Lyanco accelera i tempi per riconquistarsi il posto in squadra: l’obiettivo è convincere Mazzarri e ritrovare la maglia granata

Quando lo rivedremo in una partita ufficiale non è ancora dato saperlo ma quello che è certo è che il difensore granata Lyanco sta accelerando i tempi per rientrare il prima possibile. Nelle ultime settimane, infatti, dopo il suo rientro a Torino è tornato gradatamente a lavorare in gruppo. Il difensore, in particolare, sta proseguendo nel lavoro riabilitativo ma Mazzarri ha già avuto diverse occasioni per vederlo all’opera durante il lavoro tattico svolto da Belotti e compagni. Un enorme passo avanti per il giocatore che da quando si è sottoposto, mesi fa, all’operazione al piede non ha mai smesso di faticare per ritrovare la condizione fisica e soprattutto la maglia del Toro.

Lyanco, dalla paura di non poter più giocare al rientro al Toro

Il calvario del difensore brasiliano sta pian piano per concludersi, quindi, e anche se per rivederlo con la maglia del Toro in campionato bisognerà ancora attendere, il giocatore può finalmente tirare un sospiro di sollievo.

Non mi era mai capitato di stare fuori per infortunio per così tanto tempo, è stato difficile, ho anche avuto paura di non poter più tornare a giocare”, aveva infatti raccontato qualche settimana fa Lyanco che si era poi detto finalmente tranquillo dopo il rientro a Torino, in quella che lui stesso ha definito “casa”. E adesso, dopo il Filadelfia, adesso Lyanco è pronto per riprendersi anche il suo posto in squadra.

Lyanco
CAMPO, 29.11.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Coppa Italia, TORINO-CARPI, nella foto: Lyanco

Lyanco, il riscatto dopo l’infortunio: l’obiettivo è convincere Mazzarri

Nelle poche partite disputate la scorsa stagione, il brasiliano ha fatto vedere qualità che di certo farebbero comodo alla formazione di Mazzarri. E dopo le dichiarazioni di affetto per il Toro attraverso i social, con quel “Tornerò per dare delle gioie ai tifosi del Torino” adesso è arrivato il momento di far parlare il campo.

L’impegno che il difensore ci sta mettendo è davanti agli occhi di tutti e il rientro, anche se solo parziale, in gruppo è certamente un segnale più che positivo. Il recupero procede e il lavoro tattico che Lyanco è tornato a svolgere insieme ai compagni di squadra ha, come ovvio, un solo obiettivo: convincere Mazzarri. Il carattere, la grinta e la determinazione dimostrata sono senza dubbio caratteristiche che al tecnico granata piacciono ma il giocatore dovrà adesso confermare, come fatto già in occasione del suo arrivo al Toro lo scorso anno, di poter essere di nuovo e ancora un valore aggiunto per la difesa granata.

Lyanco, dunque, sta spingendo sull’acceleratore per conquistarsi la possibilità di regalare quelle gioie promesse ai suoi tifosi che non l’hanno mai abbandonato in questo difficile periodo. Il Toro, intanto, si prepara a riabbracciare il suo difensore.


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Bischero
Bischero
3 anni fa

Abbiamo bisogno dei tuoi cm e della tua velocità. Dacci dentro ragazzone.

Cup
Cup
3 anni fa

Lo aspetto con impazienza perchè con lui il pacchetto difensivo migliorerà tanto (Moretti non può reggere troppo…)

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
3 anni fa

Se recupera bene dopo tanta sfiga…sono contento….le battutine da bar spot ve le lascio…

GranataDentro (Fiori e buffetti all'arbitro Valeri, insulti a tutti noi. Tutto molto chiaro )
GranataDentro (Fiori e buffetti all'arbitro Valeri, insulti a tutti noi. Tutto molto chiaro )
3 anni fa

Mi hai strappato le parole di bocca. Diciamo che qui, e praticamente solo su questo sito, il tiro al piccione-società-Petrachi-Cairo è di casa. Ci si fa sempre meno caso. Lyanco per quel poco, che ci ha fatto vedere, causa sfortuna, potrebbe essere un ulteriore step di crescita. Giocanel Toro e… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
3 anni fa

Se qualcuno si diverte così….

Masiello rivela: “Consigliai io a Verdi di lasciare il Torino”

Napoli, Azzurri in crescita ma per lo scudetto serve più equilibrio