Il Borsino di Carlo Quaranta dopo Torino-Fiorentina 4-0: ecco chi sale e chi scende dopo l’ultima partita di campionato

Il Torino che non t’aspetti. Proprio quando sembrava che le ultime vicende (legate alla positività al covid-19 da parte di sei giocatori) che avevano stoppato la squadra alla vigilia della prima partita del 2022 e la conseguente mancanza di adeguati allenamenti in vista della gara contro la Fiorentina avessero dovuto costituire un ostacolo insormontabile, ecco che la squadra di Juric sfodera una prestazione maiuscola e maltratta i viola – che nella gara di andata avevano vinto dimostrando di essere più forti – come fossero la Salernitana.

E così il nuovo anno nasce come meglio non avrebbe potuto, con una vittoria netta e convincente (anno nuovo – scarto nuovo!), con quattro gol frutto di azioni corali, un pressing efficace e buone verticalizzazioni che hanno denotato i progressi dei giocatori granata ed hanno messo a nudo le amnesie di una difesa gigliata insolitamente imbambolata che ha senz’altro agevolato l’inattesa vendemmia granata.

Diverse le note positive di un insolito lunedì pomeriggio, dal punteggio rotondo alla modalità di realizzazione dei gol, dall’applicazione tattica all’efficacia del pressing, dall’approccio iniziale alla gestione del vantaggio, dall’esordio in serie A del giovane portiere Gemello alla prestazione super di Bremer che ha annullato il capocannoniere Vlahovic, dalla prima doppietta di Brekalo alla conferma dell’ottimo ruolino di marcia casalingo… che tuttavia non è ancora sufficiente a colmare la nota dolente di una scarsa presenza di pubblico sugli spalti che prescinde da giorno, orario e normative anti-covid.

Torino-Fiorentina: chi sale

GEMELLO esordio da incorniciare per l’ex portiere della Primavera che sostituisce Milinkovic – Savic mantenendo la porta inviolata e compiendo anche un bell’intervento su Gonzalez.
BREKALO con la doppietta realizzata ai viola compie un passo significativo verso il riscatto fissato a 12 milioni di euro a fine stagione. Sempre in partita, ora servirebbe anche qualche assist decisivo in più.
BREMER sebbene ci abbia abituato a questi livelli, non era certo scontato che non facesse toccare palla al capocannoniere del campionato visibilmente nervoso. Trova il modo anche per un lancio in profondità per Brekalo.
SINGO sin dai primi minuti si vede che è in giornata di grazia e difatti sfugge sempre a Biraghi e costringe M. Quarta al giallo. Sigla anche il vantaggio di testa con buona scelta di tempo e tiene bene il campo anche dietro.
SANABRIA gioca con buon piglio una partita di sacrificio e spesso con le spalle alla porta sbagliando anche qualche controllo. Sfrutta però l’unico pallone utile per siglare il gol che per un attaccante è sempre l’aspetto principale.
VOJVODA oramai ha preso confidenza sulla corsia sinistra e fa felice Juric confezionando con un cross “da quinto a quinto” il vantaggio dei granata. Ordinato, rare sbavature dietro.
MANDRAGORA al rientro da titolare e premiato anche con la fascia di capitano, fatica un po’ all’inizio ma prende le misure a Bonaventura, regala un assist perfetto a Sanabria e un’ottima verticalizzazione per Vojvoda.

Torino-Fiorentina: gli stabili

RODRIGUEZ non patisce Callejon, qualche grattacapo in più nel secondo tempo con Gonzalez. Dà una mano anche su Vlahovic ed è sempre ben piazzato, legge bene e rilancia.
LUKIC solita gara fatta di contrasti e di tocchi corti a cucire il gioco con l’impennata in occasione del gol del raddoppio quando, anche con un rimpallo, si fa strada in area ed offre un pallone d’oro a Brekalo per il raddoppio.
DJIDJI anche lui è solido e concentrato. Se la vede con Gonzalez ma aiuta anche Bremer raddoppiando su Vlahovic. Sale contribuendo anche all’azione offensiva, l’unico neo è un cartellino giallo davvero ingenuo.

Torino-Fiorentina: chi scende

PRAET ha dovuto lasciare il campo nel finale per un infortunio che va valutato accuratamente dopo una partita un po’ in ombra nella quale fa cose buone ma non sempre sfrutta gli spazi adeguatamente.

Rolando Mandragora, Luca Gemello e Ricardo Rodriguez
Rolando Mandragora, Luca Gemello e Ricardo Rodriguez
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-01-2022


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
6 mesi fa

Ma alla fine il riscatto di brekalo è fissato a 10/11 o 12 ml? Perché ogni giorno leggo una nuova cifra

odix77
odix77
6 mesi fa
Reply to  ardi06

io sapevo 11 , ma poi ho letto 12 …..:-)

odix77
odix77
6 mesi fa

un pò bassina la valuitazione di rodriguez a mio avviso che non sbaglia una sola palla …. bassina anche lukic che oltre a fare quello che fa ormai da inizio anno sforna l’assist con una incursione in area, nel senso barella l’hanno preso a 40 milioni per cose del genere….bassina… Leggi il resto »

Charlie66
Charlie66
6 mesi fa

qualcuno ha notato vojvoda che inizia ad esultare appena sanabria stoppa la palla in occasione del gol? ecco quello è il nuovo spirito di squadra, fiducia nei propri mezzi e fiducia nei compagni!!! FVCG

torofab
torofab
6 mesi fa
Reply to  Charlie66

meraviglioso…

Convincenti ma ancora in bilico

Dimensione-Toro