Belotti: “All’Europa crediamo ancora”

di Valentino Della Casa - 4 Aprile 2018

Andrea Belotti commenta Torino-Crotone 4-1: “Felice per la tripletta, ma l’importante era la vittoria della squadra. Festeggiamenti? Sì, ma non troppi…”

Andrea Belotti è tornato ad alzare davvero la cresta. Torino-Crotone 4-1 riporta per tre volte il suo nome nel tabellino dei marcatori, e si tratta di una vera grande gioia per l’attaccante che ha vissuto una stagione finora davvero molto complicata. “La cosa più importante” dice Belotti al termine della gara, “era però la vittoria. Perché dopo la grande prestazione in Cagliari-Torino, dovevamo rifarci anche in casa. Ovviamente, sono contento per aver segnato un’altra tripletta! La dedica è per mia moglie, che mi è sempre stata vicino. Nelle prossime partite deveo cercare di segnare il più possibile, i due infortuni sono passati” dice, con un sorriso larghissimo che fa capire quanto sia felice della condizione fisica finalmente ritrovata. Così come la regolarità sotto porta. E sull’Europa: “All’Europa crediamo, abbiamo cinque punti dal settimo posto e ancora otto partite da giocare, dobbiamo crederci fino a quando non sarà la matematica a condannarci. La speranza di centrare il settimo posto c’è”.

Torino-Crotone 4-1, Belotti: “Festeggiamenti? Sì, ma non troppo”

Giusto volare per il 4-1 sul Crotone, ma anche giusto restare ampiamente ancorati con i piedi per terra. Belotti è stato davvero determinante, ma la testa va già a Torino-Inter di domenica prossima. “” dice il Gallo, “il mister vuole che pensiamo subito alla prossima partita contro i nerazzurri. Per cui festeggeremo, ma non troppo. Contro l’Inter sarà una gara difficile: giocheremo contro una grandissima formazione, e dovremo prepararla al meglio per fare una grande prestazione. Dobbiamo continuare sulla scia di quello che abbiamo fatto stasera e quello che abbiamo fatto settimana scorsa a Cagliari“. Su Ljajic: “Conosciamo tutti le sue grandi qualità e quando gioca si vede il suo valore. È il mister che però deve decidere se farlo giocare o no”.  Con un Gallo ritrovato, però, tutto sarà più semplice. Il capitano suona la carica. Il Torino deve seguirlo.

più nuovi più vecchi
Notificami
PaoloR
Utente
PaoloR

Ci spero ma non ci credo.
Rimangono 8 partite tra cui Inter milan lazio atalanta napoli…..ammesso che le vinciamo tutte, 66 punti potrebbero anche non bastare…..! Comunque sua sempre Fvcg!

Tarzan
Utente
Tarzan

Ma fatti furbo. Dai ancora 8 partite e poi magari riesci ad andare a far panca in una grande squadra. Coraggio manca poco…

10genà
Utente
10genà

Giusto! Almeno fan finta di aver qualcosa da fare