Toro-Lopez: è Maxi amore

45
1760
Maxi Lopez
CAMPO, 10.7.16, Torino, Sisport, allenamento del Torino FC, nella foto: Maxi Lopez

Maxi Lopez ieri è stato il giocatore granata più applaudito e osannato dai tifosi, rispetto ad un anno forma è arrivato in ritiro in piena forma fisica

Difficile, se non addirittura quasi impossibile, immaginare in questo momento un Toro senza Maxi Lopez, ma è altrettanto difficile immaginare Maxi Lopez in una squadra diversa dal Toro. Che tra l’attaccante e la tifoseria granata il legame sia forte non è certamente una novità: in pochissimo tempo l’argentino si è levato di dosso l’etichetta di “riserva di Meggiorini al Chievo”, che in molti tra i tifosi gli avevano appiccicato al momento del suo arrivo, diventando un vero e proprio idolo grazie alla sua grinta, la sua determinazione ma anche grazie alla tecnica e i gol.

L’affetto della tifoseria nei confronti di Maxi Lopez lo si è potuto vedere anche ieri, prima alla Sisport, poi al Cap Dieci Cento alla “Festa Granata”. Al momento della presentazione della squadra, Maxi Lopez è stato l’ultimo calciatore ad essere chiamato sul palco ma allo stesso tempo è stato anche quello più acclamato. Nell’applausometro granata l’argentino, a cui sono anche stati dedicato cori e incitamenti vari, ha battuto anche Baselli e Belotti, altri due giocatori molto amati dalla curva.

Se il legame tra il numero undici e il popolo granata è così forte è anche perché l’affetto è reciproco: nonostante sia arrivato sotto la Mole da solamente un anno e mezzo, nel cuore di Maxi Lopez il Toro è riuscito a fare breccia. Dopo le parole di Mihajlovic sul palco del Cap Dieci Cento, l’argentino è stato uno dei pochi a cantare l’inno granata dalla prima all’ultima parola insieme ai tifosi, proprio come se fosse uno di loro.

Rispetto ad un anno fa Maxi Lopez si è presentato al raduno in una forma fisica decisamente migliore: un buon inizio da cui partire per tornare ad essere protagonista in campo nella prossima stagione e lasciarsi alle spalle tutte le difficoltà degli ultimi dodici mesi. Il Toro ha bisogno del miglior Maxi Lopez e, allo stesso tempo, Maxi Lopez ha bisogno del Toro.

Condividi

45 Commenti

  1. In ogni caso Maxi si dovrà contendere la maglia con Belotti. Nessuno dei due dovrebbe essere impiegato come attaccante esterno, Maxi no di sicuro e quindi sarà una bella battaglia. In quel ruolo siamo coperti.
    Tutti da vedere gli altri interpreti del tridente.

  2. io non ho notato la piena forma fisica, ma meglio così. Tecnicamente e caratterialmente in campo non si discute, teniamoci stretti maxi!!. Mi è dispiaciuto che non si siano fatti cori anche per Moretti, se li meritava anche lui.

  3. Ho una gran paura per l attacco. La scorsa stagione Belotti a iniziato a segnare solo dopo l arrivo di Immobile che si sfiancava all ala . Quest anno …..? Chi all ala? Maxi gioca piu o meno dove gioca Belotti quindi o uno o l altro.

  4. Io Maxi me lo tengo stretto,anche con qualche kilo in più e una birra nella pancia,lui quando entra in campo si fa sempre sentire ed è l’unico,con Bruno Peres,che può far la differenza,la classe non è acqua…

  5. il popolo granata lo ama… ci stupisce? L’unico che, pur nella sua imperfezione comportamentale e deontologica, abbia della testicolina nelle gonadi: si veda il calcione voluto e cercato rifilato ad Alonso, si vedano le dichiarazioni schiette verso il genovese, il suo carisma in campo e l’atteggiamento e lo sguardo fiero… chiunque abbia di fronte.

  6. oddio dalla foto il colorito è cianotico….non sò se per colpa sua o del fotografo. spero solo che quest’anno faccia il professionista (visto che è lautamente pagato per farlo) e non la vacca come quello passato. oggi gli alibi stanno a zero. per il resto già tutto detto: grande grinta, tecnica, senso del goal.

  7. Come notato da altri, Maxi ha più probabilità di giocare con un trequartista alle spalle. Dunque Ljaljc serve, nel caso, anche per far giocare due punte centrali, tra cui ci sono oltre al Gallo anche Boyè e Martinez (che volendo può fare l’esterno)

  8. Nell’ultimo anno con Miha, alla Samp, fece la riserva a Okaka. Qui ha Belotti a contendergli il posto e, probabilmente, siederà ancora in panca. Per tanti motivi: il gallo è giovane, è costato molto, va valorizzato, corre e si sbatte aiutando la squadra (come faceva Okaka che tutto era fuorchè un bomber di razza). Son contento se resta Maxi, son contento se ha voglia di mettersi in discussione senza pretendere il posto da titolare e senza polemizzare.

    • Un po’ ingeneroso delegargli il ruolo di panchinaro conclamato,visto che l’anno scorso le partite decisive per salvarci portano la sua firma. Contenderà il posto a Belotti,e se Belotti non segna due partite di fila giocherà Maxi. Che difficilmente non segna se titolare.

  9. Adoro maxi, ma non è corretto dargli alibi. Ha avuto fiducia dalla dirigenza che l’ha rinnovato, dai tifosi che lo adorano e dall’allenatore che stravedeva per lui, avendolo chiesto per 3 anni e che a ogni intervista lo incitava. Se non fai il professionista la colpa è solo esclusivamente tua.
    Sembra che questa stagione sia iniziata sotto altri auspici, forza maxi.

  10. Maxi Lopez e Belotti sono una coppia da 25 gol se ben supportati dalla squadra. Maxi Lopez e’ il miglior attaccante che abbiamo e se lo scorso anno non ha praticamente mai giocato e’ solo perché la sua forma e’stata a dir poco scadente per quasi tutta la stagione. Non dimentichiamo che e’ partito titolare e che ha calcato il campo per 26 volte. FVCG

  11. Se è in forma e motivato è potenzialmente un fenomeno vero. adesso bisogna assolutamente farlo coesistere con il Gallo (nessuno dei due secondo me può giocare da attacacnte esterno perchè sarebbero lontani dall’area che è il loro ambiente naturale) in un attacco con due punte e un trequartista.
    Il modulo perfetto per me sarebbe un 4312 con due terzini che spingano e potremmo fare davvero male.

  12. Ciao a tutti! Anche io condivido in pieno le parole di RolandoBianchi….
    Invece ho una domanda per chi ha avuto la fortuna di assistere dal vivo alla “prima” di ieri pomeriggio! Un commento su Boye? Come si muove, tocco di palla, etc? Grazie!

  13. Sanguigno,autentico,forte. Un vero Toro. Anche per questo non andava d’accordo con il vecchio,che in lui rivedeva un altro Bianchi. Contento che se ne sia andato prima Ventura. Grande Maxi,i tifosi VERI,ti hanno sempre amato.

  14. è amato perché è uno dei pochi che risponde al concetto di “giocatore di calcio”insieme a Moretti (ahimè l’età) maksi e Peres.che strano che i tifosi amino i giocatori di calcio anziché i mediocri pedatori.strano davvero.