Iturbe sì, Iturbe no: Roma-Torino, spazio all’attaccante?

44
1225
CAMPO, 29.1.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 22.a giornata di Serie A, TORINO-ATALANTA, nella foto: Juan Manuel Iturbe

Sondaggio / Dovrebbe Mihajlovic concedere un’occasione a Iturbe nella sfida contro la sua ex squadra? O sarebbe meglio farlo partire dalla panchina?

Ha fatto molto discutere il gesto di Iturbe, in occasione della sfida di domenica scorsa contro il Pescara. L’attaccante granata, che Mihajlovic ha preferito non mandare in campo (al suo posto è entrato Boyé), si è molto arrabbiato, scalciando una bottiglietta e andando a riserdersi in panchina, fino al termine della partita. Un episodio sicuramente non felice, che però tradisce la grande voglia dell’attaccante paraguaiano di mettersi in mostra, per tornare a essere il giocatore che tutti apprezzavano in quel di Verona e che aveva convinto la Roma a investire qualcosa come circa 25 milioni di euro per il suo acquisto. Una cifra importantissima, non ripagata dal campo. E proprio contro la sua ex squadra, nel suo ex stadio, Iturbe spera di avere un’occasione per giocare. Titolare? È quello che chiediamo ai lettori di Toro.it, in merito al prossima Roma-Torino.

Dovrebbe, Iturbe, essere schierato dal primo minuto da Mihajlovic? Se sì, perché? Per la sua voglia di rivalsa? O per questioni di natura tattica? Oppure preferireste mantenere lo stesso assetto visto contro il Pescara? A voi la scelta! Potrete esprimere la vostra opinione andando a votare, come sempre, nel box sondaggi posto in basso a destra della nostra home page.

Condividi

44 Commenti

  1. Buona serata a tutti. non volevo che il mio primo post fosse una critica, ma…..
    L’unica certezza che ci ha dato Cairo è che andremo avanti acquistando giovani con un futuro da valorizzare e… plusvalorizzare. Ma facendo giocare costui facciamo gli interessi nostri o della roma? Capisco che potrebbe tornare il giocatore di un paio d’anni fa, ma non sarebbe meglio valorizzare Lucas che a mio avviso, per quanto inconcludente possa essere, vale più del serbo? Nemmeno una linea di coerenza: percorriamo una strada a senso unico in direzione del vil denaro che non ci porterà a nessuna affermazione.

    • Per quanto Ljajic sia abbondantemente sotto le aspettative, io non lo cambiarei con Boyé che in tutte le ultime 10 occasioni ha fatto sistematicamente pena.
      Sarò un pó illuso o di parte, ma i colpi del serbo, anche solo una tantum, l’argentino non li ha proprio nelle corde. Molta corsa a testa bassa, individualista, non vede gioco e compagni per non parlare di come tira in porta (lo stesso fabbro di Barreto jr). Solo buona difesa della palla, discreta tecnica individuale e ottima fisicità. Per il momento, complessivamente, è un 5 (due partite buone) e non ha l’ics factor.

  2. un pacco da rispedire al mittente, giocatore sopravvalutato, pagato una follia dalla Roma e cercheranno a fine anno di rifilarcelo! riscatto a 13 mln, ma neanche per meno della metà! uno veramente buono negli spezzoni di partita concessogli avrebbe dovuto sfondare la porta dalla rabbia, invece si sfoga sulle bottigliette di plastica….via via via via

  3. Speriamo di limitare almeno i danni. Che ne so, un 3 a 5 tipo Napoli. Con lo jeti in marcatura e gli altri allegri difensori ci son le premesse per un’imbarcata umiliante. Spero nel o meglio nei gol della bandiera.del resto senza l’apporto del fondamentale CAO5, galeotto fu il gomito, non puo che essere cosi. Fortuna che il prossimo anno battendo la concorrenza di mezzo mondo arriva MACACH…

  4. Ma lasciamo perdere sto sopravvalutato….
    Se si riprenderà bene, ma mettiamolo alla prova in partite già chiuse…le sue opportunità fin’ora le ha avute ed ha toppato alla stragrande!
    In campo il tridente titolare se non altro per tenere un po’ sulla corda la retroguardia della Roma, che non si senta così sicura…
    E nel caso, nella ripresa, dentro Boyè, mille volte meglio del “prestato Romano”, è giovane, è più importante nell’economia della partita perché per lo meno torna a difendere, è nostro, sa tenere palla, sa dribblare…in una parola è migliore!

  5. Io lo farei giocare. Cosa abbiamo da perdere? Per me è un giocatore sopravvalutato, un giochino del nano e dell’autista a fari spenti con i mafiosetti italoemaricani a Roma. Se fa bene bene. Se fa male si deprime definitivamente e almeno diamo spazio a Boyè e De Luca se proprio dobbiamo….