26 febbraio 2015: il Toro espugna il San Mames di Bilbao

di Francesco Vittonetto - 26 Febbraio 2019

Nei sedicesimi di Europa League, il Torino di Ventura vince 3-2 a Bilbao e diventa la prima squadra italiana ad espugnare il San Mames

Non è soggetta all’usura del tempo, l’emozione dell’impresa. Resta viva, scolpita nei cuori di chi in qualche modo l’ha vissuta, per esperienza diretta o attraverso i racconti di chi c’è stato. La notte di Bilbao, per il Torino e i suoi tifosi, ha esattamente quel sapore. Chiedete in giro: chiunque, tra i cuori granata, vi saprà dire esattamente dove si trovava quella sera del 26 febbraio 2015, quando al San Mames in ventidue si contendevano l’accesso ai sedicesimi di Europa League, in 50.000 spingevano la parte biancorossa e in quasi 3.000 si sgolavano per quella granata. Ma tra radio, televisori e quant’altro a seguire il film c’era un popolo intero. Con un sogno in testa e la paura negli occhi, perché il 2-2 dell’andata era il peggior biglietto d’accesso all’inferno basco, lì dove nessuna squadra italiana aveva mai (mai!) gioito.

Quagliarella, Maxi Lopez e Darmian: gli eroi del Torino nella notte di Bilbao

Poi via, fischio. Si parte. E allora la paura informe si fa tensione ascendente o discendente secondo il ritmo delle azioni. Vives si guadagna furbescamente un rigore, Quagliarella dal dischetto non sbaglia: primo sospiro di sollievo. L’incubo ritorna, però: Iraola fa 1-1, il Toro sarebbe fuori. Ci pensa Maxi Lopez a riportare il sorriso: a un soffio dal the caldo anticipa tutti con un’incornata precisa e fa 1-2.

Sono indomiti, i padroni di casa. Con De Marcos trovano il 2-2 all’ora di gioco, al momento sarebbero i supplementari a decidere il confronto. Ma non è finita. Perché il cervello e le gambe di Darmian decidono di crederci fino in fondo, di partire da lontano perché sì, El Kaddouri potrebbe davvero mettere sul secondo palo quel pallone. Che arriva. Gol. Estasi. Martinez pronto ad entrare a bordocampo esulta con parole irripetibili ma incredibilmente vere e sentite. Le telecamere inquadrano lui, la festa granata esplode ovunque.

26 febbraio 2015: il Torino vince a Bilbao e guadagna i sedicesimi di Europa League

L’impresa, adesso, serve al Bilbao. Ma gli eventi e la forza del gruppo granata hanno messo all’angolo il leone. I primi di quei 50.000 iniziano a lasciare gli spalti. E’ finita davvero. Al San Mames, sotto una pioggia battente, restano le sciarpe granata. Una notte di festa, tra Bilbao e Torino. Quattro anni da allora, ma le emozioni non si sono assopite. Il tempo davvero non le ha scalfitte.

più nuovi più vecchi
Notificami
sofferenza (il Guru a Cittadella)
Utente
sofferenza (il Guru a Cittadella)

Uno dei più clamorosi falsi storici di tutti i tempi. Partita da Toro NONOSTANTE il Guru Tagliagole, grazie invece ai vari Maxi Lopez che hanno suonato la carica.

Fabio (febius6)
Utente
Fabio (febius6)

Una bella impresa, una grande serata! Però doveva essere la base di partenza…fu invece il punto di non ritorno nel quale qualcuno si specchia ancora oggi…come se si trattasse del risultato più alto che potremo mai più raggiungere!

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Non si specchia nessuno…però…è stato il punto massimo degli ultimi 25 anni…credo sia bello ricordare Bilbao e Zenith….tutto qua…la speranza è che si possa rivivere quelle notti….

davidone5
Utente
davidone5

I primi 4 anni con Ventura sono stati anni di rinascita, risultati sportivi ed economici e di soddisfazioni considerando poi che senza torti arbitrali saremmo andati in europa altre due volte. L’ultimo anno al contrario è stato molto negativo, era finito un ciclo. Oltre al Sam Mames ricordiamo anche la… Leggi il resto »