Toro, la presentazione dell'avversaria: ecco il Chievo Verona

Toro, la presentazione dell’avversaria: ecco il Chievo Verona

di Marco Sangiorgio - 23 Novembre 2016

La squadra di Maran è solida e ben organizzata. La rosa è tra le più esperte della Serie A: poca classe, ma tanta sostanza

Dopo la sofferta vittoria contro il Crotone, il Toro attende il Chievo Verona per l’anticipo di sabato alle 18. I veronesi sono stati protagonisti di un inizio di stagione positivo, con diciotto punti in tredici partite e un ottimo distacco dalla zona retrocessione. L’obiettivo della squadre di Maran rimane, infatti, esclusivamente mantenere, senza troppi patemi, la categoria.

Il Chievo è una squadra molto solida ed esperta, difficile da affrontare e da dominare tatticamente. La rosa è composta da giocatori abituati alla Serie A, non straordinari dal punto di vista tecnico, ma molto costanti. L’undici gialloblù è cresciuto parecchio in questi anni: da un gioco esclusivamente difensivo, si è passati a un gioco manovrato e, a tratti, piacevole. La solidità difensiva rimane comunque uno dei tratti fondamentali: subire pochi gol è il primo obiettivo della squadra di Maran.

Il giocatore con più qualità, capace di fare la differenza, è l’ex granata Valter Birsa. Lo sloveno può agire da trequartista, ruolo a lui più congeniale, seconda punta o esterno d’attacco. Il suo mancino è un’arma molto pericolosa. Molto importante per l’equilibrio del centrocampo è l’argentino Lucas Castro, giocatore di sostanza molto abile negli inserimenti e pericoloso in zona gol. Per lui due reti in questo inizio di stagione.

La difesa è guidata dall’esperienza del trentasettenne Stefano Sorrentino alla sua decima stagione in Serie A. Davanti a lui una retroguardia molto esperta con giocatori che conoscono alla perfezione la massima Serie. Poca qualità, ma altrettanto pochi errori gratuiti. Il tutto testimoniato dalle 14 reti subite: solo Juventus e Fiorentina hanno subito meno gol in questo inizio di stagione.

 

più nuovi più vecchi
Notificami
esulegranata
Utente
esulegranata

Si chiuderanno molto, staranno in dieci dietro la palla e proveranno a uccellarci sui corner e i calci piazzati. Partita difficile proprio perchè la giochiamo in casa e di conseguenza è accompagnata da forti aspettative. Confido, più che altro spero, nel risveglio di qualche elemento fin qui rimasto nell’ombra. Tutti… Leggi il resto »

may
Utente
may

Mi va bene vincere pure se segna hart!!! ?

Sedicimaggiosettantasei
Utente
Sedicimaggiosettantasei

Quoto Mick Talbot per Meggio…applausone e coro per lui, ha ragione non l’abbiamo apprezzato abbastanza per l’impegno e per la dedizione…

may
Utente
may

Pochi cazzi, tatticamente sono rognosissimi da affrontare. Speriamo in una nostra buona prestazione ed in qualche loro errore tecnico, il loro grosso limite d’altronde..