Calciomercato / Un altro esterno cercato dal Torino: è Bolingoli-Mbombo del Rapid Vienna, che non vuole cederlo in prestito. Continua la ricerca

Il calciomercato vive di fiammate, e il Torino in questi giorni sta cercando di accendere la vampa giusta per arrivare all’esterno di centrocampo che gli manca. I nomi sono molti: da FirpoGibbs, passando da Antonelli a Costa della Spal. Alcuni fattibili, altri meno. E a quest’ultima categoria appartiene anche Boli Bolingoli-Mbombo, del Rapid Vienna. I tifosi più attenti, si ricorderanno forse di questo giocatore: nel settembre 2014 il Toro di Ventura giocava in Europa League in casa del Club Brugge (finì 0-0), e sulla fascia mancina dei nerazzurri scorazzava un 19enne di buone prospettive: era proprio Bolingoli-Mbombo, che si è ora trasferito in Austria.

Bolingoli-Mbombo del Rapid Vienna: chi è il giocatore

Nato a Kinshasa ma di passaporto belga, Bolingoli-Mbombo è cresciuto tra le file del Club Brugge, dove è rimasto fino al gennaio 2017: poi, sei mesi di prestito al Sint-Truiden (altra squadra belga), il ritorno a giugno in nerazzurro e il trasferimento a titolo definitivo al Rapid Vienna, con un contratto fino al 2020. In Austria, l’esterno classe ’95 ha disputato un’ottima stagione: 28 presenze nel campionato, con un epilogo un po’ sfortunato a causa di un infortunio alla caviglia che gli ha impedito di disputare le ultime gare. Le buone prestazioni però hanno portato il suo entourage e i vari intermediari a guardarsi attorno per la sessione estiva del calciomercato 2018, ed è qui che si è palesata la possibilità di passare al Torino.

Calciomercato Torino, sondaggio per Bolingoli-Mbombo: la risposta del Rapid Vienna

L’operazione (che stanti le indiscrezioni da confermare potrebbe interessare anche l’ex direttore sportivo della Juventus Alessio Secco in qualità di intermediario) si è però subito rivelata più complessa del previsto. Perché? Perché se dal punto di vista economico potrebbero bastare 5 milioni per portare Bolingoli-Mbombo, è però da escludere il trasferimento in prestito con diritto di riscatto. Il Rapid Vienna, infatti, sarebbe disposto a lasciar partire Bolingoli-Mbombo solo per un titolo defintivo. Il Toro ha quindi preso tempo, guardandosi anche altrove. Ma tenendo sempre un occhio puntato verso l’Austria, nel caso gli scenari di calciomercato, facilmente mutabili, dovessero effettivamente cambiare.


36 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fragranata69
Fragranata69
3 anni fa

Se oltre a costui prendiamo anche Ambarabà-cicicocò e veramente uno spettacolo …… anche per il telecronista…..kkkkkk

Cup
Cup
3 anni fa

Se con Bremer abbiamo preso la terza scelta in tema di centrali, per l’esterno sinistro siamo ormai alla quinta/sesta e non è detto che ci fermiamo qui. Tolti i primi nomi, ho la sensazione che Barreca fosse persino più forte di questi ultimi che escono fuori…

Ivan Groznyj (El Terrible)
Ivan Groznyj (El Terrible)
3 anni fa
Reply to  Cup

Dai? Ma non sapevate che sarebbe finita così? Succede sempre, vende qualcuno, e con la metà dei soldi (se va bene) compra uno più scarso di quello che c’era prima.

gabbo
gabbo
3 anni fa

giocatori invendibili, scassati, scarti, pacchi sorpresa, raccattiamo tutto, siamo gli stocchisti del fulbal, il sogno di ogni procuratore

De Laurentiis: “Torino su Grassi, ma i club italiani hanno il braccino corto”

Niang pensa alla Francia: avanti i contatti con il Nizza