Il 3-5-2, marchio di fabbrica del vecchio allenatore, ha ridato compattezza, però puntuali sono emersi tutti i difetti che il Toro mostra ormai da mesi

Per sessanta minuti è sembrata una squadra trasformata. Compattezza: prima non prenderle. Propositività: sulle fasce Singo ed Ansaldi – in partita ben oltre la prima ora di gioco, in verità, a differenza dei compagni – hanno messo in grande difficoltà l’Inter, costringendo i nerazzurri ad una gara diversa da quella preparata. Cinismo: perché alla fine il Toro non ha solo sprecato ma in pieno recupero un pallone l’ha buttato dentro. Il 3-5-2 di mazzarriana memoria ha messo in luce le potenzialità di una squadra che al momento sembra non poter affatto fare a meno dei giocatori di qualità. Come il già citato Ansaldi, che ha dimostrato quanto inspiegabili siano state le panchine collezionate finora. Un sistema che al di là dell’ultimissimo periodo (costato al tecnico la panchina lo scorso febbraio) aveva consentito al Toro di Mazzarri di portare a casa anche risultati importanti.

Allo stesso modo quello era un Toro che di punto in bianco, al primo episodio negativo (spesso al primo gol preso) si scioglieva come neve al sole, andava in affanno, era capace di perdere partite già vinte o di dilapidare punti già in saccoccia. Una “sindrome” che sembra aver colpito anche l’attuale squadra, pur essendo quel campionato in archivio, pur ripartendo di nuovo da zero, con staff e allenatore nuovi. Ai tifosi del Toro sembra di assistere allo stesso film: con la differenza che 12 mesi fa, a questo punto del campionato, la classifica non era così allarmante.

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-11-2020


72 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
flofloo
flofloo
2 anni fa

giornalista sportiva incompetente. Occhio che ti mandano via anche da questa testata.

odix77
odix77
2 anni fa

a dire il vero a memoria mia è sempre stato cosi da anni : quando giochiamo con squadre di livello facciamo spesso, non sempre, buone prestazioni , magari poi perdi lo stesso per altri motivi , ma quasi sempre discrete prestazioni.. quando giochi con le medie piccole alla tua portata… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
2 anni fa

Quando leggo la nuova linea editoriale scellta dalla copisteria cairota per manlevare il padrone da responsabilità ben più gravi “cairo di calcio non capisce un…” mi chiedo come l’altro possa accettare di essere “cosi denigrato” dai suoi stessi fan.
Tutto per amore drl Toro evidentemente.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 anni fa
Reply to  Pedric

si notano molto di piu le peripezie dialettiche 0.3ine, per poter avere sempre e comunque “nemici” da insultare (asilescamente; questo è il livello) del resto da mesi qui non si leggono seguaci o tifosi di cairo e questo per gli 0.3ini è un problema serio. non lo sarà di certo… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
2 anni fa

Come che era GD ? cairo male all’inizio poi meglio, sempre meglio.
Ah i bei tempi quando ti davi di gomito con quell’altro caxxaro della praterie.
Gli unici che capiscono un ca… di calcio mi sa che alla fine siete proprio voi poligrafici.

odix77
odix77
2 anni fa
Reply to  Pedric

certo che ne scrivi di caga.te…..

Pedric
Pedric
2 anni fa
Reply to  odix77

Ma sai Odix è che sono tranquillo da quando tu mi hai detto che non corriamo alcun rischio di andare in B e allora mi vien voglia di scrivere..

odix77
odix77
2 anni fa
Reply to  Pedric

come fai ad essere tranquillo se sai con certezza che cairo abbia il compito dato dagli agnelli di farci scomparire? non capisco….. cmq per la cronaca confermo, in b non ci andiamo mia opinione, direi non per meriti nostri a questo punto….P.S: cmq io è da 10 anni che dico… Leggi il resto »

Giampaolo, quattro punti non bastano per blindare la panchina

Sì, Giampaolo non dorme: via l’integralismo, si è aperto una nuova strada