Sassuolo, De Zerbi con una squadra rinnovata: Traoré e Obiang i colpi

di Francesco Vittonetto - 24 Agosto 2019

Il punto sulla prossima avversaria del Torino in Serie A: ecco il Sassuolo 2019/2020 targato (ancora) Roberto De Zerbi. Davanti la scommessa è Caputo

L’anno nel limbo della media classifica ha raccontato di un Sassuolo convincente per larghi tratti, ma con alcune lacune che il progetto De Zerbi avrebbe dovuto colmare nel suo atto secondo. Dopo aver resistito alle avances delle grandi, il tecnico di Brescia è rimasto in Emilia per migliorare ancora. E l’estate che il club di Squinzi sta vivendo, con un mercato movimentato e interessante, ha le potenzialità per accompagnare i neroverdi verso quest’obiettivo. A patto che fin da subito il collettivo riesca ad ammortizzare gli addii (pesanti) di quattro colonne che nella passata stagione hanno detto la loro, chi per dodici mesi, chi solo per sei: Lirola, Demiral, Sensi e Boateng si faranno rimpiangere. Starà al tecnico sfruttare le caratteristiche dei nuovi innesti per innovare, senza snaturare, il proprio undici.

Verso Torino-Sassuolo: ecco la squadra di De Zerbi

La squadra che il Torino di Mazzarri dovrà affrontare domenica 25 agosto, ore 20,45, alla prima della Serie A 2019/2020, potrà contare su diversi volti nuovi. A partire dalla difesa, dove l’ex Dortmund Toljan ha sostituito ormai stabilmente il neo viola Lirola e il centrale Gravillon sta tentando di scalare le gerarchie che al momento vedono davanti Marlon e Ferrari, entrambi confermati.

Ma è il centrocampo del 4-3-3 di De Zerbi ad essere cambiato maggiormente. Contro i granata, tra l’altro, mancherà lo squalificato Magnanelli (al pari di Mimmo Berardi) e questo potrebbe convincere l’ex allenatore del Foggia a puntare da subito su Pedro Obiang in cabina di regia. Sulle mezzali, invece, i titolari designati per la nuova stagione sono Manuel Locatelli – riscattato dal Milan – e il promettente Traoré, nella scorsa stagione protagonista ad Empoli e autore del gol decisivo nella vittoria in Coppa Italia contro lo Spezia.

Traoré, Caputo & co.: i volti nuovi

Dagli azzurri retrocessi è arrivato al Sassuolo anche il titolare del centro dell’attacco, quel Ciccio Caputo nel quale De Zerbi ripone grande fiducia. Oltre al già citato Berardi, poi, nel tridente le opzioni sono numerose: da Boga a Brignola, passando per Djuricic e dall’ex Primavera Raspadori.

Queste, le armi della truppa emiliana. Il Toro, reduce dal k.o. contro il Wolverhampton in Europa League, dovrà stare attento alla trappola della prima giornata.

più nuovi più vecchi
Notificami
RiminiGranata
Utente
RiminiGranata

Traote, Duncan, Obiang, Locatelli, Magnanellu il loro centrocampo nettamente superiore al nostro idem dicasi del Cagliari.
Conquistare il 7 posto ancora sarà un impresa se rimaniamo questi…

Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

Speriamo che questo Traore non sia parente di quell’altro.
Testa di ghisa gli mette sopra Basellao

jerry
Utente
jerry

Quale è la differenza tra Cairo preziosi Ferrero zamparini o I della valle? Forse che il nostro non ci farà fallire ma il succo è identico.