Lutto in casa Toro: è mancato Eugenio Bersellini

17

Si è spento l’allenatore del derby vinto per 3-2 in rimonta contro la Juventus: addio a Eugenio Bersellini, tecnico granata dal 1982 al 1984

Triste, tristissima notizia nell’ambiente del calcio e soprattutto del Toro. Si è infatti spento quest’oggi Eugenio Bersellini, ex allenatore di numerosissime società tra cui proprio il Torino. Soprannominato “sergente di ferro” per i duri allenamenti a cui sottoponeva le sue squadre, Bersellini ha infatti guidato il Toro dal 1982 al 1984 regalando ai tifosi granata diverse soddisfazioni. Indimenticabile, in particolare, quel famoso derby vinto dal Toro per 3-2 in rimonta. Tra le altre formazioni, si ricordano poi la Sampdoria, la Fiorentina e l’Inter con cui il tecnico ha vinto uno scudetto e due Coppa Italia. La Redazione di Toro.it si stringe attorno al dolore della famiglia per la scomparsa di Eugenio Bersellini, scomparsa che colpisce tutto il mondo del Toro e del calcio italiano.

Questo il messaggio di cordoglio della società granata: “Il Presidente Urbano Cairo – unitamente ai dirigenti, ai dipendenti, ai tecnici, ai calciatori e a tutto il settore giovanile del Torino Football Club – partecipa sentitamente al dolore della famiglia per la scomparsa di Eugenio Bersellini, apprezzatissimo uomo di sport e allenatore del Torino dal 1982 al 1984”. 

17 Commenti

  1. Coppa Italia Reggiana Torino ad agosto al Mirabello stadio piccolo, ma con gli spalti attaccati al campo, primo tempo dominato dalla Reggiana con i ragazzi che sembravano ipnotizzati ma finito 0-0. Secondo tempo riprende sulla falsa riga del primo , dopo 5 minuti Eugenio si alza dalla panchina e comincia ad urlare nn risparmiando nessuno , ero nei distinti ma si sentivano bene le urla del mister, i ragazzi si svegliano e cambiando ritmo vinciamo 2- 0 se ricordo bene , quello che ricordo bene fu quella sfuriata di Eugenio che scosse la squadra.
    Indimenticabile il derby in rimonta , mi ricordo anche un 3- 1 al Meazza contro l’ Inter , sua ex squadra , ed ad ogni gol esultava nn come le fichette di oggi che nn lo fanno.
    RIP Eugenio , un uomo da TORO.

  2. R.I.P.
    Mi ha dato una delle più grandi emozioni della mia vita e gliene sarò grato a vita, ancora oggi ogni volta che vedo quel filmato mi viene un groppo in gola……nella sua carriera non ha raccolto quel che meritava.

  3. Il toro tuo e di Sergio Rossi giocava un calcio moderno e spettacolare. Vero che duró poco più di un girone e non ottenne risultati tangibili come classifica nei 3 anni, ma le partite memorabili non furono poche. Quel derby fu il culmine, chiaro. Mio padre al terzo gol quasi mi stritoló. Riposa in pace caro Eugenio.

  4. Solo un ricordo, extra 3-2: aveva conosciuto un ragazzo con problemi di droga: credendo nello sport, nel valore della persona, anche se momentaneamente in difficoltà, e nel dialogo, se lo portava a correre intorno al Fila o a Piazza d’Armi, per parlargli e dargli qualcos’altro a cui pensare. Riposi in pace, Eugenio, la sua è stata una testimonianza di valore.