Salvadori: “Miha come Radice, anche noi sapevamo di essere privilegiati”

3
1228

Esclusiva / Roberto Salvadori racconta il passato e il presente del Toro: “A Palermo trasferta molto insidiosa. Mihajlovic può essere l’uomo giusto”

Roberto Salvadori applaude, senza alcun dubbio, Sinisa Mihajlovic. Il terzino del Toro dello Scudetto, in esclusiva per Toro.it, racconta infatti alcuni episodi che riguardavano la sua squadra, quella allenata da Gigi Radice, e quella attuale: entrambe sanguigne, entrambe affamate di vittorie.

Anche a noi Radice disse che eravamo dei privilegiati“, confessa il “Faina”, “proprio come Mihajlovic ha fatto dopo la sfida contro la Fiorentina. È importante avere molto ben presenti i problemi reali, che spesso non toccano i calciatori”.

Mihajlovic“, pensa la stella granata, “può essere sicuramente l’uomo giusto per il Toro: ha trovato già un ottimo punto di contatto con i tifosi. Adesso si deve andare avanti così, ma attenzione alla sfida contro il Palermo“.

Ecco la video intervista a Roberto Salvadori:


Condividi

3 Commenti

  1. Ho già detto giorni fa che ho notato delle analogie con lo spirito e qualcos’altro della squadra attuale con quella di Radice, non vinceremo lo scudetto quello è già assegnato da tanti, ma noto lo spirito garibaldino, il granatismo scellerato e il voler imporre sempre il nostro gioco come nel 76, quando a Radice no

    • Quando a Radice non fregava di come giocavano gli avversari di turno ma importava come giocavano noi, poi come nel 76 allenatore nuovo con nuove idee ed un tipo di calcio d’attacco come la nostra storia ci impone, secondo me quest’anno sorprenderemo!