Torino-Spal: le risposte desiderate

6
CAMPO, 13.5.18, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-SPAL, nella foto: Iago Falque

Il Borsino Granata dopo la partita Torino-Spal, l’ultima in casa del campionato 2017-2018: ecco chi sale e chi scende

I risultati di queste ultime giornate, purtroppo, per il Toro rappresentano un dato puramente statistico. Non la pensa certamente così Walter Mazzarri, però, al quale importa, e tanto, valutare gioco e uomini ed il risultato rappresenta spesso la naturale conseguenza di quanto espresso in allenamento e in partita. I granata si sono congedati dal proprio pubblico senza aver raggiunto l’obiettivo prefissato ad inizio stagione ma comunque con qualche dato incoraggiante, soprattutto per ciò che concerne l’atteggiamento di queste ultime giornate tutt’altro che vacanziero: Belotti e compagni hanno dimostrato di aver recepito il messaggio di tecnico e Società e sia contro il Napoli che contro la SPAL (due squadre ancora in corsa per conseguire i rispettivi obiettivi) hanno onorato gli impegni e proposto, a tratti, buone trame di gioco. Probabilmente l’ansia da risultato ha finito per condizionare più gli avversari che i granata ma resta il fatto di aver conquistato quattro punti pesantissimi che consentono a Mazzarri di superare con una giornata di anticipo lo score del suo predecessore.

Ma, come detto inizialmente, al tecnico toscano non è tanto il dato statistico ad interessare quanto la forza morale del gruppo, lo spirito messo in campo dai suoi ragazzi e le risposte ottenute dai cambi di modulo ed interpreti: il processo di assimilazione pare giunto ad un buon livello e certamente i benefici saranno evidenti nel corso della prossima stagione per la quale, dopo le recenti scottature, bisognerebbe evitare proclami e promesse. Le reazioni avute nelle ultime partite costituiscono la base da cui ripartire unitamente alle capacità tattiche manifestate anche in corso d’opera (la mossa Berenguer ad esempio ha sparigliato le carte contro i ferraresi) e all’ambizione che non va sventolata ma che Mazzarri sembra avere al pari di Urbano Cairo.

CHI SALE:

DE SILVESTRI esempio di professionalità e voglia di migliorarsi, sta disputando un finale di campionato in ascesa e da protagonista. Non solo si dimostra pronto nella propria area e spadroneggia sulla fascia mettendo in difficoltà Costa ma i suoi inserimenti sono costanti e pericolosi tanto che gli valgono il quinto gol stagionale (il primo di piede).

BELOTTI a fine match saluta i suoi tifosi col morale sollevato non solo dalla solita prestazione generosa ma soprattutto dal raggiungimento della doppia cifra nel tabellino marcatori: dovrebbe essere il minimo sindacale per un bomber come lui ma quest’anno la sfortuna si è accanita sul Gallo. Oltre al gol anche l’assist per il sorpasso.

LJAJIC il giocatore del primo tempo è piuttosto anonimo, si limita a ricamare trame normali e perde qualche pallone di troppo. Dall’insufficienza del primo all’eccellenza del secondo quando serve magistralmente i compagni mandandoli in porta e produce diverse giocate di classe esaltando se stesso, compagni e pubblico.

BERENGUER si conferma perfetto apriscatole a partita in corso: si presenta con un bel tiro a giro che Gomis devia sulla traversa e qualche minuto dopo serve un perfetto assist a Belotti a seguito di un inserimento puntuale, situazione che replicherà più tardi. Dimostra di poter avere una chance di giocarsi un posto di esterno nel 3-5-2 che verrà.

STABILI:

FALQUE gioca una buona gara sebbene cali un po’ di intensità nel finale. Bene nel raccordo tra i reparti e nel dai e vai con i compagni. Prova anche ad incidere con il gol personale tentando sia il tiro a giro dalla distanza che la conclusione ravvicinata dopo serpentina straordinaria in area ma non è fortunato.

NKOULOU dopo una fase di calo è tornato sui suoi livelli. Contro i ferraresi ha disputato una partita attenta, confermando le ottime doti di lettura delle trame avversarie, intercettando passaggi e anticipando con facilità. Bene sugli attaccanti ospiti e in particolare su Floccari.

BASELLI tanta corsa e più quantità che qualità per l’ex atalantino che ultimamente è diventato più combattivo ma meno ispirato nella trequarti avversaria. Gioca piuttosto arretrato e cerca di impostare l’azione dall’inizio. Buona comunque l’intesa con Falque.

ANSALDI non gioca una partita trascendentale, anzi tende a nascondersi e, a parte qualche chiusura semplice ed un affondo nel finale di primo tempo (tiro cross che mette in difficoltà Gomis), non si mette mai in evidenza. Poi lascia il posto a Berenguer.

MORETTI il senatore granata è sempre lucido e gioca con la consueta calma dei forti. Svolge il proprio compito a testa alta lottando quando c’è da lottare e annulla gli attaccanti avversari. Due macchie: non è tempestivo nel chiudere sulla conclusione vincente di Grassi (ma non è il solo) e nel finale rischia il rigore su Felipe.

RINCON non sempre lucidissimo, sbaglia qualche disimpegno e in avvio di partita anche un pallonetto che avrebbe potuto avere miglior sorte. Poi prova un’altra conclusione dopo una buona preparazione, troppo centrale però. Una buona gittata per De Silvestri ma non con i tempi giusti e in difficoltà tra Grassi ed Everton Luiz.

SIRIGU sorpreso dalla prima conclusione di Grassi che lo trafigge al 22’, si riscatta più tardi respingendo il tiro fotocopia dello stesso centrocampista e si salva anche sul colpo di testa ravvicinato di Cionek.

BURDISSO rischia pure stavolta e gli va bene che nel finale la sua svirgolata non si trasforma in un clamoroso autogol. Nel corso della gara altre piccole sbavature dimostrano che, dopo aver tirato a lungo la carretta, attualmente si trova un po’ in debito di ossigeno. Potrebbe essere stata la sua ultima al “Grande Torino”.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

voglio rimanere con i piedi x terra e non illudermi,ma ho l’impressione che mazzarri sia l’allenatore giusto x il Toro

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

un saluto dal bordo superiore della troposfera
prova
prova

10genà
Utente
10genà

provaci ancora, daje sec!

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

prova 1, 2, 3
prova 1, 2, 3

Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)
Utente
Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)

daje sec era la mia battuta…… ho il copyright neh

Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)
Utente
Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)

saluti dall’esosfera quasi tropopausa….hai studiato scienze naturali o meteo?