Adem Ljajic scenderà in campo con la sua Serbia al “Grande Torino” per affrontare il Marocco. E Mihajlovic è atteso in tribuna

Dopo i sedici minuti di Torino-Fiorentina, Adem Ljajic tornerà questa sera al “Grande Torino”. L’impianto della squadra granata sarà infatti teatro dell’amichevole di preparazione al Mondiale di Russia tra il Marocco del bianconero Medhi Benatia e la sua Serbia (fischio d’inizio ore 20.30). E sugli spalti dell’ex Olimpico è atteso un ospite d’eccezione, Sinisa Mihajlovic. L’allenatore esonerato dal presidente granata Urbano Cairo ormai due mesi e mezzo fa potrebbe dunque riabbracciare uno dei perni del suo Toro, ora ai margini del progetto tecnico di Mazzarri. Ljajic, da quando il mister toscano ha preso le redini della squadra, ha visto il campo solamente in due occasioni, contro il Verona e, appunto, nella gara interna contro i viola. Due scampoli di partita, nulla più. Una situazione che il serbo non sta vivendo con serenità e il gesto liberatorio rivolto domenica scorsa alla panchina di Mazzarri, dopo il gol del momentaneo pareggio di Belotti – propiziato da un suo assist -, è lì a dimostrarlo. La Nazionale per scaricare il nervosismo, dunque. Da vedere, però, se il ct Krstajic punterà subito su di lui o lo lancerà a partita in corso.

Nazionali, amichevoli anche per Niang e Obi: questa sera Senegal-Uzbekistan e Polinia-Nigeria

Chi invece dovrebbe trovare spazio dal primo minuto è M’Baye Niang. L’attaccante del Torino sarà impegnato alle ore 18 italiane con il suo Senegal nella sfida contro l’Uzbekistan, in programma allo stadio Mohamed V di Casablanca (Marocco). Nel tridente d’attacco del commissario tecnico Cissé, l’ex Milan dovrebbe trovare spazio al fianco di Mané e Keita Baldé. In panchina ci sarà anche il quasi ex granata Gomis, ceduto in prestito con obbligo di riscatto alla Spal nello scorso calciomercato. Non solo Niang e Ljajic, però. Nella lunga serata di amichevoli ci sarà spazio anche per la Nigeria di Joel Obi, impegnata alle 20.45 a Wroclaw, contro la Polonia di Glik. Il centrocampista, convocato in Nazionale dopo quattro anni, ma non al meglio dal punto di vista fisico, dovrebbe partire dalla panchina.


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Peterpann
Peterpann
4 anni fa

La Polinia é una Polonia più piccola… complimenti al pusher

Belotti, torna grande con l’Italia: il Toro ha bisogno del suo Gallo

Moretti sul Trofeo Ugi & Forma: “Sarà una bella domenica. Ho trovato grande disponibilità”