L’accusa per i due sostenitori rossoblù è di resistenza e lesioni ad un pubblico ufficiale: per entrambi scatterà anche il DASPO

Come vi avevamo raccontato, il prepartita di Torino-Cagliari è stato caratterizzato da uno scontro tra le due tifoserie avvenuto proprio davanti alla curva Maratona, all’angolo tra piazzale Grande Torino e corso Agnelli. La polizia era immediatamente intervenuta per dividere le due fazioni e, come comunicato dalla Questura, ha anche arrestato due tifosi della società rossoblù. Per il primo, un ragazzo di 27 anni, l’accusa è di lesioni e violenza ad un pubblico ufficiale, nel tentativo di scappare ha infatti colpito con una cintura un poliziotti, per il secondo invece, un uomo di 44 anni, l’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale, in quanto è riuscito a scappare in un primo momento alla polizia ma è stato poi fermato dalla Digos mentre cercava di entrare nel Settore ospiti. Per entrambi scatterà anche il DASPO. Di seguito il comunicato della Questura:

“Due tifosi del Cagliari sono stati arrestati domenica sera all’esterno dello stadio prima dell’inizio dell’incontro di calcio. Poco dopo le 19, un gruppo di 50 supporter circa della squadra ospite si è diretto nell’area di Piazza Grande Torino in prossimità degli accessi alla curva Maratona. Personale del Reparto Mobile della Polizia di Stato per evitare il contatto si è frapposto tra le due tifoserie. Nel corso dei fatti, un tifoso cagliaritano, nel tentativo di dileguarsi, ha colpito con una cintura un agente ferendolo sul dorso della mano. Il tifoso, T.A. di 27 anni, è stato poi fermato da altro personale nell’immediatezza dei fatti. Al poliziotto è stata riconosciuta una prognosi di 5 giorni.

Nello stesso contesto, altro personale ha intercettato un altro tifoso del Cagliari che armato di cintura aveva cercato il contatto con la tifoseria opposta. L’uomo, C.C. di 44 anni, si è divincolato e si è allontanato in corso Agnelli dove ha raggiunto il gruppo di supporter della sua squadra. Il tentativo di nascondersi tra i tifosi è risultato vano perché prima dell’ingresso allo stadio l’uomo è stato riconosciuto e fermato. Alla luce dei fatti, entrambi i tifosi sono stati arrestati dagli agenti della D.I.G.O.S. per il possesso di oggetti atti ad offendere, T.A. anche per lesioni e violenza a pubblico ufficiale e C.C. per resistenza. Per tutti e due i supporter, entrambi gravati da precedenti, scatterà anche la procedura per l’emissione del DASPO”.


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Prigioniero69
Prigioniero69
4 anni fa

Ma guarda il caso alle volte..

ExIgneFaxArdetNova
ExIgneFaxArdetNova (@exignefaxardetnova)
4 anni fa
Reply to  Prigioniero69

???? fa parte delle umane vicende… Come don Abbondio. Chi di suo non ha coraggio o ragione non può mettercela. Comunque non è successo nulla di che. Ho visto molto di peggio.

ExIgneFaxArdetNova
ExIgneFaxArdetNova (@exignefaxardetnova)
4 anni fa

Del tutto occasionalmente ne sono stato testimone. Lo scontro da parte dei cagliaritani e’ stato cercato poiché il pullman si è fermato in corrispondenza del’angolo di corso Agnelli e secondo me non per errore. Il contatto tra le tifoserie e’ stato minimo. Qualcuno dei ns vicino al chiosco e’ scappato… Leggi il resto »

Ultrà Lazio: 13 Daspo per gli adesivi di Anna Frank

Inter-Torino, San Siro verso il pienone: 70.000 spettatori previsti