I mondiali di calcio 2022 si svolgeranno per la prima volta in Oriente e precisamente in Qatar.

I mondiali di calcio 2022 si svolgeranno per la prima volta in Oriente e precisamente in Qatar. Si tratta, inoltre. di una manifestazione anomala, poiché contrariamente alle precedenti si svolgerà in inverno soltanto per motivi climatici, visto che in estate nel paese fa molto caldo. Premesso ciò, gli occhi degli appassionati di tutto il mondo saranno puntati sui team, che secondo i pronostici dei bookmaker che operano nei casinò online, dovrebbero vincere il trofeo iridato come, ad esempio, Brasile, Francia, Inghilterra, Argentina e Spagna. Tuttavia, per gli italiani, vista l’assenza della loro compagine (per la seconda volta consecutiva), ci sarà la possibilità di ammirare le gesta di moltissimi giocatori che militano nel nostro campionato come, ad esempio, quelli di Torino che sono ben 5 che vestiranno i colori di tre team.

I principali contendenti alla vittoria

A pochissimi giorni dall’inizio del mondiale 2022, i riflettori sono puntati su alcuni team che dai pronostici vengono considerati come potenziali vincitori della manifestazione. Secondo i bookmakers, le quote in media vedono diverse squadre in grado di aggiudicarsela con in testa il Brasile dato a 5.00, seguito a ruota dall’Argentina a 6.50 e da Francia e Inghilterra entrambe a 7.00. La Spagna con una quota di 9.00 viene, invece, indicata come potenziale antagonista anche dai migliori siti scommesse non AAMS. La data d’inizio della manifestazione è fissata per il 20 novembre, e che vedrà di fronte i padroni di casa e l’Ecuador. La finalissima invece. si svolgerà a Doha il 18 dicembre. Detto ciò, va aggiunto che non essendo presente l’Italia (per la seconda volta consecutiva), gli occhi dei tifosi del nostro paese saranno puntati sui tanti giocatori che militano in Serie A. Quelli di Torino, ad esempio, sono 5 suddivisi in tre nazionali. A parte i favoriti dal pronostico, vale la pena aggiungere che qualche sorpresa potrebbe arrivare da Olanda e Belgio, nonché dal capitano portoghese Cristiano Ronaldo.

Chi guardare ai Mondiali?

Agli ormai imminenti mondiali i tifosi italiani e in particolare quelli di Torino guarderanno con attenzione la squadra croata, serba ed elvetica, poiché presenteranno tra le loro file giocatori che militano nella squadra granata. A tale proposito, vediamo di chi si tratta, quali sono le aspettative personali e della squadra in cui giocano e come i siti non AAMS di bookmakers quotano le loro possibilità di vittoria.

Croazia

La squadra croata affronterà il mondiale composta da 26 uomini ed incontrerà nel girone eliminatorio Belgio, Marocco e Canada. La squadra non ha mai affrontato il Belgio in un torneo importante, ma ci ha però, giocato otto volte nel corso degli anni. La prima partita del torneo è, tuttavia, contro il Marocco. La squadra del 2018 vice campione del Mondo aveva un solo giocatore del campionato croato, mentre quella attuale ne vanta otto. Premesso ciò, a parte gli esperti come Luka Modrić, Marcelo Brozović e Ivan Perišić i giovani si stanno facendo strada e tra i migliori spiccano Nikola Vlasic che milita nel Torino.

Nikola Vlasic- attaccante

Il giocatore punta di diamante del Torino è un trequartista molto versatile e in grado di proporsi spesso in attacco. Il suo bagaglio tecnico si arricchisce di dribbling, una spiccata propensione al gol e di un ottimo tiro dalla distanza. Vlasic nel Toro ha segnato fino ad ora 4 gol che sono un tantino pochi, ma rappresentano comunque un quarto del totale di quelli realizzati dalla squadra granata. I tifosi tuttavia ai mondiali lo guarderanno con attenzione sperando che si sblocchi definitivamente e possa poi a suon di reti, contribuire ad una seconda parte di campionato migliore e magari aiutare con i suoi gol e assist a centrare la qualificazione in Conference League che rientra nel pronostico della società granata.

Serbia

La Serbia, nel mondiale del  2010, si presentò con successo sulla ribalta internazionale a dispetto dei pronostici che la vedevano come una cenerentola ed è per tale motivo che in questo campionato mondiale ( terza apparizione negli ultimi quattro tornei) mira a fare ancora meglio. La Serbia ha,  tra l’altro, impressionato molto durante le qualificazioni, vincendo nel suo gruppo e posizionandosi davanti al Portogallo, costringendolo poi allo spareggio vinto con la Macedonia del Nord giustiziere dell’Italia campione d’Europa di Roberto Mancini. Il team Serbo è nel Gruppo G insieme al Brasile, agli svizzeri e al Camerun e inizierà il torneo proprio con i verdeoro il 25 novembre e i cui pronostici danno come favorito. La Serbia al mondiale conta di fare bene e si presenterà con tre giocatori che militano nel Torino. I tifosi di quest’ultimo li guarderanno con attenzione sperando che la vetrina mondiale possa contribuire alla loro definitiva esplosione e magari contribuire a centrare la qualificazione a qualche competizione europea da cui i granata mancano da molti anni.

Vanja Milinkovic-Savic
Vanja Milinkovic-Savic

Ai mondiali gli occhi dei tifosi granata saranno puntati sui tre giocatori che fanno parte della compagine serba. Tra questi c’è il portiere Vanja Milinkovic-Savic, il fratello di Sergej, centrocampista della Lazio di Maurizio Sarri. Le eccellenti prestazioni in maglia granata e il ruolo di titolare alla prossima manifestazione mondiale, inviterà molti tifosi della squadra piemontese a seguire le partite della nazionale Serba.

Sasa Lukic
Sasa Lukic

I dirigenti del Torino e i procuratori di Sasa Lukic sono al lavoro da molto tempo per il rinnovo del contratto del centrocampista della nazionale serba e che prenderà parte al prossimo torneo iridato. Lukic, sarà sotto i riflettori della tifoseria granata poiché ha tutte le carte in regola per diventare un protagonista, essendo uno dei cardini del centrocampo. Il suo team nel girone eliminatorio dovrà vedersela con il fortissimo Brasile favoritissimo dai pronostici, con la regolarissima formazione della confederazione elvetica  e con i leoni d’Africa del Camerun e mira a qualificarsi agli ottavi almeno come seconda forza del girone.  

Nemanja Radonjic
Nemanja Radonjic

Nemanja Radonjic è il terzo giocatore serbo che la squadra del Torino e i suoi appassionati tifosi seguiranno ai mondiali. Si tratta nello specifico di un centrocampista dalle spiccate doti offensive anche se fino ad ora nel team granata ha giocato poco più di 600 minuti. La speranza dei fans del toto è di ammirarne le sue gesta anche in proiezione della ripresa del campionato.

Svizzera

Il team elvetico è pronto per la sua quinta partecipazione consecutiva alla rassegna iridata. Gli svizzeri nelle precedenti edizioni hanno raggiunto i quarti di finale, in tre occasioni ossia 1934 e 1938 e nel mondiale casalingo del 1954. Il team elvetico si è profondamente rinnovato dopo che Stephan Lichtsteiner e Valon Behrami hanno appeso le scarpette al chiodo. Oggi infatti , ci sono volti nuovi e giovani, anche se tra i giocatori di spicco ci sarà Ricardo Rodriguez difensore del Torino con una forte propensione al gioco offensivo e che è beniamino della tifoseria granata. Il team nel girone eliminatorio affronterà il Brasile , la Serbia e il Camerun. Da ciò si evince che è un girone che a parte il Brasile superfavorito per la seconda piazza prevede una dura battaglia.  

Ricardo Rodriguez
Ricardo Rodriguez

Ricardo Rodriguez è diventato il beniamino della tifoseria granata poiché ha paragonato il derby della Mole con quello tra Milan e Inter. Il giocatore elvetico ha giocato con i rossoneri, ma dopo il suo arrivo nel Torino è diventato parte integrante della gloriosa società piemontese a tal punto da esser uno dei giocatori più apprezzati dai tifosi e che sicuramente lo seguiranno attentamente nel corso della sua avventura iridata del Qatar.

Conclusioni

Mancano davvero pochissimo all’inizio dei Mondiali in Qatar, il cui esordio prevede il match tra i padroni di casa e l’Ecuador. Sono tanti i giocatori che partecipano al campionato italiano di Serie A.

Il Torino ne avrà addirittura cinque e quindi i suoi tifosi avranno la possibilità di tifare per i tre team che li annoverano tra le loro file. La loro speranza è che i convocati dei team  croato, serbo e svizzero possano offrire qualcosa di nuovo o migliore di quanto sin qui dimostrato nelle file granata e garantire al club una seconda parte di campionato esaltante.


Chi vincerà la Coppa del Mondo? Pronostici dei bookmakers