10 agosto 1920: nasce Orfeo Pianelli - Toro.it

10 agosto 1920: nasce Orfeo Pianelli

di Fabio Milano - 10 Agosto 2020

E’ stato l’ultimo presidente del Torino a vincere lo Scudetto: oggi, 10 agosto 2020, Orfeo Pianelli avrebbe festeggiato cento anni

Il Toro e la sua gente ricordano Pianelli. Il grande Orfeo nasceva cento anni fa, il 10 agosto 1920, in provincia di Mantova; un giorno, sarebbe diventato il Presidente che ha regalato ai colori granata l’unico scudetto del dopo Superga, quello datato 1975/76, oltre a due coppe Italia (1968 e 1971). Arriva a Torino appena quindicenne e dopo i primi lavori come muratore ed il diploma serale, il fortunato incontro con Giovanni Traversa, per molti anni suo socio e collaboratore fidatissimo: nasce così la “Pianelli & Traversa Spa”. Acquista il Torino nel febbraio del 1963 (dopo esserne stato in precedenza consigliere per alcuni mesi), se ne separerà nel maggio del 1982, lasciando la Società nelle mani di Sergio Rossi. In mezzo, tanti successi e tante soddisfazioni; ma anche molte pagine tristi e drammatiche, legate per la verità più alla cronaca che a vicende sportive.

L’ex presidente granata: “Cosa ha fatto il mio Toro?”

Ma Pianelli è stato molto di più: per quasi vent’anni è stato il papà di tutti, quello che avrebbe meritato solo carezze e che invece, ad un certo punto, venne anche brutalmente – ed ingiustamente – contestato. Ma questa è la storia. Rimangono i sentimenti e le emozioni nei confronti di un Uomo con la U maiuscola, che per fare grande il Torino si è rovinato e che anche sul letto di morte, nella sua casa in Costa Azzurra, sul mare di Villefranche dove si era ritirato, non ha mai smesso di chiedere: “Cos’ha fatto il mio Toro?”

Orfeo Pianelli
Orfeo Pianelli

5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
3 mesi fa

La mia eterna riconoscenza, Presidente! Grazie!

tarzan_annoni
tarzan_annoni
3 mesi fa

R.I.P.

Mondo
Mondo
3 mesi fa

Vabbé diamo una mano a Giddìcella che è stanco e provato:
“Articolo fatto su misura per poter scatenare gli zerotreini con i loro insultini asileschi e tutto il loro odio all’indirizzo di quel santo di presidente che ora abbiamo la fortuna di avere”