Il commento di Rolando Mandragora al termine di Torino-Benevento, match che ha chiudo la stagione 2020/2021

Con il pareggio ottenuto contro il Benevento, il Toro ha chiuso la propria stagione, costellata di alti e bassi. Rolando Mandragora, arrivato a gennaio, ha commentato così quanto vissuto con il club granata: “L’obiettivo per fortuna è stato centrato, con grande voglia e spirito di sacrificio, nonostante i risultati negativi, che fan parte del gioco. Siamo riusciti a restare concentrati anche dopo qualche brutta sconfitta e momenti negativi. Io non ho vissuto la parte iniziale, ma solo la seconda, dall’arrivo di Nicola. Lui ci ha trasmesso grandi valori, grande senso di appartenenza, e grande senso di positività. Questo ci ha dato la possibilità di raggiungere l’obiettivo, che non era facile. Abbiamo svoltato al girone di ritorno e arrivare alla salvezza è stato un traguardo importante per come si era messa la stagione. Pensiamo anche alla ripartenza del prossimo campionato. Vogliamo cominciare da subito diversamente, riportare entusiasmo a noi stessi, alla società, ai tifosi in primis. Partiremo con una voglia diversa perchè è brutto anche per noi fare dei campionati così. Soffriamo non solo quando siamo al campo. Siamo presi di mira quando non riusciamo a fare bene ma siamo umani anche noi, non siamo macchine. Cerchiamo sempre di fare il massimo e del nostro meglio. A volte ci riesce e a volte no. Soffriamo molto anche noi quando torniamo a casa“.

Mandragora: “Mi ha colpito il senso di appartenenza dei tifosi”

Sul Torino: “Questa è una squadra diversa. L’ambiente mi ha colpito molto, soprattutto quel senso di appartenenza che i tifosi hanno verso il club, nonostante il momento negativo, come questo. Di solito il Torino non lotta per questi obiettivi e questa è una difficoltà perchè c’è una pressione diversa, maggiore rispetto alle altre, data anche dai tifosi che vogliono il bene del Torino come lo vogliamo noi tutti. Questa è stata una stagione lunga e difficile. Adesso cercheremo di svoltare per la prossima. I commenti positivi dei tifosi? Mi fanno molto piacere. Ci prendiamo gli elogi ma anche le critiche. Bisogna fare sempre bene per mantenere alto l’entusiasmo, dentro di me in primis perchè è importante e poi trasmetterlo al popolo granata, al mister che mi permette di giocare. Ho voglia di dimostrare ancora tanto, continuare a giocare a questi livelli ed alzarli ulteriormente“.

Mandragora: “Le mie prestazioni positive sono merito di Nicola. Voglio ripagare la sua fiducia”

Sul tecnico: “Nicola? Sentiva molto di più la pressione e la voglia di dover salvare il Torino perchè è granata dentro. Mi ha sempre dato fiducia e le prestazioni positive sono anche merito suo. Spero di riuscire a ripagarlo. Questa salvezza è merito del mister, della squadra che l’ha seguito e dello staff che ci circonda: dai fisioterapisti ai magazzinieri e lo stesso autista del pullman, gli addetti stampa, tutti, che soffrono con noi ed hanno le nostre stesse pressioni. L’ambiente? In molti ci sono sempre stati vicini e questo ci ha dato forza. Il gruppo riesce sempre ad uscire dai momenti negativi. Lo abbiamo dimostrato. Dobbiamo sempre mantenere questa fame e questa concentrazione per raggiungere altri obiettivi. Non è sicuramente questo quello per cui dobbiamo lottare“.

Rolando Mandragora of Torino FC gestures during the Serie A football match between Torino FC and AC Milan. AC Milan won 7-0 over Torino FC.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-05-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa

Ripartiamo da te per irrobustire un centrocampo senza nè capo nè coda.

Le pagelle di Torino-Benevento: Bremer bomber, Singo fermato dalla traversa

Ujkani: “E’ stato un anno difficile. Salvezza miracolosa”