gli altri mi tengo di gran lunga quelli NOSTRI.

  1. Duvan Zapata era la mossa per sostituire Belotti. Ancorchè ci sia stato raccontato che poteva essere preso per giocare con Belotti o farne il vice era in realtà la carta di riserva qualora il Gallo fosse partito.
    20 mln eran tanti ma trattando forte si poteva scendere, il giocatore per me è valido ed particolarmente idoneo a fare la punta unica nel 4231.
    Spero non sia in forma e che quindi non ci crei problemi, i mezzi li ha. Ovviamente son ben felice che sia rimasto il Gallo, che è più forte del colombiano e di molto.

    • Comunque 20 milioni per Zapata io non li avrei mai spesi!
      Piuttosto avrei preferito Simeone, più giovane, volitivo e al suo primo anno di serie A ha fatto più gol di quanti fatti da Zapata nella sua miglior stagione…in ogni caso sono soddisfatto del nostro attacco, aspettiamo solo che smaltiscano a dovere i carichi di lavoro e poi (spero) ci potremmo divertire…