Il girone di andata del campionato di serie A 2022/2023 è finito, ora inizio quello di ritorno: pronostici, obiettivi del Torino

Pronti, via c’è stato il ritorno in campo per quanto riguarda le formazioni di serie A, con la conclusione del girone d’andata e gli ottavi di finale di Coppa Italia. A sorpresa sono state eliminate due big come Napoli e Milan, rispettivamente dalla Cremonese di Ballardini, arrivato dopo l’esonero di Alvini, e dal Torino di Ivan Juric. Torino che per la seconda volta in stagione è riuscito a battere i campioni d’Italia di Stefano Pioli. La formazione granata si era già imposta nella gara interna di campionato, vincendo 2-1 grazie ai gol messi a segno da Djidji e da Miranchuk. Era stata inutile invece la reazione del Milan, che aveva accorciato con Messias. A distanza di due mesi, dopo la sosta Mondiale, il Torino è tornato a vincere contro i rossoneri, stavolta per quanto riguarda la gara di Coppa Italia, disputata a San Siro lo scorso 11 gennaio.

Il girone di ritorno del Torino di Juric

Non è stato facile per il Torino il ritorno in campo di gennaio, dato che malgrado la bella prova di Coppa, i granata hanno ottenuto 2 pareggi e una sconfitta, che valgono comunque il nono posto alle spalle di Atalanta, Lazio, Roma e Udinese. La zona Europa League, a causa di questi risultati recenti, si è leggermente allontanata, ma è ancora presto fare bilanci o prevedere come andrà per il Torino il girone di ritorno. Dopo la prima giornata che vede il Toro in trasferta a Empoli, contro la squadra guidata da Paolo Zanetti, gli uomini di Juric attendono l’Udinese di Andrea Sottil in casa, avversario tutt’altro che abbordabile, visto quello che i friulani hanno realizzato specialmente durante la prima parte del torneo. A seguire si giocherà ancora a San Siro, per la terza sfida contro il Milan di Stefano Pioli, poi ancora Cremonese in casa, il derby della Mole con la Juventus di Max Allegri, Bologna, Lecce in trasferta e Napoli in casa per arrivare alla sosta di marzo, l’unica del girone di ritorno del campionato di serie A. 

Il girone di ritorno del campionato di serie A 

Campionato che ancora una volta propone un calendario asimmetrico, rispetto a quello del girone d’andata. Il ritorno in campo sarà in programma per domenica 2 aprile, con il Torino che affronterà al Mapei Stadium un ridimensionato Sassuolo di Alessio Dionisi. Per la 29esima giornata è in programma la sfida interna contro la Roma di José Mourinho. A seguire invece c’è la gara contro la Salernitana, la Lazio all’Olimpico, l’Atalanta di Gasperini in casa. Si passa quindi alle gare in calendario per il mese di maggio, che formalmente andrà a chiudere la stagione, anche se l’ultima partita di campionato sarà quella di domenica 4 giugno. Un campionato di serie A lungo, specialmente a causa della lunga sosta per il Mondiale in Qatar. Il Torino punta quindi a ottenere un accesso in Europa, giocando anche la carta Coppa Italia, che al momento ha mostrato come niente sia scontato, anche per squadre come Milan e Napoli, ma chi ha seguito la gara tra Inter e Parma, ha visto che anche le formazioni cadette si sono fatte rispettare durante questa fase del torneo. Del resto anche la Roma di Mourinho ha vinto di misura contro il Genoa di Alberto Gilardino. 

Le dinamiche fondamentali per il campionato di serie A

In termini di pronostici calcio abbiamo già visto come il campionato stia delineando una classifica divisa in più gruppi e tronconi, dove c’è un divario evidente tra Cremonese, Verona e Sampdoria e il resto delle altre squadre, come Sassuolo, Salernitana, Spezia, Lecce, Monza ed Empoli. Udinese, Torino e Fiorentina, stanno facendo una stagione da metà classifica, guardando se possibile più in alto che non in basso, anche se il divario tra Udinese e Roma è già piuttosto netto, con un vantaggio consistente che potrebbe ulteriormente consolidarsi. La Roma attualmente quinta (o sesta) a pari merito con Lazio e Atalanta, è distanziata da ben 13 punti rispetto al Napoli capolista.

Considerazioni finali

Tredici punti ottenuti in 19 gare, quasi un record per la nostra serie A, se si considera che il terzetto è ancora in lizza per un piazzamento valido per la Champions, quasi sicuramente per la prossima edizione di Europa League. C’è poi da tenere in considerazione il settimo posto, che vale l’accesso diretto in Conference League, terza competizione internazionale a carattere europeo (UEFA) che potrebbe essere una buona opportunità e un’occasione di rilancio per squadre come Torino, Udinese e Fiorentina, con una vocazione e una storia europea di tutto rispetto. Diciamo però che il Torino dovrà ancora ripetere prestazioni e risultati che si sono visti durante questo scorcio di stagione, con un campionato ancora lungo e gerarchie da stabilire e da consolidare. Il campionato però potrebbe ancora riservare tante sorprese per molte delle squadre coinvolte in questo torneo tornato nuovamente su livelli alti di competizione. 

Torino 2022/2023
Torino 2022/2023

I migliori numeri 10 del Torino