Questa sera alle 18 Juventus e Torino si affronteranno per il primato cittadino. I granata arrivano alla sfida dopo il pareggio beffa in casa contro il Genoa e i bianconeri dopo la sconfitta contro il Sassuolo. 

 

Le difficoltà della Juve in questo avvio di stagione sono dimostrate anche dai numeri. La squadra di Allegri è al dodicesimo posto in classifica a quota 12 punti, frutto di tre vittorie, tre pareggi e ben quattro sconfitte. Il dato che preoccupa maggiormente i sostenitori bianconeri è quello legato alle reti fatte: solo 11, ottavo peggior attacco assoluto (il Toro ha segnato 16 reti). Tutta la fase realizzativa sembra essere sulle spalle di Dybala, autore di 4 gol. Nessun altro bianconero è infatti andato oltre alla singola marcatura fino ad ora. Meglio la difesa, che si conferma una delle meno battute della Serie A con 9 gol subiti (i granata ne hanno subiti 15), alle spalle solo di Inter, Fiorentina e Napoli.

 

Anche il rendimento allo Stadium ha tradito fortemente le aspettative: solo 8 punti in cinque partite. Tredicesimo rendimento casalingo, alle spalle anche del neo-promosso Frosinone. Questa statistica, però, si va a bilanciare con il rendimento esterno dei granata, che vengono da tre sconfitte consecutive fuori casa, dopo la vittoria contro il Frosinone e il pareggio di Verona.

 

I bianconeri hanno sempre vinto quando si sono trovati in vantaggio al termine del primo tempo (in due occasioni) e non sono mai riusciti a ribaltare il risultato quando si sono trovati in svantaggio al termine della prima frazione di gioco. Un dato che evidenzia le difficoltà della squadra di Allegri a reagire alle situazioni sfavorevoli. Il Toro è stato invece capace di ribaltare completamente il risultato in due occasioni e non è mai stato battuto se è passato in vantaggio nel primo tempo.

 

Infine una curiosità: la Juventus è la squadra che nelle prime 10 giornate di Serie A ha vinto meno contrasti. A testimonianza della carenza di personalità e di carica agonistica. Difetto analizzato anche da Buffon al termine della partita contro il Sassuolo.

Il Toro dovrà fare leva anche su questo aspetto se vorrà aggiudicarsi il derby.


Derby nel segno di Pulici. E di 70mila tifosi

Serie A, al via l’11° turno