Tutti pazzi di Boyè, retroscena Chelsea: cercò di soffiarlo al Toro

157
8841
boyè
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Lucas Boye e Alessandro Florenzi

La punta argentina sta conquistando l’Italia, in attesa del primo gol in campionato. I blues lo trattarono la scorsa estate: il River chiese 12 milioni

Lucas Boyè è un po’ il giocatore del momento in casa Toro. Se non quanto, per lo meno in maniera leggermente diversa da Andrea Belotti. È un trascinatore, il numero 9. Una conferma. È una sorpresa, bellissima, l’argentino classe ’96, che ci ha messo poco o niente ad ambientarsi, a calarsi nella parte e, soprattutto, a incantare tifosi e addetti ai lavori. Il calcio italiano è sempre stato pieno di meteore sudamericane: lo stesso Toro ne ha pagato lo scotto di recente, con i vari Caceres o Sanchez Mino. Il discorso per l’attaccante scuola River sembra però essere particolarmente diverso.

Una costante c’è: la scarsa vena realizzativa. Nello scorso campionato, con la maglia del Newell’s, il giocatore ha realizzato un solo gol in sedici (su sedici) gare disputate. Per ora, in Serie A, è ancora a secco, ma ha già timbrato il cartellino in Coppa Italia con una rete da cineteca. Che conferma la classe e, probabilmente, anche la mancanza di freddezza. In Argentina, poi, ha giocato quasi sempre da punta centrale del tridente: movimenti diversi rispetto a quelli richiesti da Mihajlovic, che non a caso ha pensato a lui come un esterno. E che esterno.

CAMPO, 18.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 4.a giornata di Serie A,TORINO-EMPOLI, nella foto: Lucas Boye e Andres Tello
CAMPO, 18.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 4.a giornata di Serie A,TORINO-EMPOLI, nella foto: Lucas Boye e Andres Tello

Corsa, dribbling, grande capacità nel controllare la palla: Boyè ha davvero tutto per diventare una stella della squadra. Lo potrà essere quando riuscirà a dialogare meglio con i compagni di reparto, evitando quella testa a corsa bassa non sempre così utile. È quello che, bene o male, era stato ravvisato dal Chelsea già lo scorso anno, quando chiese informazioni al River per l’acquisto del cartellino. Allora, la risposta fu altissima: ben 12 milioni di euro, giudicati troppi per un giocatore che i blues avrebbero in verità acquistare per poi girare in prestito altrove. Il Toro, grazie alla segnalazione di alcuni collaboratori, è riuscito a prenderlo a poco meno di 2, commissioni agli agenti incluse. Un affare a titolo definitivo, che può far sorridere i tifosi: Boyè è un talento da sostenere e allevare. E da godere, che nel calcio resta sempre l’aspetto fondamentale.

Condividi

157 Commenti

  1. gianluca,ottimo commento,ci son piu’ veri giornalisti qui,che sui giornali veri.siam litigiosi,sembriamo il villaggio di asterix,ma mi va bene cosi.banalita’ e ordinarieta’ non ci competono.un po’ di marketing lo studiai e applicai.l’uso delle parole conta assai.cairo usa spesso la parola “IMPORTANTE”,il ds,per me poco ds,usa molto SOTTOTRACCIA,FARI SPENTI,non e’casuale la cosa.con procuratori e intermediari il filo diretto e col boss,il ds viene spessissimo bypassato.ha una conoscenza del mercato estero limitatissima,fa l’impiegato,ligio al capo e traccheggia.ha poca personalita’nelle trattative,ma non fa ombra,non fa il protagonista,ruolo che piace al presidente.ad onor del vero e’ cosi in molte societa’,di DS vecchio stampo ne vedo solo due,Giuntoli e Corvino,forse ,ma forse,Sabatini

  2. @amici,
    Boye e’ una bellissima sorpresa…
    e’ arrivato , lui si, a fari spenti ma già dalle prime uscite aveva mostrato un gran talento.
    Ma un conto sono le partite estive un conto è contro la Roma.

    Già in diretta partita , forse complice il commentatore sky o forse complice l’ adrenalina del risultato, si era potuto apprezzare la gran partita del classe 96!

    Tuttavia dopo aver rivisto la partita altre due volte l’ impressione avuta e’ ancora migliore.

    Per chi ha voglia di rivederla…
    Guardate bene il lavoro in copertura a centrocampo in appoggio a Baselli fatto soprattutto nel 2T.
    Hanno recuperato , spesso insieme, molti palloni e lanciato le ns ripartenze.
    Ha protetto e non poco lo spazio di Baselli, consentendogli di far fare la sua figura contro i 5 attaccanti della Roma.
    Non so se sia stato preparato in anticipo o sia venuto per caso ma con la Roma ha funzionato..

    Il grande limite del ragazzo al momento e’ il gioco in area, trattenere il pallone un istante di troppo e soprattutto la corsa a testa bassa a ridosso dell’area.
    Arrivando in area infatti non riesce ancora a scegliere rapidamente su cosa fare e anche inserimento in area non sembra da vero attaccante.
    Mi ricorda in questo BP33 che attaccante proprio non lo e’!

    Speriamo sia solo impatto al campionato italiano.
    Speriamo rimanga con i piedi per terra e soprattutto speriamo che migliori i sui difetti.

    A inizio campionato molti lasciano una bella impressione ma poi si sgonfiano con il passare del tempo..tuttavia e mi sbilancio, per me oltre al talento ha anche un utilità tattica che Mihajlovic non potrà fare a meno…

    Se alla rosa di domenica poi ci aggiungiamo ipoteticamente un Glik, un Maksimovic e un Immobile a giocarsi il posto con chi c’era, penso che i conti incomincerebbero a tornare davvero a Tutti!!!

  3. Ciao a tutti.
    Questa squadra per me è potenzialmente molto forte.
    Siamo nel restar tra una bella incompiuta oppure fare il salto di qualità.
    È qui entra in gioco Miha. Dove anche lui è al bivio. Incompiuto o salto di qualità.
    Manca un centrale da affiancare a Castan. Questo ad oggi il rammarico della campagna acquisti.

  4. Ricordo ancora un’intervista fatta a Pozzo, dopo aver venduto per una cifra incredibile Sanchez, dove lui sosteneva che ogni 5 giocatori acquistati avevi lavorato bene se uno riusciva a diventare forte e raddoppiare almeno il proprio lavoro. Aldilà del metodo con la quale l’Udinese faceva quei mercati ( una tratta degli schiavi quasi) veniva considerata una regina del mercato. Seguendo questo ragionamento il solo Boyé in questo mercato mi ripaga dell’acquisto di almeno un Gustaffson è un Lukic ( che comunque aspetto con pazienza). Ha fatto tutto il D.S.? Poco importa, se ha semplicemente usato conoscenze, contatti o altro, in questo mondo ( come in tutti ) le ‘relazioni ‘ sono ‘competenza professionale’. Nessuno lo cerca? O lui é ambizioso e sta facendo crescere il Toro ( insieme a tutta la dirigenza)? Per me il trend é in crescita da quando é arrivato sotto tutti i punti di vista, compreso quello sportivo, se pensiamo che finivamo in b troppo spesso pochi anni fa.

  5. Petrachi è cresciuto al toro come può crescere un giovane calciatore. Lui come ds. Non so perché Cairo lo scelse, ma lui che in B all’epoca era di categoria, anzi conosceva ancora meglio la C, sbarcò con un plotone di carneadi da cui salvammo e lanciammo D’Ambrosio (su queste pagine, l’emozionato). Lerda fu scelto da Cairo e non legò con Petrachi, poco ispirato in sede di mercato. Poi Petrachi ebbe l’enorme merito di scegliere Ventura e questi lo ha aiutato a crescere, lo ha guidato per mano fino all’approdo in EL. perché Gazzi, Vives, Bovo, Moretti, Meggiorini, ovvero la spina dorsale, sono giocatori che Ventura conosceva e Petrachi portava a casa. Idem gli stranieri, gente vista in B contro di noi (El Kaddouri, Kurtic …). Senza parlare di Cerci (e di Barreto ehm). Si arriva in Europa, vendono Alessio e Ciro, Ventura a questo livello consiglia Quagliarella e Molinaro, poi comincia a essere a corto di idee per l’estero. Qui Petrachi non lo aiuta e combina guai. Ecco, quello è stato il momento in cui abbiamo perso il ritmo. Abbiamo venduto, ma non abbiamo pescato allo stesso livello. Per incapacità e anche per braccino corto. Tutte e due le cose. Ma Ventura si è arrabattato e grazie a un collettivo strepitoso abbiamo fatto ottime cose, nonostante un avvio pessimo e un finale senza fiato. La scorsa estate … Ventura ha vietato stranieri e puntato su italiani. Obbligandosi a fare un passo indietro per farne due avanti. Ora i due passi avanti spettano a Mihajlovic che ha giustamente preteso di fare fuori gli errori del passato. Però non so quanto sia contato Petrachi quest’estate. Di sicuro con Sinisa non c’è lo stesso feeling che c’era con ventura. Io spero si crei, sennò si va poco lontano

  6. Ecco l’elenco di acquisti degli ultimi 6 anni :Romulo,Bouy,Ogbonna,Anelka,Bendtner,Peluso,Rubinho,Boakje,Lucio,Masi,Isla,Leali,Borriello,Elia,
    Estigarribbia,Pazienza, Ziegler,Pepe,Lanzafame,BarriosMartinez,Costantino,Motta,Krasic,Traorè,Rinaudo,
    Sorensen,Matri e Toni.
    Usando il metro di valutazione di alcuni, questa è una squadra di merda (vero) che in questi anni ha vinto niente(vero, infatti hanno rubato) ed il Ds non ci vede un cazzo ( vero, infatti si chiama occhio di lince)

      • Il valore della squadra va oltre alla posizione in classifica, cioè non è collegata. Ad esempio se quest’anno si arriva in una posizione migliore del 12 posto (spero) probabilmente il valore della squadra è inferiore a quello precedente visto l’età dei giocatori presi. Poi penso che l’unico peggiramento a livello tecnico sia stato l’anno scorso, perchè passare dal 7° al 9° giocando in europa, è un ottimo risultato se confrontato con le squadre al nostro livello e soprattutto che giocavano in europa dopo anni. Basta vedere le squadre che hanno fatto l’europa league o la champion cosa hanno fatto in campionato. Sampdoria,Lazio,Genoa ecc.

    • Poi resto sempre dell’idea che sia quando una squadra va male oppure va bene, il merito o le colpe sono da suddividersi tra società, allenatore e giocatori, quasi mai i risultati, nel bene come nel male,i dipendono da una sola persona

  7. Ho letto i commenti su Petrachi, da alcuni deriso per aver portato al Toro Ichazo,Caceres,Vesovic,Mino, ecc. Resto dell’idea quelli che prendono in considerazione solo gli acquisti sbagliati ( o solamente quelli azzeccati) non sono obbiettivi ma in malafede. Per fare una analisi giusta si prendono tutti gli acquisti fatti nei 6 anni il valore della squadra di 6 anni fà e si paragona a quello attuale , e poi si vede se ci sono debiti o avanzi di bilancio. Alla fine questo è il risultato del lavoro di Petrachi, se il valore della squadra è diminuito il DS ha fatto un pessimo lavoro se è aumentato ha fatto un buon lavoro.Anche perchè prendendo delle ciofeche è impossibile aumentare il valore della squadra e contemporaneamente fare delle plusvalenze.

    • Ciao @Ninja… vero quello che dici, ma troppo semplificato, secondo me. Bisogna sicuramente prendere in considerazione tutti gli acquisti (e le cessioni), non ci piove… Ma bisogna anche tenere ben presente quali sono gli ingaggi dei singoli giocatori, però… Ti faccio un esempio estremo, ma nemmeno troppo, visto che è successo non solo con lui: Amauri, magari, è anche arrivato a zero euro, ma è costato, comunque, circa 3 mln di € in 2 anni (lordi!) in ingaggi (inutili, direi, vista la resa del soggetto!). Con quei soldi ci si sarebbe potuto comprare un Boyé (considerando anche l’ingaggio di Boyé)… Esistono operazioni “di prospettiva” e operazioni assurde: Nocerino, Amauri, Avelar, e tutti quelli non esplicitamente avallati dal mister di turno, io li inserisco nell’elenco delle operazioni assurde (e controproducenti!). Se poi mi dici che Perez, Mino, Silva, Prcic ecc. sono stati richiesti dall’allenatore, scusa, ma ho dei dubbi… Sul fatto che il valore della rosa sia aumentato ho dei dubbi… via Peres, Maksi, Glik, Gazzi e quaglia, dentro Ljajic, Falque, Rossettini, Ajeti, Valdifiori e De Silvestri (e Immobile non riscattato)… E 40 mln in saccoccia di cairo…. Perchè?

  8. Resettiamo l’accanimento. Commento di mas63simo pienamente condivisibile, anche perché il calcio è fatto (anche) di episodi. Se nel primo tempo contro l’Empoli ci fosse entrata una palla di quelle “forse sì, forse no” non saremmo stati quelle grandi merde di cui si parlato….

  9. Oggi fino ad un certo punto c’è stata una bella discussione, senza insulti, anche su pareri diametralmente opposti, poi arrivano i soliti idioti ed iniziano ad insultare dei tifosi del toro. Sono sempre più convinto che alcuni di questi siano dei gobbi di merda infiltrati, perchè non riesco a spiegarmi altrimenti il motivo degli insulti gratuiti, se non la mancanza assoluta di cevello in alternativa alla prima ipotesi.

  10. Bicchiere mezzo pieno o bicchiere mezzo vuoto? Tutte e due le viste sono di per sé corrette. L’importante è ricordarsi che esistono tutte e due. Che questa rosa abbia delle pecche è fuori dubbio. Si poteva fare meglio in sede di mercato? Per me si. Ma non vedo una squadra con problemi enormi come qualcuno vuol far credere. La vittoria di domenica scorsa è stata molto importante. Per portare convinzione alla squadra, per far nascere un po’ di ottimismo nei tifosi.
    È ovvio che si sono visti ancora dei problemi. Ma chi pensa di poter dare un giudizio su questa squadra prima di novembre, visti i cambi di filosofia di gioco e nella rosa, secondo me sbaglia. E di grosso pure.

  11. Mah io ho letto i vari post …e faccio una riflessione ma possibile che alcuni tifosi appena si fa una vittoria un po’ sopra le nostre possibilità diventiamo la squadra con il miglior ds , i migliori giovani , la squadra diventa subito da EL ecc ecc . Questa vittoria non cancella affatto le magagne del mercato es giocatori in prestito Castan Hart che ha fine stagione dovremmo sostituire, un sostituto di Molinaro, e un centrocampista forte fisicamente ma che sappia anche giocare la palla. Per quanto riguarda i giovani Barreca Boye’ sarebbe meglio aspettare un prospetto di partite un po più lungo tipo un decina perché quando si è così giovani si è soggetti molto facilmente ad alti e bassi .
    Poi mio personale parere è che gli uomini che devono stare bene ed essere sempre in campo per alzare il livello tecnico sono Hart Castan Valdifiori Belotti Liajc. Se poi Benassi Baselli Jago e Acqua’inquadrassero la stagione e Boye’ sbocciasse come Cerci allora si potrebbe pensare all E.L. ! Ma per il resto CALMA E GESSO.

  12. Certo che c’era un bel clima civile e rispettoso seppur con opinioni molto diverse.

    Poi sono intervenuti i soliti idioti a buttarla in cacca e l’ambiente ha assunto i soliti connotati di rissa da peggiore bar di Caracas.
    Ma allora è facile capire chi sono i tifosi che rovinano il Toro.

  13. Ma c’è ancora qualcuno che legge o compra il ruttosporc?? Io manco come carta igienica lo userei… Boyè a vent’anni ha mostrato doti pazzesche,poi se pretendiamo già tiro,altruismo,testa alta,beh lasciamo stare…questo diventerà un giocatore incredibile,sicuro,spero solo di vederlo crescere senza assilli e soprattutto con la nosta maglia… Lo confesso,sono un pecorone e mi accodo alla massa: GIUVE MERDA TUTTA LA VITA

  14. direi di non esaltarsi eccessivamente ORA per Boyè : potenzialmente è ottimo , ma deve ancora apprendere molto . Non inquadra bene la porta avversaria (ecco uno dei motivi per cui ha segnato sempre molto poco !) , non tira bombe vs il portiere , non alza la testa quando corre con palla al piede , è restio a passare il pallone : tutti difetti eliminabili , ma che il nostro possiede amorevolmente !

  15. A me fa impazzire. Lo devo già aver detto più volte. Anche perché oltre al suo contributo nel tenere alta la squadra e nel verticalizzare ha dalla sua una forza impressionante. Riguardatevi l’azione del primo tempo con Belotti. Due tori con la velocità di due gazzelle. la difesa della Roma terrorizzata.
    Concordo però con @Gianluca, dietro abbiamo ballato troppo: i primi 5 minuti sono stati da incubo, se la mettevano dentro non so come sarebbe finita. Certo davanti avevamo uno dei centrocampi più forti del mondo ma se al posto di Dzeko ci fosse stato eravamo 2-0 dopo pochi minuti.
    FVCG

  16. Mi complimento con tutti voi, per la validità delle argomentazioni, indipendentemente dalla corrente di pensiero. E per la pacatezza nel riportare le vostre opinioni. Grazie fratelli di fede. È un piacere leggere una discussione così… Poche volte mi è capitato👍

  17. Rotor 12:48, rispondo qui. Non so cosa sia cambiato ma soprattutto non so SE sia cambiato qualcosa. Ti ricordi che già una volta ti dissi che prendi sempre per oro colato le chiacchiere mercatare? Ecco, appunto. Ma chi ti dice che il controriscatto sia avvenuto alle 23:59 solo perchè la notizia è uscita poco dopo la mezzanotte? Ripeto, non so come siano andate le cose ma credere che Barreca sia qui perchè Petrachi ha letto fino all’ultimo secondo Toro.it prima di decidere cosa fare è una cosa alla quale non riesco a credere neanche con tutta la buona volontà di questo mondo.

    • Petrachi ha solo voluto far strizzare i dirigenti del Cagliari che con il controriscatto non avevano rispettato i patti evidentemente fatti con la nostra dirigenza.

      Di sicuro dei soliti che insultano su questo sito la nostra dirigenza agisce come scritto dal sommo poeta ( non sei tu poeta del gol…) “guarda e non ti curar di loro”

  18. Ho rivisto ieri la partita di domenica … dietro traballiamo un po’. Troppe occasioni abbiamo concesso, nonostante fosse la Roma. Ne abbiamo anche create più di loro…ma sai com’è…se incassi il primo pugno (gol) può cambiare tutto. Sarà un bel test contro la Viola… loro sono la miglior difesa (con una partita in meno)… vediamo se riusciamo ad attaccarli senza scoprirci troppo

    • Pur essendo allo stadio domenica, anch’io ho rivisto ieri il “full match” con commento di Tony Dorigo!! https://www.youtube.com/watch?v=pNrizOwRi-8
      Troppo godurioso sentire in continuazione i complimenti del commentatore per un “impressive Belotti” e in generale per un “brilliant match” che ha entusiasmato chi è abituato al calcio inglese. L’aspetto più bello, forse, è proprio questa ventata di freschezza, sana follia e agonismo che abbiamo dimostrato di avere nelle corde, sicuramente grazie a Miha. Quanto ai rischi, cosa sarebbe cambiato se il tiro di nainngolan al 4′ fosse entrato dentro? Forse poco…sicuramente in questa partita convinzione e condizione fisica erano debordanti!

  19. La plusvalenza – vedi Atletico Madrid – è l’unica via per ribaltare la spartizione dei diritti tv e diventare più forti. Ovviamente “conta chi arriva” e se prendi Jansson, Silva e Martinez… perdi gran tempo. A me, da tifosissimo, spiace sinceramente che molti fratelli di tifo negli ultimi anni non abbiano “goduto” come me. Io mi sono divertito un sacco (a parte lo scorso anno che mi è venuto un fegato così, anche se ho visto il Toro vincere a San Siro dal vivo per la prima volta, almeno!) … e sono certo che mi divertirò ancora. Il più grande dispiacere è aver dovuto fare due passi indietro per farne ora altri avanti…io ho fretta! Vero che siamo arrivati noni nel 2014/15, ma Bilbao a parte vi siete accorti che ritmo abbiamo tenuto da fine novembre ad aprile. Dico solo che nonostante il pessimo finale contro Empoli, Genoa e Milan siamo arrivati quarti, dico quarti (quarti!) nelle ultime venti e passa partite.

    • Gianluca, guardo anche io all’Atletico Madrid con ammirazione. Le loro plus valenze sono si importantissime ma non dimentichiamo la sponsorizzazione che c’è dietro l’Atletico a proposito pare che uno di questi sia molto amico di Cairo e che abbia in qualche modo influito sull’acquisto di RCS hai visto mai che pure in Italia voglia creare una alternativa nella stessa città come capitato a Madrid?
      Quello che noto nell’Atletico è la coesione tra la società Simeone ed i tifosi. sono una cosa sola riempiono sempre lo stadio tutti con i colori rosso e bianco e rispondono al richiamo che giunge dal campo di Simeone.
      Ne abbiamo di strada da fare, ma il modello è quello!!! UNITI SI VINCE !!!! FVCG

  20. Ciao a tutti e GIUVE merda con tutto il rispetto dovuto per la merda.
    Detto questo penso che se Lucas fosse di proprietà dei gobbi adesso leggeremmo su ruttosport paragoni con CR7 Benzemà e via dicendo…. e leggeremmo i peana sua quanto bravo sia Polifemo marotta e quanto sia organizzata la società a strisce.

    Un po’ di orgoglio ragazzi!!!! BOYE’ è nostro è sotto contratto per 4 anni GODIAMOCELO e non fasciamoci la testa prima che si sia rotta. E domenica ascoltiamo il nostro condottiero!!!! Tutti allo stadio e via le mani dalla tastiera che si diventa ciechi!!! FVCG

    • Madde, non sono d’accordo (oltre ad essere stupito positivamente dalla civiltà degli scambi di opinione su questa discussione). Utopia? Per il futuro forse sì, ma i risultati ad oggi sono tangibili. Ma ti ricordi di dove eravamo 10 anni fa? E chi ti avrebbe raccolto? Vuoi di più? Lecito, ma chi sarebbe (o sarebbe stato) disposto a dartelo? Usciamo da un incontro che un tempo ci avrebbe tremare, e ti dico: non è stato tanto importante come ne siamo usciti, ma forse ancor di più per come lo abbiamo affrontato.

    • Però se ci guardiamo indietro siamo passati dai de vezze, de feudis, santana, bianchi e compagnia ai belotti, boyé, benassi, liajic, iago falque, valdifiori & c., passando per le purtroppo necessarie cessioni di ogbonna, immobile, cerci, darmian (l’unico che rimpiango), maksimerdovic, peres, glik.
      Se prima avevamo un discreto giocatore spendibile (ogbonna), in seguito i giocatori sono diventati due (cerci, immobile), poi tre (la retroguardia glik, maksi, peres), ora ne abbiamo diversi e la qualità media della squadra è cresciuta in tutti e 22 i giocatori a disposizione di miha.
      Non serve avere un fenomeno circondato di comparse; è molto meglio avere una squadra di giocatori di media bravura con qualche eccellenza ed è quello a cui stiamo arrivando, piano piano e passando anche per vie tortuose, quelle degli amauri e dei larry & barry, che ci hanno fatto sicuramente perdere tempo.

  21. @Gianluca,intanto mi fa piacere dialogare con una persona che usa toni educati e civili come non sempre avviene su questo forum,evidentemente non la vediamo nello stesso modo,ma la fede e’ la stessa ,quella granata !Ma a me sembra logico che il Chievo non faccia giocare Parigini se non in casi estremi, in quanto lo ha avuto in prestito secco,come e’ stato poco logico dare l’anno scorso dare Barreca al Cagliari che ha privilegiato il suo Murru,meno male che li c’era almeno il controriscatto,anche se e’stato esercitato solo all’ultimo minuto e forse mi illudero’ a dare un po’ di merito alla marea di proteste di noi tifosi sui forum.Detto questo capisco che per qualsiasi DS non sia’ facile operare con un Presidente con i cordoni della borsa stretti.Sempre forza Toro e buona giornata!

    • Ciao Rotor. I cordoni stretti sono sinonimo di salute. Siamo innegabilmente in crescita (e questo non è sempre e solo legato alla posizione in classifica). Il livello si alza di anno in anno e se agganciamo la zona Europa in maniera stabile, il discorso relativo al desiderio di partire e delle plusvalenze a tutti i costi sarà destinato a cambiare. Avremmo maggiori introiti e saremmo più appetibili. E’ logico che con il nostro bacino di pubblico, il nostro misero merchandising questi obiettivi si perseguono con una lenta politica anche “lacrime e sangue”. Ti faccio notare che abbiamo stabilmente in panchina due giocatori italiani che nell’ultimo anno e mezzo sono stati convocati in nazionale. E quando mai? Abbiamo iniziato ad effettuare acquisti oltre gli 8 mln, abbiamo gradatamente innalzato il tetto ingaggi. Ma chi vogliamo? Preziosi, il Viperetta? Guardate che la sopravvivenza in questo mondo non è scontata. Guarda a quelle squadre che spendono dieci volte più di noi e fanno acqua da tutte le parti… Ormai, soprattutto per realtà come la nostra, la valorizzazione delle rosa è una priorità. Chi depaupera il parco giocatori, è pieno di debiti. Io spero andremo in Europa, ma anche se per quest’anno non fosse a fine stagione avremo un paio di elementi in nazionale (italiana), batteremo cassa sulle nostre cessioni con obbligo e sul mercato faremo grandi innesti in una rosa molto più rodata di questa ad inizio stagione.

      • Se ti riferisci a livello economico, si la crescita c’è stata, non altrettanto a livello di risultati sportivi dove dal 7° posto e la partecipazione all’Europa League siamo scesi al 9° e al 12° posto ed inevitabilmente abbiamo perso introiti TV, sulla vendita di merchandising e presenze allo stadio ancora basse è logico che più la squadra va in alto e più calciatori forti arrivano e rimangono e più queste due voci crescono, avrai capito che non sono a favore della plusvalenza selvaggia che alla lunga non sempre premia chi la sfrutta, i casi dell’Udinese, del Palermo (anche se li c’è un pazzo) sono li, le plusvalenze non li hanno portate a migliorarsi sportivamente, anche se ce da dire che i friulani almeno con quei soldi si sono fatti lo stadio di proprietà.

        • Per me l’unica stagione in negativo è stata l’ultima. Il 9 posto (rispetto al precedente 7) è giunto durante la stagione in cui giocammo l’EL, con partite ogni 3 giorni e una rosa striminzita dopo le epurazioni. La media punti delle partite ufficiali della stagione (coppa italia, campionato, EL e preliminari di EL) alla fine fu superiore a quella della stagione precedente. Il piazzamento in classifica restituisce solo una sintesi parziale e fuorviante della stagione.

          • Si in effetti il 9° posto può trarre in inganno se poi pensi che quell’anno uscimmo dalla campagna
            acquisti-cessioni indeboliti (con partenza di Cerci e arrivo di Amauri) si può dire che non facemmo male anche se la situazione prima dell’arrivo di Maxi in attacco era critica, da ricordare che a gennaio con la squadra ancora in EL e in corsa per l’EL Cairo porto’ la ciliegina Gonzales

      • Ciao Poeta,io non credo a Caressa che ieri ci ha pronosticato tra le prime 5 quest’anno,che si vada lui a prendere il the caldo!Ma sono convinto che ,se terremo Hart,Boye e Belotti pur facendo qualche cessione,con qualche giusto innesto e senza andare fuori budget, nel prossimo campionato si possa davvero arrivare nei primi 5 posti e allora altro che the caldo,come minimo caipirinha e cena dei forumisti!

    • Col senno di poi il prestito di Barreca a Cagliari può essere giudicato sbagliato ma non va dimenticato il fatto che c’era in ballo anche la questione Avelar. E comunque resto convinto del fatto che la competizione non debba mai mancare a un giovane. E’ nelle difficoltà che dimostri il tuo valore. Se ti garantiscono il posto a 20 anni è finita. Meglio andare in una squadra dove per giocare devi dare il massimo piuttosto che sapere che “per contratto” giocherai di certo. Barreca dopo Cittadella ha avuto la possibilità di misurarsi in una squadra di vertice della serie B con uina forte competizione interna. Non ne è uscito stritolato, ha giocato un buon numero di partite. P.S.: dimmi che era una battuta quella del controriscatto per soddisfare il forum, dimmelo, ti prego ;-))

      • CiaoMimmo,quella sul controriscatto non era una battuta ,ne sono personalmente convinto,il forum e’ un piccolo barometro dell’aria che tira .Cambiando argomento, il modo di giocare della Fiorentina con un centrocampo molto folto lo trovo rognoso,ma con Sinisa sono fritti e se ne torneranno sconfitti a palazzo Pitti e caricati da questo Torello dovranno scappare fino al Mugello!

        • i forum, i sociale etc sono di certo un barometro dell’umore dei tifosi. Ma spendere soldi per accontentare la piazza è esercizio che Cairo faceva nei primi anni, con risultati catastrofici. Abbi pazienza, ma con tutta la fantasia che sono capace di mettere in campo proprio non riesco a pensare a un Petrachi inchiodato davanti a Toro.it a premere compulsivamente il tasto F5 fino alle 23:59 per decidere se riscattare o meno Barreca :-))))

          • Scusa Mimmo,allora cosa e’ stato che ha fatto rinsavire all’ ultimo minuto la nostra dirigenza ,l’arrivo di un referto di una risonanza magnetica del ginocchio di Avelar eseguita alle ore 22 di quella serata?

    • mi permetto di aggiungere un commento alla tua affermazione iniziale anch’io @rotor, a cui peraltro @Gianluca ha risposto in maniera esemplare. Se parlassimo e ragionassimo tutti meno per frasi fatte e luoghi comuni (della serie “la massa ormai la pensa così e io mi ci adeguo”) e più per ragionamenti slegati dalla partita del giorno prima, più obiettivi, faremmo forse il bene della squadra ma sicuramente del nostro fegato. Che Ventura non facesse giocare i giovani (e Darmian, Benassi, Belotti ecc?) o che non facesse scendere in campo un giocatore straniero senza prima averlo indottrinato (e Maksimovic, Glik, Bruno peres ecc??) è semplicemente FALSO. L’unico buono del nostro vivaio in anni derelitti, Ogbonna, l’ha fatto giocare dalla prima partita in B (come Lerda peraltro).
      Quanto alle parole esplicite nei cfr dei giocatori, Ventura le ha usate l’anno scorso, sempre con il Gallo un po’ inconcludente dopo la partita persa in casa con l’Inter (mi pare), e con Maxi Lopez per la panza, ma lì – a differenza di ciò che ha detto Miha su Baselli, approvato da quasi tutti- è stato interpretato da tanti (i soliti…Miva in particolare che avrà un fegato ormai “pourri”) nel primo caso come avvertimento mafioso per farlo fuori (Belotti! mah!!), nel secondo come complesso di inferiorità del Vate. Mancanza di equilibrio? O di buona fede?

    • quanto al trattamento riservato a Barreca dopo la partita con l’Empoli, i post sono lì, recentissimi. Scarso, una groviera, evidentemente una toppa visto che nemmeno nel Cagliari giocava. In serie B. Molti che minacciavano la rivoluzione e la presa della Bastiglia la sera del 24 giugno se non sbaglio. E io a dire che se il Cagliari ci dava zitto zitto un milione di euretti pur avendo Murru forse un motivo c’era….

    • la verità è che Ventura, quando c’era da far fuori qualcuno, lo faceva al di là delle sue meline in campo o in conferenza stampa. Esattamente come il sergente di ferro Sinisa, con Diego lopez retrocesso a terzo portiere dopo il gol subito da Baselli.
      Sansone e Bellomo che pretendevano di giocare per diritto divino? Via a gennaio. Chi li ha più sentiti? Sanchez Mino, che poi ha continuato a cambiare squadra ogni 6 mesi? Via a gennaio. Nocerino che obiettivamente era un ex giocatore? Via a gennaio. Maxi Lopez, nonostante tutto, è ancora qui. Forse perché ha personalità e qualità….no?

  22. Sul cambiamento di modulo, io resto dell’idea che ne serve uno collaudato ed un altro da usare per le emergenze. Tra l’altro pensare di cambiare modulo adesso, quando i giocatori non hanno ancora del tutto assimilato il 4-3-3 mi sembra abbastanza rischioso.

  23. Lo stesso discorso vale per Petrachi, è vero che ha preso delle “cefole” ma ha preso anche buoni o ottimi giocatori. Del resto se ad oggi il Toro è stabilmente in serie A nonostante ogni anno venda i giocatori migliori il merito penso vada a Petrachi, del reto come dico da sempre, nel calcio non esiste chi non sbaglia, ma il più bravo è colui che sbaglia meno.

    • Giusto ninja.nel calcio il piu bravo è quello che sbaglia meno…infatti.petrachi in 7.5 anni in mezzo a una MAREA di cefale 4 o 5 buoni li ha presi.ognuno è libero di valutare il suo operato come meglio crede.per me è tutto fuorchè un bravo ds.fosse bravo avrebbe gia spiccato il volo….

      • Qualcuno in più di 4-5 dai Bischero. In ordine sparso…
        Glik, Darmian, Moretti, Benassi, Immobile, Belotti, Maksimovich, Cerci, Dambrosio, Kurtic, Verdi… poi le ciofeche capitano a tutti…. almeno noi le ciofeche le abbiamo pagate niente o quasi. diciamo che casi alla Kongdobià dell’inter non li abbiamo mai avuti anche perché certe spese da noi non si fanno.

  24. @Gianluca, sui giovani concordo, Ventura i giovani bravi li ha fatti giocare, anzi per alcuni erano scarsi pure quelli, mentre quelli che non hanno giocato hanno poi fatto tutti peggio, ad oggi. Sansone e Bellomo tanto per fare 2 nomi che i tifosi volevano in campo.

  25. @rotor dipende sempre da come guardi le cose. Senza essere prevenuti, numeri alla mano, Benassi è stato fatto giocare da Ventura nonostante fosse un ’97 di oggi. Martinez era come un ’96 di oggi. Poi se Ventura aveva a disposizione Diop e Lescano che poteva fare …passare i pomeriggi a guardare una squadra il cui leader di centrocampo (Danza), manco è considerato dalla Pro Vercelli? In Nazionale è già passato alla storia per aver fatto debuttare il terzo più giovane giocatore di sempre. Immobile era un ’94 di oggi, quando diventò capocannoniere della Serie A. Di cosa stiamo parlando? Mihajlovic ha detto chiaro che avrebbe atteso qualche settimana prima di far debuttare Barreca, se non si fosse fatto male Molinaro. Parigini l’ha spedito a Verona dove non gioca. Davvero siete prevenuti…ma è giusto ribattere a queste inesattezze. Poi capisco simpatie e antipatie, ma io sono per scrivere le cose come penso stiano, senza pregiudizi.

  26. Boye è il nostro futuro.per ora è un diamante grezzo su cui bisogna lavorare senza fretta e senza troppe pressioni.in lui si intravede un grande potenziale.ma deve lavorare molto per crescere.ci sono difetti e molti pregi.sicuramente con quella personalitá e i piedi che si trova il futuro è dalla sua.per me non è un esterno.il suo futuro è in mezzo.o al posto del gallo o insieme a lui.ma si dovrebbe cambiare modulo.per ora non mi sembra il caso.

  27. Bene. A questo punto ci vuole un sondaggio “autogestito”. Se fosse, come spero un vero crack, come utilizzarlo? Arretrarlo? Oppure arretrare Liaijc in posizione di mezzale? Saremmo troppo sbilanciati? Quest’anno, se non altro, in avanti non abbiamo penuria di gente che salti l’uomo…

  28. Boye è già oggi un ottimo giocatore e ha portato al nostro reparto offensivo un indubbio valore aggiunto. Concordo con chi predica equilibrio, cerchiamo di non bruciarci eccedendo in esaltazione. Ma una domanda, leggendo questo articolo, viene spontanea: com’è possibile che la quotazione per il Chelsea fosse di 12 milioni e poi il Toro se lo prende a 2? C’è qualcosa che non quadra.

  29. Ho già i brividi se penso alla plusvalenza clamorosa che potremmo ottenere entro un paio d’anni con questo ragazzo! Se poi impara anche a buttarla dentro allora non ci sarebbero davvero più limiti sulla cifra che possiamo chiedere! Se oltre a Boyé anche gli altri nostri giovani, da Belotti a Barreca continueranno a dimostrare un rendimento importante, allora la prossima estate sarà la più plusvalenziale di sempre! Mi spiace solo un po’ per Baselli, un anno fa di questi tempi sembrava essere una plusvalenza già bella impacchettata…invece si è un po’ perso…

        • Parole sante. Una musica che purtroppo troppo pochi suonano ormai. Va bene che il tifoso non debba mettere la testa sotto la sabbia sulla parte economica ma deve anche coltivare sogni di ambizione crescente!! I migliori li dovremmo voler tenere!! Io tifo TORO e non la Plusvalenzese. E tutti sappiamo che a mezza via c’è la soluzione…. ,di questi tempi poi, se solo Cairo volesse…. Ma sembra aver deciso lui ( o qualcuno per lui) quale deve essere il nostro livello e anche a me questo non sta bene. Vorrei, come dovrebbe volere ogni tifoso, rivedere molte serate come Bilbao!!! Non chiedo scudetti ma chiedo ambizione!!!

        • Io non ci capisco più nulla… Tifosi che fanno i conti di quanto si incassa se vendiamo quello, se vendiamo quest’altro, sarà che io ho vissuto ai tempi che si contestavano le cessioni di Lentini o di Meroni, ma sinceramente a me sembra che molti hanno subito un lavaggio di testa o che gli è stata cambiata scheda al cervello, ma come a Napoli si sono incazzati per Higuain per 95 milioni dove oltretutto era impossibile trattenerlo e noi quasi godiamo se fra un paio di anni ci portano via i nostri migliori giocatori.

  30. i fari son sempre spenti da quel lato,non c’e’ problema,gli intermediari,o chi per loro,parlan direttamente con la proprieta’.poi,come per baselli,escono queste rivelazioni,sempre postume.son stracontento per il ragazzo,per la societa’.come per belotti gran rendimento,e va bene,ma non cominciano con le beatificazioni,con esaltazioni,che fan solo poco bene.poi,che ci sian tutti i crismi per essere molto fiduciosi,ok,ma e’ un altro paio di maniche

  31. Ecco, so che aprirò polemiche, ma su Boye si vedrà la capacità di Mihajlovic di migliorare i giocatori a disposizione. Se Sinisa riuscirà a fare con Lucas quello che Ventura è riuscito a fare con Belotti (trasformato), allora avremo un grande attaccante e un grande allenatore. Ad esempio Ventura con Bruno Peres non ci è riuscito al 100%. Non è facile, non tutti migliorano. Perlomeno Boye è un giocatore divertente…ed è già moltissimo