Calciomercato / Operazione complessa: il Torino per Firpo del Betis offre 10 milioni. Nodo clausola rescissoria: piace alla dirigenza, ma Cairo frena

Eccolo, il sogno del Torino. Ora ha un nome e cognome. Ma che possa diventare realtà è tutto un altro paio di maniche. Di chi si parla? Junior Firpo del Real Betis Siviglia, un esterno mancino tutto corsa che Petrachi ha inseguito per diverse settimane, prima di venire allo scoperto. Ma l’operazione è delicata. Delicatissima, anzi. Perché, ed è storia recente di calciomercato, il Toro teme di pagare lo scotto subito per Peres prima e Verissimo poi, quando per un motivo o per un altro le trattative molto avanzate non si sono sbloccate. Ma l’operazione, economicamente ambiziosa, piace. Piace molto soprattutto alla dirigenza granata, che ora sta cercando di muoversi nel migliore dei modi.

Firpo-Betis Siviglia: clausola da 25 milioni

Facciamo un passo indietro, di qualche settimana. L’esigenza del Torino è quella di trovare un esterno, per completare il reparto. I nomi sono tanti (è stato di recente proposto pure Filippo Costa della Spal: il Toro sta nicchiando), ma quello che intriga di più è proprio quello di Junior Firpo del Real Betis Siviglia. 21 anni (22 ad agosto), originario della Repubblica Dominicana (ma dotato di passaporto spagnolo, quindi comunitario), Firpo è un terzino dotato di ottima corsa, capace di coprire quando necessario e attaccare alla bisogna (quest’anno ha segnato una rete al Real Madrid in contropiede). In totale, nella stagione appena conclusa, calcolando che è arrivato a gennaio 2018, ha giocato ben 14 gare e segnato due reti: un ottimo bottino, che gli è valso la firma di una clausola rescissoria di 25 milioni di euro. Una clausola a cui, a inizio estate, aveva pensato l’Arsenal senza poi andare a fondo alla questione. Ma il Torino ha scelto una via diversa per trattare.

Calciomercato, Junior Firpo al Torino? Sul piatto 10 milioni di euro

Il Torino per Firpo vorrebbe fare sul serio. Ma il suo sogno di calciomercato rischia di tramutarsi in una brutta botta in testa: questo perché ai 25 milioni di clausola rescissoria, il Toro avrebbe proposto o per lo meno abbozzato un discorso con il Betis Siviglia sulla base di circa 10 milioni. Non tanti, nemmeno pochi, soprattutto se si considerano le parole di Cairo di ieri a Bormio, secondo cui si è già speso moltissimo, nonostante manchi ancora qualche giocatore. Se quindi da un lato ci potrebbe essere quest’aspetto chiaramente smorzante, dall’altro c’è un’intenzione, davvero concreta, di provarci da parte del Toro. Ma perché per Firpo il Real Betis potrebbe accettare una proposta simile, lasciando perdere la clausola? Perché intascherebbe subito dei soldi che rischiano di non essere certi nei prossimi anni. E incasserebbe una somma considerevole di denaro. Firpo al Torino: l’operazione è molto complessa. Ma non infattibile, e ci si proverà. Ci si sta già provando anzi. Con molta pazienza e circospezione.


43 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
untifosodel99
untifosodel99
3 anni fa

Se lo prendiamo sarà perché paghiam la clausola in più rate per esempio in 3 anni un po’ come l’Atalanta con Zapata .
Sennò penso compreremo Lazzari verso fine mercato ,
A me piace ho visto due partite (non tantissime ) ma mi ha ricordato Peres .

GranataDentro ( Da oggi non alimenterò più la guerra fratricida tra Tifosi del Toro; non risponderò più alle provocazioni)
GranataDentro ( Da oggi non alimenterò più la guerra fratricida tra Tifosi del Toro; non risponderò più alle provocazioni)
3 anni fa

A chi scrive di non abbonarsi, io rispondo con un “non abbandonate i ragazzi”. Loro scendono in campo, loro vestono il granata, non Cairo o altri. Se suderanno, se si daranno completamente, necessitano del nostro sostegno. Non molliamoli prima ancora di cominciare. Se la stagione partirà male, chi ama il… Leggi il resto »

michele-miva "mi sembrava il toro pauroso di ventura"
michele-miva "mi sembrava il toro pauroso di ventura"
3 anni fa

unica risposta possibile a cairo.

Boyé all’AEK Atene, UFFICIALE: “Felice di essere qui”

Cairo da Bormio: “Per il mercato spesi 49 milioni, ci mancano uno o due giocatori”