15 gennaio 1935: auguri a Gigi Radice, il grande mister dell’ultimo Scudetto – VIDEO

di Fabio Milano - 15 Gennaio 2018

Compie oggi 83 anni Gigi Radice, l’allenatore entrato nella storia del Torino dalla porta principale: tanti campioni lanciati e uno Scudetto indimenticabile con Pianelli

16 maggio 1976. Al Comunale si è appena conclusa la partita tra Torino e Cesena, gara che complice la contemporanea sconfitta della Juventus a Perugia, laurea i granata campioni d’Italia per la prima volta dopo la tragedia di Superga, ventisette anni dopo. Gigi Radice, tuttavia, non è soddisfatto. Quell’autorete di Mozzini, quella palla non “chiamata” a Castellini che consente il pareggio ai romagnoli proprio non gli va giù. Ed è questa, l’immagine con la quale l’allenatore brianzolo entra per sempre nella storia granata. Nativo di Cesano Maderno, trascorre quasi tutta la propria carriera come calciatore al Milan, con il quale vincerà uno scudetto nel 1961/62 e dove sarà protagonista nella vittoria rossonera in coppa dei campioni, la stagione successiva. Abbandona tuttavia abbastanza presto la carriera agonistica, complice un grave infortunio al ginocchio. Inizia subito ad allenare: Monza, Cesena, Fiorentina e Cagliari sono le tappe di avvicinamento al Toro, dove arriva nell’estate del 1975. Ed alla prima stagione, centra subito il tricolore, ventisette anni dopo gli Invincibili. Il suo è un calcio nuovo, fatto di pressing ed agonismo, che strizza l’occhio al calcio olandese. Potrebbe fare il bis nella stagione successiva; i granata giocano a meraviglia, forse meglio dell’anno prima, conquistano 50 punti che avrebbero permesso di vincere un qualsiasi torneo del dopoguerra, non bastarono per vincere quello perché la Juve ne fa 51. Gigi resta in granata fino al 1980; tornerà nella stagione 84/85, giusto in tempo per regalare alla Maratona un altro secondo posto, stavolta alle spalle del Verona “dei miracoli” targato Osvaldo Bagnoli. Il popolo granata, nel giorno del suo ottantatreesimo compleanno, lo festeggia e lo celebra come uno fra i tecnici più amati della propria storia; come se il tempo si fosse fermato a quel caldo pomeriggio di maggio del 1976, in campo con i suoi ragazzi che lo portano in trionfo. Buon compleanno, Gigi!

più nuovi più vecchi
Notificami
Toro 72
Utente
Toro 72

un grandissimo abbraccio Mister!!!! Uno di noi per sempre!!
GRAZIE DI TUTTO!!
FVCG

TRAPANO
Utente
TRAPANO

Un abbraccio mister …

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

Auguri grande Mister,
in questi anni per te difficili spero ci sia ancora un lampo di capacità che ti consenta di ricordare anche un solo momento di quella estrema felicità che hai regalato ai tifosi del Toro.

X