Torino-Benevento: le pagelle dei centrocampisti

VOJVODA 6: dietro un paio di buone chiusure, spinge anche se non sempre con grande intensità ma c’è sempre pronto a ricevere o a farsi vedere quando la squadra di Nicola è in possesso del pallone

RINCON 5.5: non ci sono punti pesanti in palio e sarà per questo che un lottatore come lui oggi dà meno del solito (st 40′ BONAZZOLI SV)

MANDRAGORA 5.5: prova a far male al Benevento con un tiro da fuori su cui però c’è Glik che lo mura. Si vede pochissimo e questo la dice lunga sulla sua prestazione

VERDI 6: batte l’angolo che Bremer trasforma in gol, per il resto qualche buona idea in una serata dove non è necessario fare gli straordinari (st 12′ LINETTY 5.5: propositivo, questo sì, ma il suo ingresso non dà vivacità ad un reparto che forse si sente già in vacanza)

ANSALDI 6: sempre il più pericoloso quando il Toro si distende, sul gol del pareggio del Benevento qualche responsabilità sua e di Buongiorno

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-05-2021


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Denis-Joe
Denis-Joe
6 mesi fa

Singo non colpisce la traversa ma fallisce un goal che avrebbe fatto anche mio nipote di 5 anni. Un disastro totale.

davidone5
davidone5
6 mesi fa

Non si può avere una squadra che in campo manda zaza, verdi e rincon che sono giocatori di serie B. Quel Gaich del Benevento è un giocatore interessante, forte fisicamente, sa difendere palla ed è abbastanza rapido, ieri sera il portiere del Benevento ha commesso due errori ma è un… Leggi il resto »

Troposfera Granata
Troposfera Granata
6 mesi fa

E ora, grandi pulizie di fine primavera. Scopare via avanzi di passate gestioni, pensionati dorati, cocchi della stampa, amebe ed ectoplasmi vari. Disinfettare accuratamente e inserire gente con le palle, anche se non di classe. Preferisco tifare una squadra appena appena sufficiente, come lo Spezia, piuttosto che un’armata brancaleone di… Leggi il resto »

Nicola: “Abbiamo raggiunto un traguardo importante. Porterò i ragazzi nel cuore”

Mandragora: “Nicola è granata dentro. Il Torino è diverso dalle altre squadre”