Toro, la sconfitta alla prima giornata di A mancava dal 2002: di nuovo San Siro

92
2389
CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: Emiliano Moretti

I granata di Camolese esordirono con una sconfitta contro i nerazzurri. In serie B bisogna tornare al Toro di Lerda 2002-2003

La stagione granata non è iniziata nel migliore dei modi. La sconfitta di San Siro contro il Milan ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi e allo stesso Sinisa Mihajlovic. Il rigore parato da Donnarumma all’ultimo istante della partita ha punito gli errori commessi dalla difesa granata.

Il Torino non perdeva all’esordio in campionato in serie A dalla stagione 20022003, quando gli uomini di Camolese furono sconfitti a San Siro dall’Inter di Héctor Cuper con gol dell’ex granata Vieri.
Lo scontro con i nerazzurri si sarebbe dovuto disputare alla seconda giornata, ma la partita tra Torino e Bologna, programmata come prima di campionato, fu rinviata per una protesta riguardo alla spartizione dei diritti televisivi. Sfida che verrà poi vinta dai granata il 6 novembre 2002 con il punteggio di 2-1, grazie alle reti di Conticchio e Castellini.

Più recente, invece, la sconfitta all’esordio in serie B: nella stagione 2010-2011 il Toro di Lerda uscì battuto per 1-2 dalla sfida casalinga contro il Varese. I granata terminarono quel campionato con un deludente ottavo posto e fuori dai play-off promozione.

Condividi

92 Commenti

  1. Mi piacerebbe sapere dai forumisti pro e contro Cairo che siano , quali saranno le mosse del presidente secondo voi, dite che rimarremo con un pugno di mosche oppure farà dei buoni acquisti ; io dico che venderà Maksimovic all ultimo , venderà o scambierà zappacosta , prenderà un centrale difensivo da 5/6 milioni , un regista all estero sotto i 5 , e prenderemo Gabriel in prestito

  2. DIABLO …ciao fratello…ti rispondo qua ,sono dovuto scappare….si ,sono proprio io ,leggo ma scrivo meno ..io tutto a posto ,ferie finite e domani riprendo :((((((((….tu invece sempre in forma hee :-):-):-):-):-)

  3. Mi riferiscono che su una tv siciliana alcuni tifosi del Catania dicono che in serie A non sfigurebbero visto che sono superiori a Toro, Palermo e Udinese…. Ahahahahahahahahah meno male he ogni tanto qualcuno mi fa ridere!

  4. Peres appena arrivato alla Roma è diventato titolare, per cui per lui, al momento, le cose non stanno andando male, e non credo sia colpa sua il risultato di stasera. Se non è stato determinante, ricordiamoci che gioca da terzino destro.

  5. Siamo lontani anni luce dalle altre squadre europee , arriviamo dopo la Francia , l’Inghilterra , la Spagna , la Germania , Higuain o no anche quest anno i gobbi prenderanno mazzate perché a parer mio POGBA e Morata erano di un altro , anzi , due altri pianeti !!

  6. Con l’eliminazione della Roma i gobbi si spartiranno con il Napoli una barca di soldi in più (se vanno avanti) derivante dal Market Pool. Dei 110 ml per le italiane ora i gobbi hanno diritto al 55% e se arrivano in finale……a voi i conti! Damn!!!!

  7. La Roma ha giocato senza consapevolezza. Non ha ancora capito che la Serie A è una cosa e la Champions un’altra. Fanno i coatti in campo, qui passi in Europa no. Tipo la Juve. Bruno Peres è lo stesso identico giocatore di Torino, con pregi e difetti. Anche Spalletti almeno un paio di volte gli ha urlato dietro.

    • Senza voler far polemca, perchè la vita è così, alla squadra che avremmo potuto avere, rileggendo quei nomi …. che domeniche allo stadio! Nella cronaca, non trovato scritto il nome di Bruno nemmeno una volta: non gliel’avarnno neanche passata! E’ vero che Bruno non sarà mai un campione completo, però è anche vero che le attenuanti che valgono per un Rossettini, per dire, devono valere anche per lui. E’ stato appena catapultato in una nuova realtà, anche lui non avrà capito bene cosa ci stesse a fare.

  8. E intanto Bruno Peres sta giocando la sua prima è probabilmente ultima partita di Champions League di quest’anno… Non nascondo che un po’mi fa piacere per tutti questi fenomeni che pretendono palcoscenici migliori

  9. Mah, ancora una volta ci sono tutti i presupposti per fare davvero un buon lavoro nel mercato anche se tardi, come nostro brutto vizio e come praticamente inevitabile dato che le date del mercato sono assurdamente queste..

  10. Comunque non sta niente male. La (per fortuna adesso piccola) “S” stilizzata e staccata in basso richiama il Toro in alto e fa da fondamenta ideale per la scritta che se no darebbe l’impressione di poter scivolare via essendo inclinata. Dal punto di vista grafico hanno fatto un buon lavoro.

    • Ciao Rotor. La speranza è quella. Spero che con la cessione di Maksi si riescano a prendere almeno due pedine di livello superiore: un suo degno sostituto (e Vida sarebbe tale) e un regista come De Souza. Che per quanto mi piaccia Valdifiori non vorrei però che Nikola finisse a Napoli, a sto punto. Diciamo che con questi due innesti inizierei a tranquillizzarmi, visto che per ora sono abbastanza perplesso.

  11. Conticchio. …povero Tifoso del Toro quanta merda ti han fatto mangiare in 20 anni. Lo credo che sono impazzito in riva a sto fiume fangoso. Ma i rinforzi arriveranno mai? E quando? La speranza sino a che punto confina con la follia? Fanculo!

  12. Dunque se come sembra vendiamo Macsi a quasi trenta milioni, altrettanti tra Bruno è Glik,cazzo sono sessanta milioni! A cui vanno aggiunti gli spiccioli che c erano in cassa….da buon romagnolo tornerei una vagonata di bestemmie, pensando al nano arpagone, che non tira fuori un euro, o meglio prima di tirarlo fuori prima ne vuole incassare due…

  13. Cairo nemmeno se avesse a disposizione 100 milioni comprerebbe quel che ci serve in questo momento, è inutile che fantastichiamo e ci facciamo dei sogni mostruosamente proibiti, la realtà è questa dura e cruda.

  14. Maksimovic, per i noti fatti, e Zappacosta, perché dopo aver fatto la riserva a Peres non vuole farla anche a De Silvestri, sono in partenza e dalle loro cessioni il Torino dovrebbe guadagnare più di 30 milioni. La cifra è considerevole e più che sufficiente per prendere un portiere, un terzino, un difensore centrale, una mezzala e un uomo da piazzare davanti alla difesa che coniughi fase difensiva con impostazione della manovra offensiva. I nomi in ballo sono sempre gli stessi: Gabriel, Sepe, Sportiello, Castagne, Calabria, Tomovic, Vida, Poli, De Souza, Valdifiori e Obiang, più i grandi concupiti e decisamente difficili da raggiungere per costi Sirigu e Kucka, il milanista oltretutto ben difficilmente sarà messo con convinzione sul mercato dal club rossonero. Il Torino poi avrebbe ancora bisogno di dare un’aggiustatina alla rosa cedendo i giocatori in esubero e sostituendo un portiere con un altro, Gomis potrebbe andare a giocare con maggiore continuità altrove e al suo posto arrivare un secondo che non abbia problemi a fare panchina e che all’occorrenza sappia farsi trovare pronto, e magari trovando una collocazione altrove per Martinez e prendendo un attaccate esterno utile per il 4-3-1-2 e la scelta potrebbe ricadere su giocatori come Atsu e Saponara…..detto ciò, ci vorrebbero 3/4 direttori sportivi per fare tutto in 8 giorni!

  15. passano inesorabili gli ultimi giori ….vedo che tante parole nessun fatto…o forse neppure le parole perche’ alla fine che ne sappiamo noi …..certo che la squadra ora come ora si e’ decisamente indebolita….

  16. Sky sport ha appena detto che il Napoli ha offerto 25 milioni piu’ bonus per Maximovic ,ma il Toro ne vuole 30 piu’ bonus.Balla una differenza di 5 milioni,le prossime 48 ore saranno decisive in un senso o nell’altro.

  17. @Lovi per quanto sia d’accordo con te, ovvero che è veramente bella questa maglia ed è un peccato “sporcarla” con uno sponsor, pagano per essere visibili quindi è normale che sia così. In Argentina tutte le squadre sono piene zeppe di scritte. A me piacerebbe un’annata completamente priva di qualsivoglia forma pubblicitaria, ma questo è il calcio moderno bellezza. #SFT