Spadafora sul caso coronavirus e la Serie A a porte chiuse

Spadafora: “Porte chiuse? Si va in questa direzione”

di Giulia Abbate - 4 Marzo 2020

Le parole del ministro dello sport Vincenzo Spadafora sul caso Serie A: “Proseguiranno le attività ma nel rispetto della salute”

Dopo il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e quello del Coni Malagò, che in mattinata erano intervenuti sulla questione calcio e coronavirus, anche il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora è da poco intervenuto sul medesimo argomento. E la linea pare essere esattamente la stessa: anche il calcio potrà proseguire, come le altre attività, ma la priorità è e continuerà ad essere la salute dei cittadini. “Proseguiranno tutte le attività, anche del campionato – ha infatti dichiarato Spadafora – ma nel rispetto della salute per tutti . Il Ministro dello Sport, come riporta una nota dell’ANSA, ha poi commentato così la possibilità di giocare le partite del campionato di Serie A a porte chiuse: “Si va verso questo tipo di provvedimento“.

Porte chiuse, Conte: “Deciderà la Lega Calcio”

Come raccontato proprio questa mattina, anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte era intervenuto sulla questione calcio e la possibilità di proseguire il campionato a porte chiuse. Dopo aver chiesto il parere di un Comitato Scientifico e ipotizzato (si attende l’ufficialità) l’inserimento all’interno del decreto ministeriale della possibilità di disputare le manifestazioni sportive a porte chiuse per almeno 30 giorni, il Premier Conte aveva poi dichiarato: “La nostra attenzione è massima, non possiamo prendere decisioni avventate, incidono sullo stile di vita dei cittadini italiani. Il contagio potrebbe estendersi, non sappiamo quando raggiungeremo il picco. Il calcio? Sarà la Lega a decidere se giocare a porte chiuse o rinviare le partite“.

più nuovi più vecchi
Notificami
ardi06
Utente
ardi06

Era l’unica cosa da fare da subito, diversamente fine del campionato. Il virus durerà per mesi