Grazie alle app possiamo fare davvero di tutto: ordinare un pasto, prenotare una vacanza, gestire un conto corrente, ascoltare musica, guardare film

La tecnologia è parte integrante delle nostre vite, e in testa troviamo sicuramente gli smartphone, grazie alla applicazioni che potremmo definire come il cuore pulsante di ogni telefono. Grazie alle app possiamo fare davvero di tutto: ordinare un pasto, prenotare una vacanza, gestire un conto corrente, ascoltare musica, guardare film, e chiaramente svagarci. Ma quali sono i software più scaricati?

Sicuramente in cima alla lista troviamo i social network, da Facebook a Tik Tok passando per la messaggistica di Whatsapp e Telegram, ma il primo gradino del podio è sempre più conteso del settore degli svaghi online. Soprattutto di sport come calcio, tennis, basket, corse automobilistiche, ma anche i più classici casinò come William Hill. Un’immensa sala giochi in formato tascabile.

Le app più scaricate del 2020

Come anticipato, a condurre l’intero settore delle applicazioni troviamo sicuramente i social network. D’altronde oramai le nostre vite gravitano attorno ai social, quindi motivare questo primato non è certamente difficile. Nel 2020 uno in particolare ha riscosso un grandissimo successo di download, e stiamo parlando del tanto discusso Tik Tok. Basti pensare che nel solo mese di agosto è stato scaricato più di 63 milioni di volte.

Al secondo posto troviamo un’app dall’indubbia utilità, che ha portato l’azienda che l’ha sviluppata a triplicare i fatturati nel 2020. Si tratta di Zoom, l’applicazione di videoconferenze rivelatasi davvero utile durante il periodo del lockdown Coronavirus. Grazie a Zoom sono state milioni le persone che hanno potuto continuare a lavorare in smart working, senza dimenticare la didattica a distanza per gli studenti.

Facebook, Instagram, e Whatsapp: un predominio di mercato

Subito dopo Zoom tornano nella classifica della applicazioni più scaricate del 2020 ancora una volta i social network. Facebook rimane sicuramente il più noto, e nonostante la sua anzianità continua a riscuotere un grandissimo successo di mercato, anche tra gli over 45. Sono in molti tra l’altro a utilizzare Facebook anche per motivi professionali e per incrementare la propria visibilità.

Subito dopo arriva Instagram, il social delle foto sempre di proprietà Zuckerberg, con un bacino di utenza sicuramente più giovane e improntato verso un tipo di contenuti più visuale. Instagram è il social network che ha contribuito a delineare anche la figura degli influencer. Infine troviamo la nota app di messaggistica Whatsapp, la più utilizzata al mondo, che però sta cominciando a temere la concorrenza di Telegram.


Pronostici Serie A: schedina 21ª giornata

Lazio-Torino è un Juve-Napoli bis e l’Italia ci fa la solita figuraccia