Il 5 aprile del 1992, a pochi giorni dalla notte di Coppa Uefa contro il Real, il Toro di Mondonico vince il derby. Quel giorno pioggia di voti per Borsano

Novantasei ore dopo la notte del Bernabeu, i ragazzi di Mondonico scrivono una delle pagine più belle nella storia delle stracittadine: al Delle Alpi, infatti, è in programma il derby contro la Juve di Trapattoni, in piena lotta scudetto in un testa a testa con il Milan di Capello. Il Toro gioca la partita perfetta, con Bruno solito mastino su Schillaci ed Annoni che annienta Roberto Baggio, nonostante le assenze forzate di Cravero al centro della difesa e dello squalificato Marchegiani, sostituito tra i pali dall’ottimo Di Fusco, che si fa trovare prontissimo nella gara più importante dell’anno.  Il primo tempo, se si escludono un paio di occasioni per parte, scorre via senza grosse emozioni.  Ma è nella ripresa, che i granata si trasformano ed in sei minuti compiono il capolavoro: Lentini fa il bello ed il cattivo tempo sulla fascia, Martin Vazquez indossa i panni del rifinitore con due assist fotocopia al bacio per Casagrande, vero giustiziere dei bianconeri, che spedisce la palla per due volte alle spalle di un esterrefatto Tacconi. La doppietta del brasiliano manda il Toro in paradiso ed annulla, di fatto, le residue speranze bianconere di scudetto. 

Toro-Juve, dopo il derby Borsano eletto

Finisce 2-0, con il popolo granata in festa che, dopo la gara, si reca in massa alle urne (sono in programma le elezioni politiche, nda) regalando al presidente Borsano oltre 36 mila preferenze che lo vedono miglior candidato piemontese tra le fila del PSI di Bettino Craxi, noto tifoso granata ed amico personale di Borsano, che si prepara così a sbarcare, come deputato, in Parlamento. E’ l’inizio del sogno, o forse l’inizio della fine. Ma quel pomeriggio di ventotto anni fa è ancora negli occhi, e nel cuore, di ogni tifoso granata. 

Torino-Juventus 2-0: il tabellino

Il tabellino della partita:

TORINO – JUVENTUS 2-0
Marcatori
: st 21′ e 28′ Casagrande
TORINO: Di Fusco, Bruno, Venturin (st 45” Sordo), Annoni, Benedetti, Fusi, Scifo, Lentini, Casagrande (st 35′ Mussi), Martin Vazquez, Policano. A disposizione: Pastine, Vieri, Bresciani. All.: Mondonico.
JUVENTUS: Tacconi, Reuter, Marocchi, Conte (st 29′ Di Canio), Carrera, Julio César, Alessio, Galia, Schillaci (st 13′ Corini), Baggio, Casiraghi. A disposizione: Peruzzi, Luppi, De Agostini. All.: Trapattoni.
Arbitro: Baldas di Trieste.

Walter Casagrande
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 05-04-2020


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Luis Antonio Correa da Costa
Luis Antonio Correa da Costa
1 anno fa

C’ero, che bel pomeriggio. Casagrande gran bel giocatore e in quei mesi in stato di forma eccezionale

Casao92
Casao92
1 anno fa

Casagrande un bel centravanti molto bravo tecnicamente. Era fortissimo a calciare le punizioni. quando venne al Toro ero molto contento, con l’Ascoli faceva cose meravigliose. Bravo tecnicamente, forte fisicamente e sui colpi di testa, la palla al piede era difficile toglierla.

remy
remy
1 anno fa

Ricordo per filo e per segno. Un conoscente gobbo al mattino mi disse che la gobba ci avrebbe massacrati, con un centravanti come Casagrande dove volete andare? Eh sì, perché diciamolo , Casagrande non era considerato un campione , eppure tre giorni prima aveva demolito il Real tra andata e… Leggi il resto »

Casao92
Casao92
1 anno fa
Reply to  remy

1 derby vinto.

27 Marzo 1983: Toro-Juve 3-2, il derby dei tre gol in tre minuti

Due anni senza Sauro Tomà, l’ultimo degli Invincibili