27 Marzo 1983: Toro-Juve 3-2, il derby dei tre gol in tre minuti

di Fabio Milano - 27 Marzo 2019

Dopo le reti di Rossi e Platini, in tre minuti Dossena, Bonesso e Torrisi spediscono i granata in Paradiso. Torino-Juventus 3-2: diventa un trionfo granata

Ci sono domeniche che valgono doppio, nella storia del popolo granata. E poi c’è Torino-Juventus, c’è il derby, quello del 3-2. E’ la storia della stracittadina numero 184; di fronte c’è la Juve forse più forte di tutti i tempi, che va avanti 2-0, grazie alle reti di Rossi e Platini. Partita finita, sembrerebbe. E invece in un amen, entrano nella storia granata, quel 27 marzo 1983, uno dopo l’altro Dossena, Bonesso, Torrisi, con la Maratona che diventa un vulcano che erutta lava e lapilli. Tre minuti, tre gol, con il Toro che sale in paradiso – anche – per aver sfilato lo scudetto ai bianconeri. Il senso della giornata perfetta sta nel fatto che nessun tifoso del Toro over 40 dimentica dove sia stato, cosa abbia fatto, cosa abbia provato, quella domenica di inizio primavera del 1983. Toro-Juve 3-2: che giornata!

Dossena, Bonesso, Torrisi: il derby del 3-2

Dossena, Bonesso, Torrisi. Chi nella bolgia della Maratona ha perso la fidanzata, chi era in gita scolastica, chi costretto per lavoro ad una trasferta, chi forzato in montagna per accontentare la ragazza che proprio non si fila il calcio.

Con la radiolina all’orecchio e il cuore in Maratona, a ridere e piangere; e a stropicciarsi gli occhi per qualcosa di assolutamente irripetibile. Una serie di emozioni così, su un campo da calcio, non le abbiamo più vissute. E forse, non le rivivremo mai più.

più nuovi più vecchi
Notificami
Andreas
Utente
Andreas

nel cortile di mia nonna in campagna con la radiolina, ed ogni goal di corsa in casa ad avvisare mio padre! Pazzo di gioia! Mi viene da piangere! Tutto il resto … lascio stare!

urto (andrea)
Utente
urto (andrea)

quello era il TORO, che cairo e i suoi non capiranno mai…e che farà sempre loro giustificare un ottavo posto come ottimo risultato o il non prenderne quattro come grande prestazione. il divario economico centra poco…se comunque a monte non hai una organizzazione degna del nome; e nessun tifoso del… Leggi il resto »

sofferenza (il Guru a Cittadella)
Utente
sofferenza (il Guru a Cittadella)

Pelle d’oca ancora oggi..