Il Toro reduce dalla sconfitta contro il Milan a San Siro affronta la Sampdoria che arriva dalla sconfitta casalinga contro l’Atalanta

Il Toro, archiviata la pratica Milan, si appresta ad affrontare sabato sera alle 20:45 la Sampdoria tra le mura amiche dello Stadio Olimpico Grande Torino. I granata, che nell’ultima sfida casalinga sono riusciti a battere il Genoa, proveranno a conquistare i 3 punti anche contro l’altra squadra genovese. Non sarà facile perché i blucerchiati arrivano al match contro il Toro dopo la sconfitta 1-3 contro l’Atalanta allo Stadio Luigi Ferraris. Due sconfitte che bruciano quelle rimediate nell’ultima giornata di campionato che si è disputata dai granata e dai blucerchiati. Per questo sabato sera entrambe le squadre saranno pronte a darsi battaglia per cercare di rialzare la testa. Per Ivan Juric che ha un passato al Genoa, le motivazioni per fare bene saranno alte. Per lui la sfida contro i blucerchiati non sarà una partita come tutte le altre. Sarà un po’ come un derby.

L’obiettivo della Samp è allontanarsi dalla zona retrocessione

La Sampdoria vorrà tornare a casa con un risultato positivo, anche per continuare ad allontanarsi dalle zone basse della classifica. I blucerchiati adesso si trovano a +2 dal 18^ posto, dove c’è il Genoa, ma fino a poco tempo fa erano a pari punti con la squadra di Davide Ballardini, in piena zona retrocessione. La squadra di Roberto D’Aversa non ha avuto un inizio di campionato semplice. Ha infatti già affrontato diverse big, ovvero Milan, Inter, Napoli e Juventus. Quindi un avvio impegnativo per la Sampdoria, che ora mette nel mirino la partita contro il Toro per provare a conquistare qualche punto che potrà valere come una boccata d’aria fresca per la squadra genovese.

Caputo, Quagliarella e Candreva… attenti a quei 3

Per provare a vincere la Sampdoria si affiderà a tre giocatori che sono fondamentali a D’Aversa e che potrebbero fare molto male ai granata. Quindi toccherà a Juric trovare delle soluzioni per limitarli. Il primo è un ex, Quagliarella, che fin ora ha realizzato solo 1 gol, segnato all’Udinese. Ma si sa che il numero 27 blucerchiato è abituato a fare gol alle sue ex squadre. Un altro giocatore molto pericoloso è Candreva, che in 10 partite ha segnato 4 reti e ha confezionato 3 assist. Infine un altro pericolo per il Toro sarà Caputo, che ha ha segnato per ora 3 gol, di cui l’ultimo contro l’Atalanta proprio ieri. I granata sono avvisati e non potranno farsi trovare impreparati.

Fabio Quagliarella
Fabio Quagliarella
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-10-2021


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
toro e basta
toro e basta
29 giorni fa

Un bel cappotto cucito su misura per i blucerchiati, con Candreva che non toccherà palla in tutta la partita.
O almeno un 1 a 0 stiracchiato 😅

Troposfera Granata
Troposfera Granata
29 giorni fa

SCARTAVETRIAMOLI!!!

Troposfera Granata
Troposfera Granata
29 giorni fa

E’ una banda di vecchietti. Saranno anche esperti, smaliziati, qualcuno simulatore, ma se la mettiamo sulla corsa, sul pressing alto, sulle azioni in velocità, questi non toccheranno boccia.
Eddai, una bella piallata ai ciclisti non ci starebbe bene?

Milan-Torino: arbitra Aureliano, al Var c’è Massa

Torino-Sampdoria: arbitra Fourneau, al Var c’è Di Bello