Le altre si rinforzano, il Toro non fa mercato: e intanto sfuma un altro obiettivo mentre sabato ci sarà un’altra partita da non sbagliare

Una bella parentesi durata centoventi minuti: non c’erano classifiche imbarazzanti, né partite da giocare alla morte per non retrocedere. Solo un Torino che non ha certo dato il meglio di sé in fase offensiva ma che è riuscito a trascinare fino ai rigori il Milan. Una parentesi già chiusa: siamo di nuovo qua, nove giorni dopo l’apertura del mercato, ad aspettare la sfida di sabato con lo Spezia e a commentare le zero operazioni in entrata a fronte di una Serie A, specie nelle zone meno nobili, che si muove alla ricerca di giocatori in grado di cambiare gli equilibri. La Sampdoria ha preso quel Torregrossa che il Torino aveva già messo nel mirino la scorsa estate, il Cagliari Nainggolan, il Genoa Strootman. La Fiorentina – non l’Inter, non il Milan, la Fiorentina, in lotta come la squadra di Giampaolo per non retrocedere – sta corteggiando Gomez. Tutte si muovono provando a correre ai ripari, giudicando non sufficiente quanto fatto finora. Tutte tranne il Torino, che per ora al massimo si priverà di un centrocampista (di Meité forse non sentiremo la mancanza, ma ha senso lamentarsi del calendario e non poter contare su un calciatore per 10 giorni perché promesso al Milan?) e poi forse aspetterà di capire quanto diventerà difficile la situazione dopo la partita di sabato.

Solitamente i casi sono due, quando si arriva a questo punto della stagione nelle condizioni del Torino. La società ritiene il lavoro dell’allenatore soddisfacente nonostante i risultati, insiste nel confermarlo e cerca di migliorare per quanto possibile la squadra, per dargli una mano. Oppure, al contrario, la società giudica la squadra in grado di raggiungere gli obiettivi perché già competitiva. In questo caso, se la classifica penalizza il gruppo, a pagare è l’allenatore. Col Toro siamo al paradosso: si conferma l’allenatore nonostante i non risultati e si ritiene la squadra sia a posto così, nonostante i non risultati. Il rischio è che quando ci si accorgerà che la strada è sbagliata sarà troppo tardi.

Urbano Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-01-2021


47 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
michelebrillada
michelebrillada
5 mesi fa

ma cairo non vede che siamo gia in serie b prima o poi il virus sparisce e potremo andare allo stadio questo pseudo allenatore santone mantra di calcio verra fischiato(non vedo l’ora)da quando entra nello stadio fino a quando esce via via via gianpaolo o è serie B subito

tric
tric
5 mesi fa

Urge anche un portiere di riserva e mandare Vanja a fare apprendistato in qualche squadra di serie minore.

pear
pear
5 mesi fa
Reply to  tric

Lol Vanja manco nell’ascoli giocava.

maximedv
maximedv
5 mesi fa
Reply to  tric

E dove? Non lo hanno fatto giocare da nessuna parte, nemmeno in Belgio…

maurone
maurone
5 mesi fa
Reply to  tric

Scusa ma secondo me con quattro portieri in rosa il portiere di riserva è l ultimo dei problemi. In fin dei conti l’ Inter come secondo ha Padelli, il Milan Tatarusanu (sicuri che Ujkani valga meno?), la Roma Mirante. Se poi invece vogliamo parlare di titolare oggi è Sirigu: può… Leggi il resto »

duane
duane
5 mesi fa
Reply to  maurone

Giusto per precisione padelli all’Inter fa il quarto…

Maratona 76 (urge derattizzare il TORO)
Maratona 76 (urge derattizzare il TORO)
5 mesi fa

dalle dichiarazioni della pantegana il mercato l’fc lo farà a carnevale dove notoriamente ogni scherzo vale, e smettiamola di dire che non ci sono soldi, i quasi 25 per il pacco verdi si sono trovati e i 15 per il paccotto zazza pure e per gli ultimi contropaccotti di questa… Leggi il resto »

Last edited 5 mesi fa by Maratona 76 (urge derattizzare il TORO)
madde71
madde71
5 mesi fa

vagnati,lei a Ferrara si è creato della meritata credibilita,ma ci vuole un attimo a distruggere il tutto,si dimetta,mi creda è il male minore

La spalla di Belotti serve subito

Ho sbagliato, è colpa mia: le parole (mancate) di Cairo