Nella scorsa stagione lo Spezia mise in grande difficoltà il Torino, dopo la partita di andata fu esonerato Marco Giampaolo

Il Torino si appresta ad affrontare lo Spezia sabato 6 novembre con calcio d’inizio alle ore 15. Una sfida che i granata, reduci da un buon inizio di stagione, non vorranno sbagliare. I granata contro la squadra di Thiago Motta avranno una motivazione in più, ovvero quella di vendicare le due partite della scorsa stagione nelle quali i liguri sono riusciti a metterli in grande difficoltà. All’andata, che si giocò tra le mura amiche dello stadio Olimpico Grande Torino, il match tra Toro e Spezia terminò 0-0. In quell’occasione i padroni di casa non riuscirono ad imporsi sugli aquilotti, nonostante lo Spezia fosse rimasto con 10 giocatori dall’8’ minuto, a causa dell’espulsione di Vignali per un fallo molto duro. I granata, reduci da una serie di risultati negativi, rimediarono quindi un amaro pareggio. Risultato che convinse il presidente Urbano Cairo a esonerare Marco Giampaolo per affidare la panchina granata a Davide Nicola, che già conosceva molto bene l’ambiente granata avendo giocato nel Toro.

La sconfitta 4-1 in casa dello Spezia

A Davide Nicola non andò meglio. Anzi, nella partita di ritorno lo Spezia allora guidato da Vincenzo Italiano si impose 4-1 sul Toro. Quella pesante sconfitta arrivò nel periodo più buio dell’avventura di Nicola sulla panchina del club piemontese, con i granata che arrivavano alla sfida contro i liguri dopo la sconfitta 7-0 contro il Milan. Dopo la partita contro lo Spezia sembravano ormai davvero a un passo dal baratro della Serie B. A sbloccare quello Spezia-Torino fu Saponara dopo 19’ minuti di gioco. Poi la doppietta di N’Zola con il secondo gol segnato su rigore che portò il risultato sul 3-0 in favore dello Spezia. Al 55’ minuto invece arrivó il gol di Belotti su calcio di rigore ma ad infrangere una volta per tutte le speranze del Toro, di agguantare almeno un pareggio, fu la rete di Erlic all’84’ minuto. Dunque contro lo Spezia il Toro ha collezionato un pareggio e una sconfitta. Due sfide che ancora oggi gridano vendetta.

Spezia fame di punti Juric è avvisato

Tornando a parlare del presente, le due squadre sabato pomeriggio andranno a caccia dei 3 punti per motivazioni diverse. I granata per dare continuità al risultato positivo rimediato contro la Sampdoria di Roberto D’Aversa, mentre la squadra di Thiago Motta per guadagnare punti indispensabili per uscire dalla zona retrocessione. I liguri infatti, si trovano al 18^ posto in classifica con soli 8 punti. E questa volta è il Toro che potrebbe far saltare la panchina dello Spezia, con la posizione di Thiago Motta decisamente in bilico. Sicuramente il Toro non dovrà sottovalutare la partita perché anche prima delle due sfide dello scorso anno lo Spezia per i granata ha rappresentato un avversario molto ostico. Juric è avvertito. Tutte e due le squadre lotteranno per ottenere un risultato positivo prima della pausa per le Nazionali.

Gleison Bremer e Emmanuel Gyasi
Gleison Bremer e Emmanuel Gyasi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-11-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rokko110768
rokko110768
9 mesi fa

Lo Spezia lo scorso anno indubbiamente ci ha fatto male tantissimo ed è l’emblema della stagione. 0-0 in 11 contro 10 in casa con una povertà di gioco e manovra devastanti e con Giampaolo incapace di riportare la squadra sul suo 4312, rimanendo ancorato ad un 352 che non è… Leggi il resto »

Toro, arriva lo Spezia: ha la peggior difesa del campionato

Milinkovic-Savic, 11 partite da spettatore o quasi: ma quando serve sa parare