Torino-Fiorentina, i Top e Flop: i granata durano 20 minuti e salutano la Coppa Italia

1
Top e Flop Torino
Top e Flop Torino

Il meglio e il peggio di Torino-Fiorentina: ecco cosa ha funzionato e cosa no nella partita di Coppa Italia al Grande Torino

Niente da fare, il ritorno in campo dopo la pausa invernale non ha certo portato bene al Torino che contro la Fiorentina cade in casa per 0-2 e saluta la Coppa Italia. Nella sfida che doveva valere il passaggio ai quarti di finale, i granata giocano un primo tempo senza particolare spunti né occasioni degne di nota riuscendo a mettersi in luce solo all’inizio della ripresa. Troppo poco per impedire alla formazione viola di sfruttare a pieno gli errori difensivi dei granata e mettere a segno le due reti che regalano a Chiesa e compagni il passaggio del turno. Ecco dunque cosa è andato bene e cosa, al contrario non ha funzionato nella sfida del Grande Torino.

Torino-Fiorentina, i Top

I primi 20 minuti della ripresa. Dopo un primo tempo privo di brividi e occasioni, il Toro entra in campo con un piglio diverso e i primi 20 minuti della ripresa sono a tinte granata. Belotti e compagni creano almeno 3 occasioni nitide dando l’impressione di poter imprimere un ritmo ben diverso da quello mostrato nei primi 45 minuti. Una reazione sicuramente positiva ma che non si rivelerà sufficiente.

Torino-Fiorentina, i Flop

Il risultato. Sarebbe dovuta essere una possibilità in più per raggiungere il traguardo europeo e invece la Coppa Italia del Torino si infrange tra le mura amiche sotto i colpi di una Fiorentina non più forte ma certamente più cinica, determinata e precisa. Adesso, al Toro, non resta che concentrarsi sul campionato per cercare di non buttare alle ortiche tutta la stagione.

Le occasioni sprecate. Piangere sul latte versato è senza dubbio inutile ma ancora una volta il Toro deve fare i conti con le tante, troppe occasioni buttate al vento. Entrambe le formazioni non hanno certamente giocato la miglior partita possibile ma la differenza l’ha fatta nuovamente il maggior cinismo degli avversari. E pensare che sarebbe bastato mettere dentro almeno una delle palle gol create all’inizio del secondo tempo per cambiare volto al match.

Poche soluzioni in panchina. Se i titolari in campo non riescono ad incidere sulla partita, quelli che subentrano a sfida in corso non sono da meno: le alternative in panchina scarseggiano e manca l’uomo in grado di cambiare realmente le sorti del match. Se poi si attende la fine della partita per effettuare i cambi il quadro viene ulteriormente complicato. Sicuri che non ci sia bisogno di intervenire sul mercato?

 

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
puliciclone2000 Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
puliciclone2000
Utente
puliciclone2000

Propongo di boicottare la prima squadra ed andare a vedere in massa la Primavera
F. V. C. G.