Ricomincia la stagione, per il secondo anno con Mihajlovic: il Torino si raduna al Filadelfia, quattro giorni di lavoro prima di Bormio. La diretta

Dopo le vacanze, si deve tornare a sudare. E nell’afa (meno intensa dei giorni scorsi) torinese, il Torino di Sinisa Mihajlovic torna oggi ad allenarsi. Il raduno per i giocatori che non godranno di permessi speciali per le ferie (come per esempio Lukic e Milinkovic-Savic) comincia nella giornata di oggi, con la prima sgambata in programma per le 18.00, davanti a 3800 tifosi. Ecco la diretta live del raduno del Torino al Filadelfia.

Il Torino si raduna al Filadelfia: diretta live

Ore 17.00. Sono già diversi i tifosi che si sono posizionati davanti ai cancelli del Filadelfia, che puntualmente sono stati aperti per consentire l’ingresso di chi già attendeva fuori dall’impianto. Per le 18.00 è attesa la prima squadra, che comprenderà anche molti giovani come Parigini, Aramu, Zaccagno e qualche ex Primavera. L’ingresso dei tifosi sugli spalti avverrà in maniera scaglionata.

17.15. I tifosi stanno entrando dentro lo stadio, c’è davvero moltissima affluenza di appassionati granata, venuti per dare il loro primo saluto alla squadra! Gli spalti sono infatti già quasi tutti pieni. Per entrare, veniva dato a tutti i tifosi un biglietto. Ci sono stati i controlli per la sicurezza, tutto è proceduto nel migliore dei modi.

17.25. Campeggia un enorme striscione ai bordi del campo: “Obiettivo Europa, conquistiamola insieme“. I tifosi del Torino cantano cori contro la Juventus. Spalti sempre più gremiti, ora, e scende anche qualche goccia di pioggia sul Filadelfia.

17.35. Gli spalti sono tutti esauriti. 3.800 persone aspettano ora l’ingresso in campo dei calciatori del Torino.

18.00 I giocatori entrano in campo. A entrare per primo è stato Mihajlovic, poi una passerella, con, a uno a uno, tutti gli altri giocatori. Chi mancava? Belotti, ma era una cosa apparentemente studiata. Dopo pochi secondi, il Gallo, per ultimo, ha fatto il suo ingresso inm campo accolto da un boato da parte dei 3.800 tifosi! Ora la squadra è radunata in cerchio in mezzo al campo, a breve comincerà l’allenamento. Presente anche il presidente del Torino Cairo all’allenamento.

18.10. L’allenamento atletico è ora cominciato: corsa intorno al campo, quando i giocatori si avvicinano ai bordi del campo scatta l’ovazione per tutti. Belotti assoluto protagonista del pomeriggio.

18.20. Primi esercizi con il pallone per la squadra. Omini in mezzo al campo, quindi lavoro con i posizionamenti dei giocatori.

18.35 Il lavoro continua: tre tocchi con il pallone. Risalta Lyanco per l’immensa statura e la grande fisicità. Tra gli assenti, risulta anche Maxi Lopez.

18.50 Mentre i portieri continuano ad allenarsi a parte, la squadra ora disputa una partitella in campo ridotto, senza le porte. È un modo per tenere alti i ritmi di gioco. Nel frattempo, comincia a piovere copiosamente sul terreno del Filadelfia, ma ciò non impedisce ai tifosi di cantare per la squadra.

19.00 Terminato il lavoro con il pallone, si torna a correre intorno al campo. La temperatura si sta di molto rinfrescando

19.10. Durante la partitella a campo ridotto, i due portieri impiegati sono Sirigu e Ichazo. Applausi per il primo, unico volto veramente nuovo di questo Torino 2017/2018.

19.15. Segna Belotti, ovazione per il Gallo che si sta allenando con la consueta intensità. C’è davvero tanto entusiasmo sugli spalti

19.25. Stretching ora in campo. L’allenamento sta per volgere al termine. Grande entusiasmo sugli spalti per questa prima del nuovo Torino!


145 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
(Giovanni) Giontonygranata
(Giovanni) Giontonygranata (@giontony)
4 anni fa

Comunque per Cairetto solo qualche fischio isolato. La gente si fida di lui.

Jones
Jones (@gix)
4 anni fa

va beh,oggiè giusto essere euforici per il raduno,tutto bello OK,ma ora sotto con il mercato che ad oggi,con il solo Sirigu (ottimo) e i due boy in difesa (da scoprire) fa pena,basta tergiversare

kobayashy
kobayashy (@kobayashy)
4 anni fa
Reply to  Jones

Dai anticipo io gli spala, niente paghetta oggi? 😉

Jones
Jones (@gix)
4 anni fa
Reply to  kobayashy

🙂 è quello che penso

nonno
nonno (@nonno)
4 anni fa

Il Fila è giusto che dia entusiasmo. La presenza di Belotti pure. Come squadra … mancano ancora 2-3 giocatori. Forti. In difesa e a centrocampo. Quando ci saranno potremo pensare di fare di più. A me che siano a parametro zero frega niente, che siano forti sì. Vediamo a fine… Leggi il resto »

kobayashy
kobayashy (@kobayashy)
4 anni fa
Reply to  nonno

Dai nonno, anche tu, basta paragoni col passato, col bene che ho voluto a Ventura anche lui qualcuno ne ha bruciato, o non ha fatto rendere come poi Miha abbia fatto….

Massimo (max63)
Massimo (max63) (@max63)
4 anni fa
Reply to  nonno

I nomi di quelli bruciati da Miha, caro nonno. Sull’anno e mezzo soprassediamo.

Alberto (Lovi)
Alberto (Lovi) (@lovi)
4 anni fa

Nonno di bruciato ha certamente qualche neurone di troppo. Intanto Miha ha detto che mancano 6 elementi. Ma il tifoso del Torino UC preferisce parlare di 2 o 3 e della incapacità del mister che brucerebbe Carlo e Ajeti.

Ninja
Ninja (@ninja)
4 anni fa

Soprassediamo anche sulle tue solite cazzate, che purtroppo non manvano mai!!!

Massimo (max63)
Massimo (max63) (@max63)
4 anni fa
Reply to  Ninja

Ninja, ti leggo solo adesso. Sei ancora vivo?

Samuele
Samuele (@vidharr)
4 anni fa

Si, ha bruciato Ajeti, Carlao, Valdifiori e Obi. Forse anche Maxi. In compenso ha rilanciato Baselli e Zappacosta dopo due anni deludenti, fatto segnare 26 gol a Belotti, rilanciato Iago e Ljajic, messo dentro senza paura Boyè e lanciato Barreca.

nonno
nonno (@nonno)
4 anni fa
Reply to  Samuele

Vedete, io cerco di essere costruttivo. E non guardo indietro anche se vi può sembrare che parli di Ventura per parlare male di Miha. Io dico che Miha, che è uno con le palle e dà le palle alla squadra, può migliorare nel fare usare il cervello alla squadra. L’anno… Leggi il resto »

nonno
nonno (@nonno)
4 anni fa
Reply to  nonno

Comunque Miha, per cambio di modulo per carità e/o perché non gli piacevano, ha preferito rinunciare a Bruno Peres (che per carità, lo vendevamo lo stesso), Gaston Silva, Janson, Vives, Bovo, Gomis. Iturbe sarà una pippa (ora) ma ala sinistra non lo è mai stato invece ce l’ha messo spesso.… Leggi il resto »

kobayashy
kobayashy (@kobayashy)
4 anni fa
Reply to  nonno

Infatti gusti,
C’é anche da dire, che organizzare una difesa con Glik, maksimovic, Darmian e Bruno Peres, é un pelino più facile farla, che con Rossettini /Ajeti / Carlao, e o Moretti
Lovi sei di una supponenza odiosa che la metà basta,

Milinkovic-Savic extracomunitario: ecco la strategia del Torino

Cairo battezza il Torino: “Importante essere qui. Belotti? Spero rimanga”